Borsa Italiana Oggi, 26 febbraio 2021: l’ottava del Ftse Mib si chiude in rosso

Luca Fiore

26/02/2021

12/04/2021 - 13:43

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Borsa Italiana Oggi, 26 febbraio 2021, ha terminato l’ottava in territorio negativo: sul Ftse Mib riflettori puntati su Leonardo ed Atlantia dopo le ultime notizie. Spread sale ancora.

Borsa Italiana Oggi, 26 febbraio 2021: l'ottava del Ftse Mib si chiude in rosso

Nuova seduta di debolezza per la Borsa Italiana oggi: sul Ftse Mib in particolare evidenza le azioni Leonardo ed Atlantia.

I riflettori degli operatori sono sempre puntati sul comparto obbligazionario che, in scia dell’andamento del decennale USA, sta registrando decisi incrementi dei rendimenti. Il titolo a 10 anni emessi dal Tesoro Usa al momento rende l’1,513% (all’1,3% una settimana fa) dopo aver toccato un massimo intraday all’1,558%.

In questo contesto, lo spread Btp-Bund ha fatto segnare un incremento di oltre 3 punti percentuali a 106 punti base.

A peggiorare la situazione ci pensa la lentezza delle campagne di vaccinazione in un momento in cui si registrano focolai in diverse parti d’Europa.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, il future con consegna aprile sul Brent quota in rosso dell’1,4% a 65,17 dollari al barile mentre l’eurodollaro perde lo 0,39% a 1,21235.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in contrazione in chiusura di ottava

La settimana del Ftse Mib si è chiusa a 22.848,58 punti, -0,93% rispetto al dato precedente.

In scia della debolezza del greggio, Eni ha perso il 2,05%, Saipem il 3,17% e Tenaris, dopo il balzo di ieri, l’1,12%.

Nel comparto bancario si registra il -1,95% di MPS che ha confermato le indicazioni preliminari sui conti e dichiarato di aver rilevato uno shortfall prospettico di capitale rispetto ai requisiti patrimoniali.

Contrazione del 2,44% per Leonardo, stando ai rumor il Cda avrebbe deliberato il collocamento di almeno il 25% di DRS, mentre Atlantia, chiamata a valutare l’offerta del consorzio guidato dalla Cdp per la quota in Aspi, ha perso lo 0,74%.

Aggiornamento ore 13: -1% per il Ftse Mib

Poco prima delle 13 il Ftse Mib perde l’1,11%, il Cac40 l1,2% ed il Dax lo 0,84%.

Nel comparto bancario si registra il -2% di MPS che ha confermato le indicazioni preliminari sui conti e dichiarato di aver rilevato uno shortfall prospettico di capitale rispetto ai requisiti patrimoniali.

Contrazione del 2,47% per Leonardo, che punterebbe a collocare almeno il 25% di DRS, ed il -1,44% di Atlantia, chiamata a valutare l’offerta del consorzio guidato dalla Cdp per la quota in Aspi.

Le performance peggiori sul Ftse Mib sono registrate da Saipem e Tenaris, in rosso rispettivamente del 4,05 e del 3,68 per cento.

Future Wall Street: prevista apertura ancora negativa

In linea con l’andamento delle piazze finanziarie europee, il derivato sul Dow Jones registra un -0,6%, quello sullo S&P500 perde mezzo punto percentuale ed il future sul Nasdaq scende dello 0,76%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib in calo, spread a 106pb

In avvio di seduta il Ftse Mib quota 22.864,5 punti (-0,86%), il Cac40 segna un -0,8%, il Dax arretra dello 0,48% ed il Ftse100 un -0,43%.

A Piazza Affari tra i pochi segni più troviamo il +0,28% di Terna ed il +0,43% di Enel. Il Cda di quest’ultima ha deliberato l’emissione di prestiti obbligazionari ibridi fino a 3 miliardi di euro.

Nel comparto bancario si registra il -0,89% di MPS che ha confermato le indicazioni preliminari sui conti e dichiarato di aver rilevato uno shortfall prospettico di capitale rispetto ai requisiti patrimoniali.

Nell’ambito del piano strategico al 2025 è previsto un rafforzamento patrimoniale di 2,5 miliardi di euro.

Contrazione di un punto percentuale per Leonardo. Secondo i rumor, ieri il Cda avrebbe deliberato il collocamento di almeno il 25% di DRS.

Borse Asia: seduta all’insegna delle vendite

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, segna un -3,55%, il China A50 ha terminato con un -2,66% ed il Nikkei ha chiuso con un -3,99%.

Meno 2,35% per l’indice australiano S&P/ASX 200.

Wall Street: selloff sulle borse USA

Ieri il Dow Jones ha terminato in rosso dell’1,75%, lo S&P500 ha segnato un -2,45% ed il Nasdaq ha lasciato sul campo il 3,52%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories