Chi è Donald Trump? Vita e patrimonio del 45° presidente degli Stati Uniti

Vita privata, patrimonio e curiosità su Donald Trump, 45° Presidente degli Stati Uniti in corsa per un nuovo mandato.

Chi è Donald Trump? Vita e patrimonio del 45° presidente degli Stati Uniti

Chi è Donald Trump? Una domanda che tutti ci siamo posti e che in vista della corsa alle Presidenziali 2020 torna nuovamente alla carica. In questi anni Trump è stata una delle personalità più discusse del panorama internazionale e di certo non si può dire che il 45° Presidente degli Stati Uniti sia passato inosservato in questo suo mandato alla Casa Bianca.
Il caos che ha messo a ferro e fuoco il Paese con suprematisti bianchi e Black Lives Matter è stato solo l’ultimo dei tanti problemi che ha dovuto gestire Trump in questo suo mandato.

Nessuno nel 2017 poteva credere che Donald Trump sarebbe riuscito nell’impresa di ottenere la presidenza, con tutti i sondaggi lo davano piuttosto in svantaggio sulla sua avversaria. Trump ha però trionfato nei grandi stati americani, diventando così il nuovo presidente degli Stati Uniti. Riuscirà a replicare il miracolo anche in queste Presidenziali 2020? I sondaggi lo vedo molto distaccato da Joe Biden, ma non si può mai dire.

Ma chi è davvero Donald Trump? Qual è il suo patrimonio? Non è un mistero che il Presidente americano non si sia fatto da solo, ma bisogna anche ammettere che ha dato una bella spinta al patrimonio di famiglia, diventando uno degli uomini più ricchi del pianeta.
Conosciamo meglio la vita di Donald Trump, le sue esperienze politiche pregresse e cosa ha determinato la sua ascesa alla Casa Bianca nel 2017. Una vita dalle mille sfumature e un percorso politico a dir poco sorprendente.

Chi è Donald Trump? Vita pubblica e privata del 45° presidente

Donald Trump non può dirsi di certo un uomo che è venuto dal nulla, dal momento che già il padre è stato un ricco imprenditore americano. Padre e figlio hanno però puntato su due punti differenti dello stesso settore: Donald ha costruito immobili di lusso, il padre ha invece sempre puntano sulla costruzione di abitazioni in zone più popolari.

Donald Trump, classe 1946, si laurea in Economia e Finanza presso una delle università più prestigiose, alla Wharton School of Business. Dopo aver concluso gli studi inizia a investire nel mondo immobiliare con l’azienda di famiglia: la Elizabeth Trump and Son.

L’azienda di famiglia si occupava di affittare case e appartamenti a Brooklyn, Queens e Staten Island. Un ambito ben diverso da quello che invece sarà il punto di forza dell’azienda di Donald Trump.
Mentre Donald Trump era ancora impegnato con gli studi il padre decise di coinvolgerlo in uno dei suoi progetti: Swifton Village a Cincinnati.
Un complesso residenziale in Ohio, dove gli appartamenti sfitti erano oltre 1200 e il progetto sembrava essere in un momento di forte perdita.

Il programma ideato dal giovane Trump riuscì a dare grandi risultati, tanto che il complesso venne poi rivenduto per ben 6,7 miliardi di dollari. I primi successi Trump li ottiene nell’azienda di famiglia, che però ben presto cominciò a stargli stretta, i suoi progetti erano infatti di più ampio respiro.
Così nel 1971 decise di staccarsi dal padre e di cominciare ad investire nella zona più ricca di New York: Manhattan.

Il suo fu un vero e proprio successo, dal momento che riuscì ad essere coinvolto nei più grandi progetti della zona. Un esempio valga per tutti: la trasformazione dell’ormai fallito Commodore Hotel nel Grand Hyatt Hotel.
Un progetto grazie al quale riuscì ad avere ben 40 anni di detrazioni fiscali dal fisco di New York, per aver riportato in auge un edificio ormai sull’orlo della demolizione.

Chi è Donald Trump? Imprenditore, wrestler e attore

La vita di Donald Trump non si esaurisce con le sole esperienze imprenditoriali, ma quella del candidato repubblicano è una vita a tutto tondo. Trump è un grande appassionato di wrestling e la sua amicizia con il proprietario della World Wrestling Entertainment ha portato ad ospitare alcune edizioni del WrestleMania nel suo Trump Plaza.

Trump stesso ha inoltre partecipato, in veste di ospite, ad alcuni show organizzati negli anni. Nel 2013 il nome di Donald Trump è stato inoltre inserito nella WWE Hall of Fame. Un riconoscimento per l’amore che negli anni ha dimostrato a questo sport.
The Donald è inoltre conosciuto anche per le sue numerose apparizioni in show e film prodotti in America. Molti sono infatti i film in cui negli anni è comparso e gli show televisivi che lo hanno reso celebre non solo come imprenditore.

Nel 1998 appare nel ruolo di se stesso per il film di Woody Allen, Celebrity, ma il pubblico americano lo conosce per il suo programma del 2004. In quest’anno infatti Trump appare sul piccolo con lo show The Apprentice, un programma in cui i vari aspiranti devono riuscire a colpire il ricco imprenditore per diventarne i suoi stagisti.
Il programma, dopo le dichiarazioni contro gli immigrati effettuate da Trump, andò però in onda senza l’imprenditore, di cui il grande pubblico ricorda la frase: “You’re fired!” (sei licenziato).

Anche in questa occasione Trump non è di certo passato inosservato e ha deciso di mettere bene in chiaro le sue idee.

Chi è Donald Trump: curiosità sul candidato alla Casa Bianca

Abbiamo fino a questo momento visto la vita di Trump e le sue passioni, adesso scopriamo qualcosa che non tutti sanno. Le curiosità su Donald Trump sono infatti molto interessanti, dal momento che ci dicono molto sul candidato alla Casa Bianca.

Non tutti sanno che Trump è uno dei maggiori sostenitori dell’innocenza di Amanda Knox. Di certo le idee estreme del candidato repubblicano anche in questo caso non potevano essere pacate.
Su Twitter ha anche affermato di aver aiutato la giovane e la famiglia nel ricongiungimento.

Altra curiosità è il suo amore per le cravatte Marinella, una passione condivisa con molti personaggi importanti (come ad esempio Silvio Berlusconi). La passione di Trump è stata però così forte da provare anche ad avere un punto vendita nella sua Trump Tower.

L’investimento di Trump è però sfumato, dal momento che il proprietario del brand Marinella ha rifiutato l’offerta.

Trump è inoltre conosciuto per le sue storie d’amore e soprattutto per le sue frasi di apprezzamento delle donne. Melania Trump, la sua attuale moglie, non è però l’unica con cui Donald aveva deciso di condividere il resto della sua vita.

Prima di Melania vi è stata la ben più conosciuta Ivana Trump, modella ceca, con cui ha divorziato nel 1992 e alla quale ha dovuto dare non pochi dei suoi amarti milioni.

La causa della rottura tra Ivana e Donald fu l’attrice Marla Marple, con cui si sposò nel 1999. Ma anche con lei non fu un gran successo, dal momento che di lì a poco si separarono.
Donald Trump si sposa infine, per la terza volta, nel 2005, con Melania, dalla quale ha avuto 5 figli e con cui è ancora coniugato. Negli ultimi mesi sembra però che la relazione tra i due non proceda a gonfie vele, dal momento che spesso in pubblico Melania si è mostrata infastidita, schiva e ben poco propensa all’affetto del marito.

Chi è Melania Trump: moglie di Donald

Di certo Donald non è conosciuto solo per i suoi successi imprenditoriali e per le sue esperienze televisive. Ad essere sotto i riflettori è anche la moglie di Trump: Melania. Ex modella slovena, attuale cittadina americana e ideatrice di una linea di gioielli.

Melania Trump non è stata un personaggio importante nella campagna elettorale del marito nella prima corsa alla Casa Bianca, mentre ha cercato di avere un piccolo ruolo nella campagna elettorale di questo 2020. In questa corsa alle elezioni ha chiamato a raccolta le casalinghe americane, cercando di portarle a votare il marito e affermando che avranno sempre il suo appoggio.
Un personaggio piuttosto neutro però quello di Melania dal punto di vista politico, soprattutto se paragonata all’ex first lady Michelle Obama.

Non sembra inoltre riuscire ad ottenere i favori dell’elettorato straniero, dal momento che in più occasioni ha avuto parole di astio per questa categoria. Sebbene Melania abbia ricevuto la Green Card solo nel 1999, non sembra simpatizzare per coloro che vivono una situazione simile a quella da lei avuta.
La moglie di Donald Trump in passato ha infatti dichiarato in più occasioni che sono pochi gli stranieri che hanno rispetto delle regole e che, come lei, hanno un regolare permesso per stare negli Stati Uniti.

Chi è Donald Trump? Patrimonio e quanto guadagna

Donald Trump è da anni nella lista che viene stilata da Forbes per gli uomini più ricchi del mondo. Nel 2016, prima della corsa alla presidenza, il patrimonio di Donald Trump, secondo il sito americano, è di 3.7 miliardi di dollari. La ricchezza del Presidente si è però assottigliata nel corso della sua presidenza, complice anche la pandemia che su è abbattuta anche sui suoi affari. Nel 2020 Trump risulta essere possessore di un patrimonio di 2,1 miliardi di dollari.

Il patrimonio di Donald Trump dato ha sempre dato da pensare a molti, date le sue numerose proprietà e gli investimenti accumulati nel tempo. Le voci al riguardo sono inoltre molto discordanti, perché il patrimonio che Trump ha dichiarato in più occasioni di avere si aggira intorno ai 12 miliardi e in alcuni casi è arrivato anche a dire di possedere 14 miliardi. Ben diversa è però sempre stata non solo la stima che ne ha fatto Forbes, ma anche quella che esce dai dati Bloomberg.
Alcuni economisti hanno infatti visto che, nel 2016, in base ai documenti consegnati alla Federal Election Commission per la sua candidatura non si arriverebbe oltre i 3 miliardi.

La differenza deriverebbe dalle molte proprietà che in verità risultano essere sovrastimate e che invece al momento avrebbero un valore di mercato di gran lunga inferiore.
Il problema, secondo un articolo del The Economist, sarebbe che Trump in questi lunghi anni di investimenti non è mai riuscito a creare una grande azienda con un grande marchio.

In sostanza i proventi e i capitali immobiliari farebbero capo tutti a differenti aziende piccole, che non hanno le potenzialità per essere quotate in borsa. Quello che il The Economist vede come una pecca dell’imprenditore in realtà potrebbe essere stata una sua deliberata strategia, un modo per provare a pagare meno tasse, cercando di non avere un’unica grande azienda. La pandemia inoltre si è abbattuta come un tifone sulle sue finanze, facendo scivolare l’inquilino della Casa Bianca alla posizione numero 1001 della lista dei più ricchi del pianeta di Forbes. Il mercato immobiliare ad oggi non vive il suo momento più florido e così Trump scende nella lista dei paperoni del mondo, dopo che nel 2019 si era posizionato come numero 715.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories