Forex: short sul franco, buy sul dollaro USA secondo Swissquote

I trade migliori per il 2018 hanno come oggetto la moneta elvetica e il biglietto verde: short sul franco, buy sul dollaro USA secondo Swissquote.

Forex: short sul franco, buy sul dollaro USA secondo Swissquote

Short sul franco svizzero, long sul dollaro statunitense secondo l’ultima nota emessa da Swissquote. Peter Rosenstreich, Head of Market Strategist e Arnaud Masset, analista presso la società svizzera leader nell’online banking e quotata alla Borsa di Zurigo ne sono convinti.

La Swiss National Bank - banca centrale della Svizzera - non oserà aumentare i tassi di interesse prima della Banca Centrale Europea, nonostante la moneta unica sia in fase di apprezzamento contro il franco svizzero. Secondo gli analisti, il primo ritocco al rialzo sui tassi da parte della SNB non avverrà prima del 2019, fattore che fa emergere un eccessivo ottimismo sulle valutazioni attuali.

La banca centrale della Svizzera intanto approfitta del sentiment positivo presente sui mercati, dettate dai dati macro incoraggianti. Così, lo short sul franco svizzero entra nei trade preferiti degli analisti di Swissquote per il 2018. La crescita dell’economia svizzera è migliorata proprio grazie all’indebolimento della valuta elvetica.

Dall’altra parte, il target di inflazione impostato dalla SNB rimane ancora molto distante e tale condizione sembra costringere l’istituto ad avere un atteggiamento cauto, caratterizzato da tassi inalterati e dall’impegno di intervenire nel mercato del Forex qualora nascesse la necessità.

Questa sera, intanto, gli occhi sono puntati sul dollaro statunitense e sulla Fed. In occasione della riunione odierna il mercato sconta quasi interamente un rialzo dei tassi di interesse di 25 punti base. L’attenzione è tutta sulle anticipazioni che Janet Yellen vorrà fornire sul ritmo dei prossimi rialzi. Il mercato attende 2/3 rialzi nei corso del prossimo anno.

Il Calendario Economico odierno ha poi confermato un buon andamento dell’inflazione statunitense: i prezzi al consumo nel mese di novembre mostrano una crescita annuale del 2,2%, contro il +2,0% del mese precedente.

Si conferma dunque positivo il trend sul dollaro USA, complice anche il rialzo inflazionistico incoraggiato dall’aumento del prezzo del petrolio.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Dollaro USA (USD)

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.