Coronavirus, anche la Riscossione chiude gli sportelli e potenzia i canali web di assistenza

L’Agenzia delle Entrate chiude tutti gli sportelli d’Italia al pubblico dal 18 fino al 25 marzo per l’emergenza Coronavirus, ma potenzia i servizi online e continua a garantire assistenza ai contribuenti tramite nuove mail ad hoc. I dettagli nel comunicato stampa del 17 marzo 2020.

Coronavirus, anche la Riscossione chiude gli sportelli e potenzia i canali web di assistenza

L’Agenzia delle Entrate - Riscossione ha comunicato di aver disposto la chiusura dei propri sportelli dal 18 fino al 25 marzo in osservanza delle disposizioni per il contenimento della diffusione del Coronavirus.

Allo stesso tempo, l’AdeR ha potenziato i propri servizi online, così come le funzionalità dell’app Equiclick.

Continua l’assistenza ai contribuenti tramite i consueti canali di ascolto, consolidati con nuovi indirizzi email per eventuali richieste di assistenza urgenti e indifferibili riguardo a procedure attivate prima del periodo di sospensione.

La decisione, comunicata il 17 marzo in seguito all’approvazione del Consiglio dei Ministri del decreto Cura Italia, è stata presa anche come conseguenza di quanto disposto dal provvedimento riguardo la proroga delle scadenze fiscali.

Coronavirus, anche l’Agenzia delle Entrate Riscossione chiude gli sportelli e potenzia i canali online

L’Agenzia delle Entrate - Riscossione terrà chiusi i propri sportelli dal 18 fino al 25 marzo. La decisione è stata comunicata il 17 marzo, in seguito all’approvazione del Consiglio dei Ministri data al decreto Cura Italia.

CS AdeR 17 marzo 2020
CORONAVIRUS, SOSPESI I PAGAMENTI DI CARTELLE E AVVISI - AGENZIA RISCOSSIONE CHIUDE GLI SPORTELLI. SERVIZI WEB E CALL CENTER H24

Il decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale nella nottata del 17 marzo, ma all’AdeR è bastata l’approvazione del CdM per procedere con le proprie disposizioni, chiudendo i propri uffici al pubblico su tutto il territorio nazionale.

L’attività dell’AdeR continuerà però online, e infatti saranno potenziati i servizi telematici, disponibili 24 ore su 24 sia sul portale che sull’app Equiclick.

Accedendo alla propria area riservata tramite SPID, pin dell’Agenzia delle Entrate, dell’INPS o della Carta nazionale dei servizi è possibile:

  • controllare la propria situazione debitoria;
  • chiedere e ottenere una rateizzazione fino a un massimo di 60.000 euro;
  • pagare cartelle e avvisi;
  • sospendere la riscossione nei casi previsti dalla legge;

Senza registrazione è possibile effettuare pagamenti online.

Inoltre, l’AdeR ricorda che è possibile presentare istanze di rateizzazione di qualsiasi importo e dichiarazioni di sospensione legale della riscossione inviando la relativa documentazione tramite mail.

Sempre attraverso il canale mail si può richiedere il rimborso delle somme versate in eccedenza tramite accredito sul conto corrente.

In allegato l’elenco dei nuovi indirizzi email creati per supportare i contribuenti in caso di urgenza:

Elenco caselle e-mail per richieste indifferibili - Agenzia delle Entrate Riscossione
Clicca qui per scaricare il file.

Per richiedere assistenza su procedure esecutive e cautelari avviate prima del periodo di sospensione si devono utilizzare gli indirizzi email allegati, ricordandovi di allegare anche un documento di riconoscimento.

Per informazioni e assistenza rimane attivo, con operatore 24 ore su 24, il contact center dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 18.00, al numero unico 06 01 01, sia da telefono fisso che da cellulare (secondo piano tariffario).

Coronavirus, l’Agenzia delle Entrate Riscossione comunica la proroga delle scadenze fiscali

Per effetto delle disposizioni contenute nel decreto Cura Italia, che definito le modalità di proroga delle scadenze fiscali, l’AdeR ha comunicato anche la sospensione dei termini di pagamento di cartelle e avvisi in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020.

Si tratta nel dettaglio:

  • della sospensione dei termini di versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e di addebito, in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020. I pagamenti sospesi dovranno essere effettuati entro il 30 giugno 2020 (mese successivo il periodo di sospensione);
  • fino al 31 maggio 2020, sospensione delle attività di notifica di nuove cartelle e degli altri atti di riscossione;
  • differimento al 31 maggio 2020 della rata scaduta il 28 febbraio relativa alla rottamazione-ter e della rata in scadenza il 31 marzo del saldo e stralcio delle cartelle.

Per tutte le informazioni si invita a consultare il portale dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Agenzia delle Entrate-Riscossione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.