Concorso scuola, ultime notizie: attesa bando e problemi logistici

Rosaria Vincelli

16 Febbraio 2016 - 11:57

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ancora attesa per il Concorso scuola 2016. Firmato il Regolamento per le nuove classi di concorso, ma intanto si presentano problemi logistici visto l’alto numero di candidati. Ecco le ultime notizie.

Cresce l’attesa per l’uscita del bando per il Concorso scuola 2016 che doveva essere pubblicato il mese di dicembre. Ad oggi non arrivano ancora conferme sulla data di pubblicazione anche se il Regolamento per le nuove classi di concorso reca la firma del Presidente della Repubblica. Si presentano, però, problemi logistici visto l’alto numero di candidati. Ecco le ultime notizie.

Concorso scuola, ultime notizie: uscita bando e polemiche insegnanti

La pubblicazione del bando per il Concorso scuola 2016 era prevista per il mese di dicembre 2015, ma a due mesi si distanza dalla data inizialmente stabilita ancora non ci sono notizie certe.

Il Concorso scuola prevede l’assunzione a tempo indeterminato di 63.712 insegnati suddivisi in 52.828 comuni, 5.766 sostegno e 5.118 potenziamento e l’accesso alle selezioni per gli insegnati abilitati TFA e PAS. Da qui parte la polemica dei docenti.

Infatti, secondo gli insegnati in possesso dell’abilitazione, come già sottolineato da tempo anche con manifestazioni e scioperi, il Concorso scuola sarebbe superfluo e il possesso del titolo abilitante previsto dal TFA dovrebbe avere valore concorsuale.

I docenti contestano l’inutilità di un percorso formativo, lungo e difficile, quale quello del TFA (Tirocinio Formativo Attivo) se poi per accedere all’insegnamento è comunque necessario sottoporsi ad un concorso, ma più volte il MIUR ha ribadito la natura non concorsuale del TFA.

Ad oggi, come abbiamo detto, non c’è alcuna certezza sulla data di uscita del bando, ma si prevedono tempi brevi anche perché una questione è stata risolta: il Regolamento sulle classi di concorso per il Concorso scuola 2016 è stato approvato.

Fino a poche settimane fa, infatti, seppure vi era stata l’approvazione del Regolamento da parte del CdM ancora non era stata apposta la firma del Presidente della Repubblica, invece adesso un passo avanti è stato fatto.

Stando agli ultimi aggiornamenti, infatti, Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica, ha firmato il Regolamento per le nuove classi di concorso, ossia il decreto sulle “Disposizioni per la razionalizzazione e l’accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento a norma dell’art. 64 comma 4 lettera a) del decreto legge 25 giugno 2008 n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008 n. 113”. Con il nuovo Regolamento le classi di concorso passano da 168 a 113.

Concorso scuola, ultime notizie: troppi candidati

Visti gli ultimi progressi non ci resta che attendere l’uscita del bando che dovrebbe avvenire a breve, ma nonostante l’approvazione del Regolamento sulle classi di concorso ed il superamento di altre questioni di fondamentale importanza da risolvere prima dell’uscita del bando, ora si fanno strada problemi concreti: l’alto numero di candidati.

Infatti, stando alle ultime notizie, sembra altissimo il numero di candidati che intende partecipare al Concorso scuola 2016 e questo ha generato problemi logistici soprattutto relativamente alla prova computer based, ossia da svolgere in postazione informatica.

Il MIUR è ora chiamato, infatti, a dover trovare una soluzione entro il 19 febbraio: individuare aule informatiche che dovranno rispettare dei parametri per consentire lo svolgimento della prova.

Le aule dovranno avere un’unica postazione presso la quale è consentito l’accesso ad internet, mentre tutte le altre dovranno essere collegate ad una rete interna dalla quale non è possibile accedere al web.

Inoltre le singole postazioni non devono consentire di cancellare la prova e i dati relativi al candidato.

Per avere maggiori delucidazioni non resta che attendere l’uscita del bando ed il 19 febbraio per sapere quale soluzione il MIUR ha ritenuto più idonea in relazione alla sede di svolgimento della prova computer based.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories