Elezioni amministrative Aosta 2020: data, candidati, sondaggi

Aosta è tra i comuni interessati alle elezioni amministrative del 2020. Di seguito informazioni su data, candidati e potenziali sondaggi sulle preferenze di voto.

Elezioni amministrative Aosta 2020: data, candidati, sondaggi

Elezioni amministrative 2020: anche Aosta è tra i comuni chiamati al voto per rinnovare il primo cittadino e il consiglio.

Il capoluogo regionale sarà impegnato in un duplice appuntamento. La regione Valle d’Aosta, infatti, dovrà scegliere il suo presidente dopo le dimissioni di Antonio Fosson, indagato in un’inchiesta sulla ’ndrangheta.

Tutto si deciderà molto in un unico fine settimana, l’election day come stabilito dal Consiglio regionale. A seguito dell’emergenza COVID-19 gli appuntamenti elettorali primaverili sono stati annullati a livello nazionale al 20 e 21 settembre, quando, ormai quasi certamente, si voterà per referendum sul taglio dei parlamentari, regionali e amministrative.

Manca ancora l’ufficialità sulla data di settembre per le consultazioni della Valle d’Aosta, ma molto probabilmente verrà confermata, visto che bisognerà andare a votare per il referendum in quei giorni.

I partiti locali e le diverse coalizioni, quindi, sono in grande fermento per tessere alleanze e accordi in vista del doppio voto. Per quanto riguarda i candidati a sindaco per Aosta, non ci sono ancora certezze sui nomi ufficiali.

Il primo cittadino Fulvio Centoz, che già da tempo aveva annunciato la sua ricandidatura, ha fattp un passo indietro non avendo più l’appoggio dell’ampia coalizione di centrosinistra.

Di seguito alcuni approfondimenti sulle elezioni amministrative ad Aosta: data, candidati e sondaggi sul voto.

Elezioni amministrative Aosta: la data

La data ufficiale per le elezioni amministrative nel comune di Aosta sarà confermata a breve e cadrà certamente nel periodo tra il 1° settembre e il 15 ottobre, come stabilito dal Consiglio Regionale.

Visto che il 20 e 21 settembre è già stato fissato il referendum sul taglio dei parlamentari a livello nazionale, probabilmente alla fine si opterà per questo fine settimana anche per le comunali di Aosta.

Le elezioni si svolgeranno in due giornate per evitare assembramenti, con i seggi che rimarranno aperti la domenica dalle ore 07:00 fino alle ore 23:00 e il lunedì dalle ore 07:00 alle ore 15:00, con lo spoglio dei voti che inizierà solo dopo aver scrutinato le schede del referendum e delle regionali.

Oltre ad Aosta, in questo 2020 si terranno le comunali anche in altri 65 piccoli comuni, tutti con abitanti inferiori ai 15.000.

I candidati

L’ultimo colpo di scena sui candidati riguarda l’attuale primo cittadino di Aosta, Fulvio Centoz, da tempo in corsa per un secondo mandato. Nel 2015 il sindaco è stato letto con l’appoggio del Partito Democratico, oltre che con il sostegno delle formazioni locali Stella Alpina e UV (Union Valdôtaine).

Lo scenario del 2020, però, è cambiato e la coalizione Partito Demovratico, Uv, Stella Alpina, Azione, Alliance Valdôtaine ha scelto Gianni Nuti.

Centoz, quindi, ha deciso di fare un passo indietro.

Forte incertezza e tensione dominano il fronte Lega. Il partito di Salvini aveva già deciso di correre da solo, non in coalizione con il centrodestra, per le elezioni amministrative di Aosta. L’uscita dal partito del consigliere comunale Etienne Andrione, però, ha scombinato, in parte, i piani.

Il Carroccio, infatti, al momento non ha rappresentanti nel consiglio comunale e deve ricorrere alla raccolta firme per potersi presentare. In più, è stata bocciata dalla Lega la candidatura di Roberto Cognetta, esponente di Vdalibra. Al momento, quindi, il partito non ha un nome ufficiale.

Stanno lavorando a candidati e liste, senza avere ancora sciolto le riserve, anche Fratelli d’Italia e Forza Italia - probabilmente insieme - e il Movimento 5 Stelle.

Tra gli indipendenti, da segnalare la candidatura dell’imprenditore Giovanni Girardini, un civico in quota centrodestra.

Potrebbe, infine, emergere anche il nome di Bruno Giordano per il neonato movimento Vallée d’Aoste Ensamble, finora senza ufficialità.

I sondaggi

Per il voto delle amministrative ad Aosta non sono ancora stati pubblcati sondaggi ufficiali. Per avere un quadro sulle potenziali preferenze elettorali nella città, si possono analizzare i risultati delle ultime consultazioni sul territorio.

Le elezioni comunali che si sono svolte nel 2015, hanno decretato la vittoria di Centoz, in una coalizione dove il PD ha ottenuto il’11,53% dei voti e l’UV si è imposto come primo partito con poco più del 24%. La Lega e il Movimento 5 Stelle sono rimaste ferme tra l’8% e il 9%.

Più indicativi sono i risultati elettorali delle consultazioni europee del 2019. In quella votazione, Aosta ha espresso un maggiore preferenza per la Lega, che è balzata al primo posto con il 32,05%. Il Partito Democratico seguiva con il 21,77% e il Movimento 5 Stelle era la terzo posto con poco più del 10% di voti.

Difficile stabilire se questo quadro sarà confermato. Nel voto comunale, infatti, molte dinamiche risultano diverse dalle altre votazioni. In primis, la presenza massiccia di partiti locali e di candidati civici.

In attesa di sondaggi ufficiali, le amministrative di Aosta sono ancora poco definite per quanto riguarda candidati, alleanze e scenari.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories