Elezioni amministrative 2020, dove si vota? Data, comuni al voto e legge elettorale

Guida alle elezioni amministrative 2020: la possibile data, i comuni capoluogo di provincia e regione che saranno chiamati al voto e la legge elettorale in vigore.

Elezioni amministrative 2020, dove si vota? Data, comuni al voto e legge elettorale

Elezioni amministrative 2020: saranno oltre mille i comuni chiamati al voto, tra cui quattordici capoluoghi di provincia e tre di regione, con gli appuntamenti più attesi che saranno quelli di Venezia, Trento e Arezzo.

Con ogni probabilità così come avvenuto cinque anni fa ci sarà un accorpamento con le elezioni regionali in Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche e Puglia, per una sorta di election day molto delicato anche per gli equilibri politici nazionali la cui data verrà decisa ad anno nuovo dal Viminale.

Leggi anche la Guida alle elezioni regionali 2020

Nei comuni con più di 15.000 abitanti, la legge elettorale delle elezioni amministrative prevede un ballottaggio dopo due settimane tra i due candidati più votati se nessuno al primo turno dovesse riuscire a ottenere il 50% dei voti.

Elezioni amministrative 2020: data e sistema di voto

Deve essere ancora stabilita la data delle elezioni amministrative 2020. Nel 2015 i seggi per il primo turno si aprirono il 31 maggio, con il periodo che anche in questa occasione che dovrebbe essere quello della tarda primavera.

Nelle regioni a statuto speciale come Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta si potrebbe votare però in giorni differenti, visto che cinque anni fa decisero di anticipare la consultazione di due settimane.

A comunicare quello che sarà il giorno prescelto sarà il Ministero dell’Interno, con l’unica certezza che al momento sembrerebbe essere quella dell’accorpamento con le elezioni regionali in Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche e Puglia.

La legge elettorale prevede, nei comuni sopra i 15.000 abitanti, che se nessuno dei candidati dovesse riuscire a ottenere il 50% dei voti (40% in Sicilia) allora si debba tenere un ballottaggio tra i due più votati dopo due settimane.

Nei comuni sotto i 15.000 abitanti, le elezioni amministrative invece si svolgono in un unico turno dove a essere eletto è il candidato capace di ottenere anche un solo voto in più rispetto ai suoi avversari.

Dove si vota?

Dovrebbero essere in totale circa 1.050 i comuni al voto in queste elezioni amministrative 2020. Il condizionale è d’obbligo visto che, come accade spesso, nei prossimi mesi si potranno aggiungere altre amministrazioni a causa di crisi politiche oppure commissariamenti.

Questo è l’elenco dei diciassette comuni capoluogo che saranno interessati da questa tornata elettorale delle amministrative 2020.

  • Agrigento
  • Andria
  • Arezzo
  • Aosta
  • Chieti
  • Fermo
  • Enna
  • Lecco
  • Macerata
  • Mantova
  • Matera
  • Nuoro
  • Sanluri
  • Tempio Pausania
  • Trani
  • Trento
  • Venezia

Tra i principali altri comuni non capoluogo dove si apriranno le urne ci sono Giugliano, Castrovillari, Cava de’ Tirreni, Voghera, Faenza, Altamura, Cerignola, Licata, Marsala, Viareggio e Castelfranco Veneto.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Elezioni amministrative 2020

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \