Facebook Journalism Project: cos’è e come funziona l’iniziativa salva-informazione

icon calendar icon person
Facebook Journalism Project: cos'è e come funziona l'iniziativa salva-informazione

Facebook Journalism Project: cos’è e come funziona? Il nuovo progetto aiuterà la formazione di un circolo virtuoso tra addetti all’informazione e fruitori.

Facebook Journalism Project: cos’è e come cancellerà le bufale dal social network? Facebook fa sul serio: dopo essere stato al centro delle polemiche durante l’ultima campagna elettorale americana riguardo l’incapacità di contrastare il proliferare sfrenato delle notizie false nella news feed di milioni di utenti, il social network numero 1 decide di difendere l’informazione in maniera decisa.

Qualche tempo fa avevamo parlato di Facebook Collections, il sistema che insieme ai gruppi editoriali avrebbe garantito sul social network la presenza dei contenuti sponsorizzati di news e approfondimenti. Facebook Journalism Project è invece diverso, poiché è un progetto ancora più ambizioso: l’attenzione di Mark Zuckerberg è sempre più verso l’informazione oltre la condivisione, con notizie di qualità e non con false news create ad hoc solo per far salire il numero di condivisioni.

Allora ecco il lancio di una nuova piattaforma adatta a fornire informazioni dettagliate, e sopratutto veritiere, ai milioni di utenti di Facebook. Fidji Simo, direttore di Facebook, ha sottolineato come far crescere il sano giornalismo sia una delle priorità del social network. Inoltre, il nuovo strumento trasformerà il giornalismo in una chiave ancora più social, vediamo come.

Cos’è Facebook Journalism Project? L’obiettivo della nuova piattaforma di Facebook è quello di creare un legame stretto tra il social network e il mondo dell’informazione, in cui le collaborazioni tra giornalisti, professionisti e educatori siano in una catena di condivisioni sicure per gli utenti.

Facebook Journalism Project è la dimostrazione di come il social network riconosca di non essere più soltanto una community dove condividere contenuti con i propri amici, bensì una parte importante della comunicazione mondiale.
Quindi con l’annuncio dato su un blog della società, Facebook ha lanciato la nascita del Facebook Journalism Project, un grande settore in cui gli attori saranno editori grandi e piccoli, giornalisti, siti d’informazione e organizzazioni locali.

Vediamo nel dettaglio cos’è Facebook Journalism Project, come funziona e se davvero potrà garantire la condivisione di informazioni sicure.

Che cos’è Facebook Journalism Project?

Facebook non ha spiegato nel dettaglio cosa sarà il nuovo progetto, ma ha dichiarato di voler lavorare insieme a editori per una nuova distribuzione delle notizie, invece di progettare le novità in autonomia e di far adeguare, come era accaduto poco tempo fa per gli Instant Articles.

Sicuramente la creazione del Facebook Journalism Project è direttamente legata alla strategia di chiusura verso il traffico di notizie false che ha raggiunto il suo picco nel 2016. Oltre alle mosse di difesa per combattere le fake news, Facebook si sta attrezzando quindi per forgiare un nuovo tipo di comunicazione di news all’interno del social che sia garantita: questo prevede l’educazione di addetti all’informazione e utenti, per far capire quando una notizia è reale e quando no.

Sono tre i punti su cui si basa Facebook Journalism Project: lo sviluppo collaborativo del prodotto, la formazione e gli strumenti per i giornalisti e per gli utenti. Per consentire un lavoro più completo, Facebook metterà a disposizione gratuitamente a disposizione degli editori sia grandi che piccoli CrowdTangle, un prodotto recentemente acquisito dalla società che raccoglie dati utili alla creazione di notizie sul social network.

Come funziona Facebook Journalism Project?

Prima di vedere come funziona Facebook Journalism Project è importante sottolineare come Facebook abbia finalmente confermato il suo ruolo fondamentale nel mondo dell’informazione dopo che Mark Zuckerberg per anni aveva quasi negato le responsabilità seppur indirette del social network relegandolo al ruolo di una community dove condividere liberamente pensieri e idee.

Facebook Journalism Project: sviluppo collaborativo del prodotto

Diversamente dal passato, Facebook porterà avanti il progetto con tutti i partner sin dalle fasi iniziali, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione come Live, Instant Articles, immagini e video a 360°. Poi sarà posta attenzione alle notizie locali e ai business emergenti, per questo Bild collaborerà ad alcune prove. Saranno organizzati incontri in tutto il mondo, compreso il il Perugia Festival of Journalism del prossimo aprile, tra ingegneri, sviluppatori e partner commerciali.

Facebook Journalism Project: formazione e strumenti per i giornalisti

Facebook lancerà nuovi corsi - non solo e-learning - su prodotti, servizi e strumenti di Facebook, tra cui Facebook Live. Verrà rafforzato e garantito anche il supporto dei testimoni oculari, le cui segnalazioni saranno interpretate e verificate da giornalisti che lo fanno di lavoro.

Facebook Journalism Project: formazione e strumenti per gli utenti

Aiutando i testimoni oculari, Facebook si impegna quindi a sostenere tutti gli utenti, per fornire loro non solo notizie sicure ma anche gli strumenti per creare notizie sicure e per scindere tra notizie vere e false.

Segui Money.it su Facebook

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Facebook

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]