Borsa Milano oggi, 25 novembre 2020: Ftse Mib top performer d’Europa

Luca Fiore

25/11/2020

12/07/2021 - 13:35

condividi

La Borsa di Milano oggi, 25 novembre 2020, ha fatto registrare la performance migliore in Europa. Sul Ftse Mib riflettori puntati sulle utilities.

Borsa Milano oggi, 25 novembre 2020: Ftse Mib top performer d'Europa

La Borsa di Milano oggi ha chiuso in positivo, il Ftse Mib ha terminato sopra 22.300 punti, in scia dei nuovi massimi storici registrati a Wall Street, dove il Dow Jones ieri ha superato la fatidica soglia dei 30 mila punti.

In corrispondenza dello stop alle contrattazioni in Europa, l’eurodollaro sale dello 0,15% a 1,.19087 mentre il future sul Brent registra, con un +0,8% a 48,1 dollari il barile, la quarta seduta consecutiva di guadagni.

Borsa Milano oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib chiude sopra 22.300 punti

Oggi il Ftse Mib ha fatto segnare la performance migliore in Europa chiudendo in aumento dello 0,72% a 22.303,58 punti mentre lo spread Italia-Germania si attesta a 115 punti base (+1,4%).

Seduta volatile e chiusura in ordine sparso per i big del comparto oil di Piazza Affari come Saipem (-0,41%), Eni (+0,6%) e Tenaris (-0,96%).

Nel comparto bancario segno più per Intesa Sanpaolo (+1,37%), UniCredit (+1,08%) e Creval che, grazie ad un +3,81%, ha terminato a 11,35 euro (ancora al di sopra dei 10,5 euro previsti dall’offerta avanzata dal Credit Agricole Italia).

In particolare evidenza i titoli del risparmio gestito, con il +2,32% di Banca Generali, il +3,29% di Azimut Holding ed il +1,48% di FinecoBank.

In rosso invece Snam (-0,4%) dopo la presentazione del piano industriale 2020-24. Gli investimenti sono fissati a 7,4 miliardi di euro, dai 6,5 miliardi del piano precedente, mentre dal fronte dividendi la cedola è vista in crescita del 5% annuo al 2022, con 2,5% di ulteriore crescita minima nel 2023 e 2024.

Denaro su Enel (+0,82%), A2A (+1,74%) ed Hera (+1,86%). Quest’ultima ha annunciato di aver completato l’aggiornamento del programma di emissioni obbligazionarie a medio termine con l’incremento da 3 a 3,5 miliardi del plafond massimo.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib consolida sopra 22 mila punti

Alle 13 il Ftse Mib sale dello 0,46% mentre Dax e Cac40 arretrano dello 0,33 e dello 0,1%.

Seduta volatile per i big del comparto oil di Piazza Affari come Saipem (-0,05%), Eni (+0,17%) e Tenaris (+0,12%).

Ancora segno più per Enel (+0,78%), il giorno dopo la presentazione del piano industriale, e -0,15% di Snam.

Nel piano industriale 2020-24 di quest’ultima, gli investimenti sono fissati a 7,4 miliardi di euro, dai 6,5 miliardi del piano precedente, mentre dal fronte dividendi la cedola è vista in crescita del 5% annuo al 2022, con 2,5% di ulteriore crescita minima nel 2023 e 2024.

Future Wall Street: prevista apertura in sostanziale parità

Al momento il derivato sul Dow Jones registra un -0,18%, quello sullo S&P500 segna un -0,04% e il future sul Nasdaq sale dello 0,25%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib consolida sopra 22 mila punti

A Milano il paniere principale, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta di oggi quota 22.290,68 punti, +0,66% sul dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania si attesta a 114 punti base (+0,9%).

Sopra la parità anche per il Dax (+0,2%), per il Cac40 (+0,3%) e per il Ftse100 (+0,33%).

Il nuovo rialzo del greggio continua a favorire gli acquisti su Saipem (+1,43%), Eni (+1,01%) e Tenaris (+0,91%).

Segno più anche per Intesa Sanpaolo (+1,31%) e Mediobanca (+1,51%).

In rosso invece Snam (-0,38%) dopo la presentazione del piano industriale 2020-24. Gli investimenti sono fissati a 7,4 miliardi di euro, dai 6,5 miliardi del piano precedente, mentre dal fronte dividendi la cedola è vista in crescita del 5% annuo al 2022, con 2,5% di ulteriore crescita minima nel 2023 e 2024.

Borse asiatiche contrastate

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un +0,24%, il China A50 ha terminato con un -0,89% ed il Nikkei ha chiuso con un +0,5%.

Denaro anche sull’australiano S&P/ASX 200 (+0,59%).

Wall Street: nuovo massimo storico del Dow Jones

Come già accennato, il Dow Jones ha registrato un +1,54% chiudendo a 30.046,24 punti (massimo di seduta a 30.116,51 punti), lo S&P500 ha terminato con un +1,62% mentre il Nasdaq ha messo a segno un +1,31%.

Argomenti

# Italia
# ENI

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.