Chi ha perso il lavoro può diventare infermiere: lo Stato offre corsi gratuiti e retribuiti

Chi è rimasto disoccupato a causa del lockdown vada a fare l’infermiere. È la proposta del governo belga, che offre corsi riqualificazione professionale gratuiti e retribuiti.

Chi ha perso il lavoro può diventare infermiere: lo Stato offre corsi gratuiti e retribuiti

Chi si è ritrovato disoccupato per via dell’emergenza coronavirus può diventare infermiere. È la proposta avanzata in questi giorni dal governo belga per far fronte alla crisi.

Un team di esperti governativi infatti, con un sondaggio che ha coinvolto migliaia di aziende belghe, ha rivelato che l’impatto economico della pandemia potrebbe mettere a rischio circa 200.000 posti di lavoro.

Coronavirus, chi ha perso il lavoro può diventare infermiere

Maggie De Block, ministra della Salute belga, ha spiegato nel dettaglio la proposta di governo: “Offriremo la possibilità alle persone che hanno perso il lavoro durante l’emergenza coronavirus di riqualificarsi come infermieri”, aggiungendo che la formazione sarà gratuita e che chi parteciperà al programma nel frattempo verrà retribuito.

In Belgio infatti le strutture sanitarie registrano una carenza di infermieri, circa 5.000 posti di lavoro vacanti, esacerbata dall’emergenza sanitaria. Questa idea del governo andrebbe a far parte di un programma di occupazione più ampio, chiamato Formation 600, che offre già la possibilità di una formazione infermieristica gratuita ai membri del personale ospedaliero, compresi quelli che non hanno una formazione medica come i dipendenti amministrativi.

I sindacati in rivolta

De Block e il governo stanno attualmente affrontando un’ondata di critiche da parte dei sindacati infermieristici a causa di un provvedimento che consente il reclutamento di operatori sanitari non qualificati per fornire assistenza infermieristica.

In più c’è molto malcontento anche tra la popolazione, fomentato dalla destra fiamminga del partito Vlaams Belang, che accusa la premier Sophie Wilmes di aver gestito male l’emergenza sanitaria nel Paese, causando il più alto tasso di mortalità in Europa con oltre 55mila contagiati e 9mila morti su una popolazione di 11 milioni di abitanti.

Il governo però si difende sostenendo che un così alto numero di decessi sia da imputare al fatto che i dati tengono conto anche dei morti che si sospetta siano legati alla COVID-19, al contrario di quanto non facciano molti altri Paesi, e che il tasso di mortalità è in realtà in linea con quello di altri Stati come Francia e Olanda.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

1248 voti

VOTA ORA