Elezioni amministrative Enna 2020: data, candidati, sondaggi

Enna è tra i comuni coinvolti nelle elezioni amministrative del 2020. Di seguito la data, i candidati e i sondaggi sulle preferenze di voto per il nuovo sindaco.

Elezioni amministrative Enna 2020: data, candidati, sondaggi

Elezioni amministrative 2020: si vota a Enna per il rinnovo del consiglio comunale. Nella regione Sicilia, dopo il rinvio per il coronavirus, seggi aperti nei giorni 4 e 5 ottobre, con ballottaggio il 18.

Con il deposito ufficiale delle liste, sono stati svelati i nomi definitivi dei cinque candidati per la poltrona di primo cittadino.

Maurizio Dipietro, attuale sindaco è in corsa per il secondo mandato. Il PD ha scelto Dario Cardaci e la Lega avrà un suo nome, Giuseppe Savoca. Presente anche il Movimento 5 Stelle con Cinzia Amato e i civici di ispirazione cattolica con Maurizio Bruno.

C’è da sottolineare che la città di Enna ha evidenziato vivacità nelle elezioni amministrative soprattutto con liste e formazioni politiche civiche e indipendenti, proprio come la provenienza del sindaco in carica Dipietro.

Elezioni amministrative Enna: la data

Le elezioni amministrative 2020 in Sicilia sono state più volte rimandate a causa del coronavirus.

Il Governo dell’isola ha deciso che si vota nei giorni 4 e 5 ottobre. Non ci sarà in Sicilia, quindi, l’election day fissato dall’esecutivo Conte, per accorpare regionali, amministrative e referendum sul taglio dei parlamentari.

La tornata elettorale interesserà 61 i comuni chiamati a rinnovare l’amministrazione nella regione, che vanno ad aggiungersi agli altri territori italiani coinvolti in primavera nelle elezioni regionali e amministrative.

Oltre a Enna, le altre principali località dove si apriranno le urne per le amministrative saranno Agrigento, Marsala, Augusta, Milazzo.

Le elezioni si svolgeranno in due giornate proprio per evitare assembramenti ancora ritenti rischiosi per il contagio, con le urne che rimarranno aperte la domenica dalle ore 07:00 fino alle ore 23:00 e il lunedì fino alle 15:00.

La legge elettorale

Per quanto riguarda la legge elettorale, la Sicilia segue un sistema rinnovato negli ultimi anni. Per essere eletto sindaco al primo turno, il candidato avrà bisogno del 40% dei voti, non più della maggioranza assoluta.

Essendo Enna un Comune con più di 15.000 abitanti, se nessun candidato dovesse ottenere al primo turno il 40% allora si procederà a un ballottaggio tra i due aspiranti primo cittadino più votati. Nel caso si dovesse verificare una perfetta parità, sarà eletto sindaco il candidato più anziano.

Per garantire la formazione di una maggioranza solida e quindi una sostanziale governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco risultato vincitore verrà attribuito il 60% dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale.

Alla divisione dei seggi, si andranno a eleggere a Enna in totale 29 consiglieri escluso il sindaco, saranno ammesse le liste e i gruppi di liste di candidati che avranno superato la soglia di sbarramento del 3% dei voti validi. Ricordiamo che a differenza delle ultime elezioni politiche, alle amministrative è possibile esprimersi con un voto disgiunto.

I candidati

Maurizio Dipietro, attuale primo cittadino di Enna appoggiato da liste civiche nell’area centrodestra, ha confermato da tempo la corsa per un secondo mandato.

Il Partito Democratico ha scelto Dario Cardaci, appoggiato anche da Nuova Cittadinanza, Udc, Enna democratica.

La Lega ha puntato tutto sul suo candidato Giuseppe Savoca.

Il Movimento 5 Stelle non sperimenterà alleanze partitiche per le amministrative di Enna e si presenta con Cinzia Amato. Anche il movimento il civico Civ.Es. va da solo con un proprio nome, Maurizio Bruno.

Nel dettaglio, questi i candidati a sindaco e le liste di appoggio:

  • Dario Cardaci (Nuova Cittadinanza-Cardaci Sindaco, Enna democratica, Partito Democratico, Enna-UDC)
  • Cinzia Amato (Movimento 5 Stelle)
  • Giuseppe Savoca (Lega Salvini Sicilia)
  • Maurizio Dipietro (Partito per Enna, Liberamente, Uniti per Enna, Enna Viva, Siamo Enna)
  • Maurizio Bruno (Civ.es)

I sondaggi

In attesa di sondaggi ufficiali per capire quale candidato alle elezioni amministrative di Enna risulti favorito, si possono avanzare delle ipotesi sulle preferenze di voto in base ai risultati delle ultime consultazioni elettorali.

Nel 2015, quando c’è stata l’elezione del sindaco e del consiglio comunale, l’area dei democratici è andata piuttosto bene, con il partito Enna Democratica (facente capo al PD) costante su un 33% di voti.

L’esito finale delle elezioni, comunque, ha visto il trionfo di Dipietro sostenuto da liste civiche inquadrabili nel centrodestra, seppure senza riferimenti partitici espliciti.

L’analisi più interessante emerge dal voto per le Europee del 2019. Enna ha visto il dominio del Movimento 5 Stelle con un consenso del 33,84%. A seguire, si sono posizionati Partito Democratico, con il 22,3% dei voti e la Lega con il 18,59% delle preferenze.

Le dinamiche di voto a livello locale sono sempre peculiari rispetto all’andamento nazionale. Bisognerà capire, infatti, quanta forza avranno le liste civiche a sostegno del sindaco uscente e, soprattutto, se il centrodestra sarà in grado di ostacolare le altre formazioni politiche.

Il Movimento 5 Stelle dovrebbe confermare il declino generale e il Partito Democratico, invece, punta a vincere o, almeno, ottenere un risultato significativo.

Con i sondaggi ufficiali si potranno chiarire alcune dinamiche interne alle diverse coalizioni nella corsa alle elezioni amministrative di Enna.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories