USA, perché Trump ha licenziato il Segretario alla Difesa Mark Esper

Subito dopo aver perso le elezioni, Trump ha silurato il capo del Pentagono

USA, perché Trump ha licenziato il Segretario alla Difesa Mark Esper

Trump silura il suo Segretario alla Difesa Mark Esper. Poco dopo la sconfitta alle elezioni presidenziali, il tycoon con un paio di tweet ha comunicato che Esper è stato “terminato” dal suo ruolo. L’annuncio arriva a qualche mese dal contrasto fra i due su come gestire i disordini sociali nelle città americane.

Trump licenzia capo del Pentagono

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato su Twitter di aver “terminato” il capo del Pentagono, Mark Esper, e che quest’ultimo verrà rimpiazzato da Christopher C. Miller, l’attuale direttore del Centro Nazionale Antiterrorismo.

Trump e Esper hanno avuto divergenze su diversi temi.

Perché Trump ha licenziato Esper

Lo scorso giugno, Esper aveva detto pubblicamente ai giornalisti che non era d’accordo con Trump sull’utilizzo dell’esercito per sedare le proteste del Black Lives Matter.

Lo dico non soltanto in qualità di Segretario della Difesa, ma anche come ex soldato ed ex membro della Guardia Nazionale, l’opzione di utilizzare le forze di servizio attivo per questioni di ordine pubblico dovrebbe essere attuata solo come ultima risorsa, e in situazioni di grande urgenza e pericolo. Non siamo in una di quelle situazioni adesso”, aveva dichiarato Esper.

L’ex capo del Pentagono, in un’ultima intervista, aveva predetto che sarebbe stato seguito da uno “yes man”.

Dubbi sulla legittimità del nuovo capo del Pentagono

Trump si è detto convinto che Chris farà “un grande lavoro” (benché il mandato del Governo sia ormai agli sgoccioli dopo la vittoria di Joe Biden). Il presidente in carica ha freddamente ringraziato Esper per il suo servizio. Nei giorni scorsi, Esper aveva preparato la sua lettera di dimissioni.

La mossa arriva mentre Trump rifiuta di accettare i risultati delle elezioni presidenziali, e secondo alcuni osservatori è segnale che il tycoon non intende rendere facile la transizione di Biden.

Chris Miller arriva in Senato con dubbi sulla legittimità della sua nomina. La legge prevede infatti che un Segretario alla Difesa deve aver lasciato il servizio attivo da almeno sette anni. Miller è uscito dall’esercito nel 2014.

La nomina di Miller potrebbe essere legittimata da un voto del Senato, ma potrebbe non esserci il tempo prima del 20 gennaio, data di insediamento di Biden.

Secondo la CNN la direttrice della CIA Gina Haspel, prima donna ad assumere la carica e la prima in 52 anni ad aver scalato le gerarchie partendo dal rango di agente, sarà la prossima a essere licenziata. Trump e i suoi alleati la accusano di ritardare il rilascio di documenti che, secondo loro, esporrebbero i complotti di “deep state” contro la campagna Trump.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories