Borsa Italiana Oggi, 20 ottobre 2020: banche spingono il Ftse Mib, BPER spicca il volo

Luca Fiore

20/10/2020

12/04/2021 - 13:43

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dopo un avvio debole, la Borsa Italiana oggi, 20 ottobre 2020, ha chiuso in positivo grazie al buon andamento del comparto bancario. Spread sotto i riflettori

Borsa Italiana Oggi, 20 ottobre 2020: banche spingono il Ftse Mib, BPER spicca il volo

La Borsa Italiana Oggi, 20 ottobre 2020, ha chiuso la seduta in positivo grazie al buon andamento del comparto bancario e nonostante le nuove restrizioni anti-contagio e l’incertezza che aleggia sul nuovo piano di stimoli a stelle e strisce.

In corrispondenza dello stop agli scambi in Europa, l’incrocio Eur/Usd passa di mano a 1,18242 (+0,49%) mentre un barile di Brent con consegna dicembre segna 42,4 dollari, -0,47% rispetto al dato precedente.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, BPER spicca il volo

Il Ftse Mib si è fermato a 19.482,13 punti, +0,56% rispetto al dato precedente, mentre lo spread non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 134 punti base.

I conti migliori delle stime della svizzera UBS hanno favorito gli acquisti sui titoli degli istituti di credito: BPER ha chiuso con un 9,75%, Banco BPM è salita del 3,08%, Intesa Sanpaolo dell’1,29% e UniCredit del 2,32 per cento.

I rumor secondo cui fondi di investimento italiani e stranieri avrebbero presentato offerte per rilevare il controllo di Banca Profilo hanno permesso al titolo di guadagnare il 3,85%.

Prese di beneficio invece su Atlantia (-3,17%) dopo che la Cassa depositi e prestiti ha avanzato, insieme a Blackstone e Macquarie, un’offerta per l’acquisizione dell’88,06% di Autostrade per l’Italia.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: banche spingono Piazza Affari

A metà seduta il Ftse Mib sale dello 0,54%, il Cac40 registra un +0,13% ed il Dax un -0,32%.

Incremento di oltre 2 punti percentuali per lo spread a 136 punti base.

Nel comparto bancario spiccano le performance di BPER (+5,3%), di Banco BPM (+4,38%), e dell’accoppiata Intesa Sanpaolo - UniCredit, in aumento rispettivamente dell’1,96 e del’1,51%.

Riflettori puntati su Banca Profilo (+5,53%) in scia dei rumor secondo cui fondi di investimento italiani e stranieri avrebbero presentato offerte per rilevarne il controllo.

Denaro anche su MPS (+5,18%) dopo che il premier Conte ha firmato il decreto per autorizzare la cessione dei crediti deteriorati ad Amco.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

Alle 13 il derivato sul Dow Jones registra un +0,66%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,76% e il future sul Nasdaq sale dello 0,79%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Banca Profilo sotto i riflettori

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 20 ottobre 2020, quota 19.305,53 punti, -0,35% sul dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania avanza di un punto percentuale a 134 punti base.

Avvio di contrattazioni in negativo anche per il Cac40 (-0,24%), per il Dax (-0,4%) e per il Ftse100 (-0,21%).

Prese di beneficio su Atlantia (-3,44%) dopo che la Cassa depositi e prestiti ha avanzato, insieme a Blackstone e Macquarie, un’offerta per l’acquisizione dell’88,06% di Autostrade per l’Italia.

“L’operazione –riporta la nota della Cdp- prevede anche la sottoscrizione di un term sheet volto a disciplinare i principali termini e condizioni e gli assetti di governance di una società di nuova costituzione partecipata da CDP Equity quale primo azionista, Blackstone e Macquarie, che sarà utilizzata per la realizzazione dell’investimento”.

La quarta seduta consecutiva di debolezza del greggio penalizza il terzetto formato da Eni (-1,59%), Tenaris (-2,13%) e Saipem (-2,26%).

Nel comparto bancario riflettori puntati su Banca Profilo (+9,13%) dopo i rumor secondo cui fondi di investimento italiani e stranieri avrebbero presentato offerte per rilevarne il controllo.

Debolezza per Intesa Sanpaolo e UniCredit, in contrazione rispettivamente dello 0,78 e dello 0,74%.

Borse asiatiche: Tokyo chiude in rosso

L’indice Hang Seng segna un -0,19%, il China A50 ha terminato con un +0,52% ed il Nikkei ha chiuso con un -0,44%.

Meno 0,72 per cento per l’australiano S&P/ASX 200.

Wall Street: la settimana inizia con il segno meno

Nella prima seduta della nuova ottava, il Dow Jones ha terminato con un -1,44%, lo S&P500 ha chiuso con un -1,63% ed il Nasdaq ha segnato un -1,65%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.