Lotta tempestiva alle frodi: il Fisco ribadisce il suo impegno e la massima attenzione nella lotta all’evasione fiscale

Con una nota apparsa sul proprio sito lo scorso 13 settembre l’Agenzia delle Entrate chiarisce la propria volontà di proseguire efficacemente i controlli sulle annualità 2012 e precedenti facendo chiarezza in merito ad alcuni articoli apparsi sulla stampa degli ultimi giorni.

L’Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa pubblicato lo scorso 13 agosto ribadisce la propria volontà di proseguire i controlli fiscali sull’annualità 2012 al fine di bloccare immediatamente eventuali frodi e recuperare le somme evase nel più breve tempo possibile.

In relazione ad alcuni articoli apparsi sulla stampa degli ultimi giorni, che riportano un’errata lettura dei contenuti della circolare 25/E del 2014, in cui è stata riportata la strategia per la prevenzione e il contrasto all’evasione, l’Agenzia delle Entrate ha ritenuto di dover comunicare, attraverso la pubblicazione di una nota sul suo sito ufficiale, che l’intento di concentrarsi esclusivamente sull’annualità 2012 negli accertamenti fiscali risponde esclusivamente ad esigenze di celerità ed economicità dell’azione amministrativa.

In questo modo, prosegue la nota, ‘“gli uffici dell’Agenzia potranno non solo accertare, ma anche recuperare effettivamente e nel più breve tempo possibile le somme evase”’.
L’Agenzia chiarisce, inoltre, che le annualità di imposta precedenti al 2012 ancora accertabili (anni 2009 e seguenti, anno 2008 per i soggetti che non hanno presentato la dichiarazione dei redditi), “saranno oggetto della massima attenzione” durante l’effettuazione dei relativi controlli.

Il Fisco ribadisce nel proprio comunicato che non vi è alcuna volontà di abbandonare l’attività di accertamento sulle annualità pregresse, ma verrà esclusivamente perseguito l’obiettivo di contrastate in modo tempestivo le frodi.

Il comunicato dell’Agenzia fa seguito alle recenti dichiarazioni rilasciate dal neo direttore Rossella Orlandi, secondo la quale “la vera rivoluzione è impedire l’evasione, non rincorrerla”. Queste dichiarazioni, che lasciavano trapelare un impegno più sull’accertamento dell’evasione quotidiana, che piuttosto sull’incassare le somme già accertate, ed in mano all’agente della riscossione (Equitalia Spa), avevano alimentato alcuni articoli pubblicati nei giorni scorsi su alcuni quotidiani, che avevano dato un’errata lettura della recente circolare 25/E del 2014 che ripercorre gli obiettivi dell’attività accertativa del Fisco.

L’Agenzia, quindi, ha ritenuto opportuno procedere con la pubblicazione di un comunicato stampa, per precisare e ribadire il suo pieno e completo impegno nell’attività di controllo e accertamento con le consuete modalità adottate sino a questo momento, concentrando i propri sforzi anche in un periodo notoriamente di vacanza, come quello di agosto.

Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 13 agosto 2014

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories