Trump non è felice del nuovo rialzo dei tassi da parte della Fed

Trump manifesta ancora una volta il suo disaccordo nei confronti della banca centrale statunitense: “Rialzo? Non mi fa contento”

Trump non è felice del nuovo rialzo dei tassi da parte della Fed

La Federal Reserve ha alzato i tassi d’interesse per la terza volta quest’anno, in risposta a un’economia statunitense forte e un basso tasso di disoccupazione.
Solo qualche ora dopo, il Presidente Trump ha nuovamente criticato la banca centrale.

Il tycoon si è infatti detto “non felice” della mossa al rialzo durante una conferenza stampa a New York, aggiungendo che sarebbe più opportuno per il Paese approfittare di una situazione finanziaria favorevole per ripagare il debito o “creare ancora più posti di lavoro”.

La Fed ha progressivamente alzato i tassi negli ultimi tre anni, risollevandoli fino ai livelli pre-crisi. Si tratta di un organo progettato per essere indipendente dalle interferenze politiche, e i Presidenti in genere evitano di fare commenti sulla gestione monetaria.

Ma Trump già a luglio e ad agosto aveva espresso tutta la sua contrarietà al rialzo dei tassi, spiegando che può attenuare il vantaggio competitivo degli Stati Uniti nei confronti di altri Paesi.

La Fed alza i tassi e Trump non è contento

Durante una conferenza mattutina, Trump ha espresso il suo “scarso entusiasmo” per il rialzo, dichiarando di aspettarsi aiuto dalla Fed.

Durante lo stesso evento ha parlato anche Jerome Powell, direttore della banca centrale, che ha schivato le domande relative all’insoddisfazione di Trump e si è solo limitato a ribadire il comportamento distante dalla politica che la Fed deve assumere:

“Non teniamo mai in considerazione fattori politici o cose del genere. È questo che siamo, è così che agiamo e così faremo sempre.”

Da quando Trump è si è insediato alla Casa Bianca questo è il sesto rialzo, il terzo se si considera solo la gestione Powell.
Il direttore della Fed ha spiegato che il Board agisce solo dopo aver analizzato nel dettaglio lo scenario prima di determinare la politica dei tassi d’interesse:

“Il Congresso ci ha affidato un compito davvero molto importante per l’intero popolo americano e ci ha fornito gli strumenti per portarlo avanti. I miei colleghi e io ci concentriamo esclusivamente su questo lavoro”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Federal Reserve

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.