Borsa Oggi, 20 aprile 2021: le banche affossano il Ftse Mib

Luca Fiore

20/04/2021

20/04/2021 - 18:04

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Borsa oggi, 20 aprile 2021, ha chiuso in deciso territorio negativo: sul Ftse Mib si segnalano le forti vendite sui titoli del comparto bancario. Spread sale a 104 punti base.

Borsa Oggi, 20 aprile 2021: le banche affossano il Ftse Mib

Chiusura in rosso per la Borsa oggi: sul Ftse Mib spiccano le vendite sui titoli del comparto bancario mentre sul completo si segnalano le prese di beneficio sulle azioni Juventus, salite ieri di quasi 18 punti percentuali dopo l’annuncio della creazione della Super League.

Come era nelle previsioni, l’agenzia europea del farmaco (EMA) ha ribadito la sicurezza del vaccino sviluppato da Johnson&Johnson.

Secondo la direttrice esecutiva dell’EMA, Emer Cooke, si tratta di un siero «sicuro ed efficace» anche se «non è possibile escludere un legame con casi molto rari di effetti collaterali di trombosi».

Dal fronte materie prime, il future con consegna giugno sul petrolio Brent quota in rosso di due punti percentuali a 65,7 dollari al barile mentre l’eurodollaro scambia invariato a 1,20381.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in forte calo, pesa il comparto bancario

La seduta del Ftse Mib si è fermata a 24.088,65 punti, -2,44% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Btp-Bund è salito dell’1,8% a 104 punti base.

Secondo le indiscrezioni, nel secondo giorno di offerta gli ordini per il Btp Futura si sono attestati a 700 milioni di euro portando il totale sopra quota 3 miliardi di euro.

Sui Ftse Mib spiccano le vendite sui titoli bancari: Intesa Sanpaolo ha perso il 2,81%, UniCredit il 5,16% e Banco BPM il 5,61%.

In rosso anche il Credito Valtellinese che, con un -2,21%, è sceso a 11,96 euro (contro i 12,2 offerti dal Credit Agricole Italia, che diventeranno 12,5 con adesioni sopra il 90%), e BPER Banca (-5,38%) che ha concluso due operazioni di cessione pro-soluto di portafogli di UTP secured per un valore lordo di libro di circa 370 milioni di euro.

Prese di beneficio sulle azioni Juventus (-4,23%), salite ieri di quasi il 18%, e -5,28% per il titolo Mediaset, dopo che il Tribunale di Milano ha respinto la richiesta di risarcimento nei confronti di Vivendi (che dovrà sborsare “solo” 1,7 milioni).

Aggiornamento ore 13: banche spingono al ribasso il Ftse Mib

Il Ftse Mib poco prima delle 13 scende dell’1,4%, il Cac40 dell’1,3% ed il Dax lascia sul campo lo 0,6%.

Lo spread Btp-Bund avanza di quasi due punti percentuali a 104 punti base.

Sui Ftse Mib spiccano le vendite sui titoli bancari: Intesa Sanpaolo scende dell’1,77%, UniCredit del 3,39% e Banco BPM del 2,76 per cento.

Lettera anche su BPER Banca (-3,46%) che ha concluso due operazioni di cessione pro-soluto di portafogli di UTP secured per un valore lordo di libro di circa 370 milioni di euro.

La performance peggiore sul listino delle blue chip è appannaggio di Leonardo (-3,6%) mentre le azioni Juventus (-6,2%) si trovano a fare i conti con le prese di beneficio dopo il +18% di ieri.

Future Wall Street: prevista apertura in rosso

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones e quello sullo S&P500 registrano entrambi un -0,52%.

In linea il future sul Nasdaq (-0,49%).

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib piatto nei primi scambi

Poco dopo l’avvio degli scambi il Ftse Mib quota 24.698,35 punti (+0,03%), il Cac40 segna un -0,31%, il Dax un +0,23% ed il Ftse100 arretra dello 0,27%.

Lo spread Btp-Bund in avvio di seduta europea non fa registrare variazioni di rilievo a 102 punti base. Secondo quanto riportato dalle agenzie, nella prima delle cinque giornate di collocamento il nuovo Btp Futura ha raccolto ordini per 2,28 miliardi di euro.

Sul Ftse Mib le performance migliori sono registrate dai titoli del risparmio gestito: Banca Mediolanum sale dell’1,77%, Banca Generali dell’1,18% e Poste Italiane dello 0,42%.

Tra i bancari, rosso di un punto percentuale per l’accoppiata Intesa Sanpaolo e UniCredit.

Meno 1,54% per BPER Banca che ha annunciato di aver concluso due operazioni di cessione pro-soluto di portafogli di UTP secured, per un valore lordo di libro di circa 370 milioni di euro, alle quali si aggiunge un’ulteriore cessione in corso di finalizzazione di circa 52 milioni di euro, per un totale di 420 milioni di euro.

Prese di beneficio sulle azioni Juventus (-5,5%), salite ieri di quasi il 18%.

Borse Asia: Tokyo in forte rosso

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un +0,07%, il China A50 ha terminato la seduta con un +0,04% ed il Nikkei ha chiuso con un -1,97%.

In rosso anche l’indice australiano S&P/ASX 200 (-0,68%).

Wall Street: Nasdaq in contrazione dell’1%

Il Dow Jones ha chiuso la seduta con un -0,36%, lo S&P500 ha terminato con un -0,53% ed il Nasdaq con un -0,98%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.