Concorsi Agenzia delle Entrate: ecco come saranno divisi i 2.600 posti

Concorso Agenzia delle Entrate: maxi selezione per 2600 profili dirigenziali e non. Ecco quali sono le figure ricercate (e chi vi potrà concorrere).

Concorsi Agenzia delle Entrate: ecco come saranno divisi i 2.600 posti

Il concorso pubblico per l’Agenzia delle Entrate, per il quale sono state autorizzate 2.600 assunzioni a tempo indeterminato, è tra le selezioni più attese dell’anno, insieme anche al concorso INPS che dovrebbe essere bandito entro la fine dell’estate.

Va detto, però, che il concorso per l’Agenzia delle Entrate non avrà un solo bando: sono cinque, infatti, le procedure attese, ognuna delle quali sarà dedicata ad una figura professionale.

Come prima cosa facciamo il punto sulle ultime notizie riguardanti la data di uscita di questi bandi di concorso: va detto che al momento non ci sono indiscrezioni a riguardo, ma è comunque cosa certa che questi saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale entro la fine dell’anno. Non è presto, quindi, per cominciare a prepararsi, visto che per ognuno dei concorsi dell’Agenzia delle Entrate è previsto un elevato tasso di partecipazione.

A tal proposito, è importante capire quali sono i profili ricercati dall’Agenzia delle Entrate, così da vedere a cosa si riferiscono le 2.600 opportunità di lavoro in arrivo.

Concorso Agenzia delle Entrate per 300 dirigenti

Partiamo da quelli che secondo le ultime indiscrezioni sono i bandi più vicini alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, quelli che detteranno le regole per l’assunzione di 300 profili dirigenziali.

Nel dettaglio, il bando per 300 dirigenti sarà riservato ai dipendenti di ruolo nelle pubbliche amministrazioni che oltre ad aver conseguito la laurea, o il diploma di laurea, possono vantare almeno 5 anni di servizio.

Il periodo del servizio si riduce a 3 anni se in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione. L’importante, però, è che questi 3 anni di servizio siano stati svolti in posizioni funzionali per l’accesso per le quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea.

Per i dipendenti delle amministrazioni statali che sono stati reclutati a seguito di un corso-concorso, invece, il periodo di servizio utile per partecipare al concorso per dirigenti dell’Agenzia delle Entrate si riduce a 4 anni.

A questi 300 posti possono concorrere anche i soggetti in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche che però non rientrano nelle pubbliche amministrazioni, purché in possesso del diploma di laurea e con almeno due anni di servizio in funzioni dirigenziali.

Infine, vi possono partecipare tutti i cittadini italiani laureati in servizio continuativo per almeno 4 anni presso enti od organismi internazionali, in posizioni funzionali apicali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Concorso Agenzia delle Entrate per personale non dirigente

Come avrete notato, per i 300 posti che saranno banditi con il concorso per dirigenti dell’Agenzia delle Entrate ci sono dei requisiti molto stringenti. Non è così, invece, per i 2.300 posti per il personale non dirigente, per il quale sarà comunque necessaria la laurea (salvo certi casi in cui si potrà concorrere anche con il diploma).

Cominciamo a capire quali sono le figure professionali ricercate, le quali sono indicate nel capitolato tecnico relativo al bando di gara. Qui si legge che saranno selezionati:

  • economisti;
  • giuristi;
  • statistici;
  • ingegneri;
  • architetti;
  • geometri.

A tal proposito, ne risulta che per partecipare bisognerà avere, a seconda del profilo professionale per il quale si concorre, una laurea in Economia e Commercio, Statistica, Giurisprudenza, Ingegneria e Architettura. Potranno partecipare, però, anche i candidati con il diploma di geometra.

Per ingegneri e architetti sarà anche necessaria l’iscrizione all’apposito Albo professionale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories