Borsa Italiana Oggi, 20 ottobre 2020: banche spingono il Ftse Mib, BPER spicca il volo

Dopo un avvio debole, la Borsa Italiana oggi, 20 ottobre 2020, ha chiuso in positivo grazie al buon andamento del comparto bancario. Spread sotto i riflettori

Borsa Italiana Oggi, 20 ottobre 2020: banche spingono il Ftse Mib, BPER spicca il volo

La Borsa Italiana Oggi, 20 ottobre 2020, ha chiuso la seduta in positivo grazie al buon andamento del comparto bancario e nonostante le nuove restrizioni anti-contagio e l’incertezza che aleggia sul nuovo piano di stimoli a stelle e strisce.

In corrispondenza dello stop agli scambi in Europa, l’incrocio Eur/Usd passa di mano a 1,18242 (+0,49%) mentre un barile di Brent con consegna dicembre segna 42,4 dollari, -0,47% rispetto al dato precedente.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, BPER spicca il volo

Il Ftse Mib si è fermato a 19.482,13 punti, +0,56% rispetto al dato precedente, mentre lo spread non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 134 punti base.

I conti migliori delle stime della svizzera UBS hanno favorito gli acquisti sui titoli degli istituti di credito: BPER ha chiuso con un 9,75%, Banco BPM è salita del 3,08%, Intesa Sanpaolo dell’1,29% e UniCredit del 2,32 per cento.

I rumor secondo cui fondi di investimento italiani e stranieri avrebbero presentato offerte per rilevare il controllo di Banca Profilo hanno permesso al titolo di guadagnare il 3,85%.

Prese di beneficio invece su Atlantia (-3,17%) dopo che la Cassa depositi e prestiti ha avanzato, insieme a Blackstone e Macquarie, un’offerta per l’acquisizione dell’88,06% di Autostrade per l’Italia.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: banche spingono Piazza Affari

A metà seduta il Ftse Mib sale dello 0,54%, il Cac40 registra un +0,13% ed il Dax un -0,32%.

Incremento di oltre 2 punti percentuali per lo spread a 136 punti base.

Nel comparto bancario spiccano le performance di BPER (+5,3%), di Banco BPM (+4,38%), e dell’accoppiata Intesa Sanpaolo - UniCredit, in aumento rispettivamente dell’1,96 e del’1,51%.

Riflettori puntati su Banca Profilo (+5,53%) in scia dei rumor secondo cui fondi di investimento italiani e stranieri avrebbero presentato offerte per rilevarne il controllo.

Denaro anche su MPS (+5,18%) dopo che il premier Conte ha firmato il decreto per autorizzare la cessione dei crediti deteriorati ad Amco.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

Alle 13 il derivato sul Dow Jones registra un +0,66%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,76% e il future sul Nasdaq sale dello 0,79%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Banca Profilo sotto i riflettori

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 20 ottobre 2020, quota 19.305,53 punti, -0,35% sul dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania avanza di un punto percentuale a 134 punti base.

Avvio di contrattazioni in negativo anche per il Cac40 (-0,24%), per il Dax (-0,4%) e per il Ftse100 (-0,21%).

Prese di beneficio su Atlantia (-3,44%) dopo che la Cassa depositi e prestiti ha avanzato, insieme a Blackstone e Macquarie, un’offerta per l’acquisizione dell’88,06% di Autostrade per l’Italia.

“L’operazione –riporta la nota della Cdp- prevede anche la sottoscrizione di un term sheet volto a disciplinare i principali termini e condizioni e gli assetti di governance di una società di nuova costituzione partecipata da CDP Equity quale primo azionista, Blackstone e Macquarie, che sarà utilizzata per la realizzazione dell’investimento”.

La quarta seduta consecutiva di debolezza del greggio penalizza il terzetto formato da Eni (-1,59%), Tenaris (-2,13%) e Saipem (-2,26%).

Nel comparto bancario riflettori puntati su Banca Profilo (+9,13%) dopo i rumor secondo cui fondi di investimento italiani e stranieri avrebbero presentato offerte per rilevarne il controllo.

Debolezza per Intesa Sanpaolo e UniCredit, in contrazione rispettivamente dello 0,78 e dello 0,74%.

Borse asiatiche: Tokyo chiude in rosso

L’indice Hang Seng segna un -0,19%, il China A50 ha terminato con un +0,52% ed il Nikkei ha chiuso con un -0,44%.

Meno 0,72 per cento per l’australiano S&P/ASX 200.

Wall Street: la settimana inizia con il segno meno

Nella prima seduta della nuova ottava, il Dow Jones ha terminato con un -1,44%, lo S&P500 ha chiuso con un -1,63% ed il Nasdaq ha segnato un -1,65%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories