Concorso Scuola 2016: gli elenchi degli USR sul luogo della prova scritta

Simone Micocci

13 Aprile 2016 - 13:56

14 Aprile 2016 - 11:18

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Concorso Scuola 2016: ecco gli elenchi degli Uffici Scolastici Regionali in cui ci sono gli abbinamenti candidati/aula per la prova scritta del concorso a cattedre.

Concorso Scuola 2016: ecco tutti gli aggiornamenti sul luogo e l’ora in cui ogni candidato dovrà sostenere la prova scritta.

Ieri, il MIUR ha pubblicato il calendario completo della prima prova del Concorso Scuola 2016, tuttavia alcuni insegnanti non hanno capito dove dovranno sostenere lo scritto.

Infatti, il MIUR ha pubblicato solamente il calendario generale per ogni classe di concorso, indicando nel 28 aprile l’inizio delle prove scritte del concorso per docenti. Gli scritti proseguiranno fino al 31 maggio e sono previste due sessioni al giorno, una la mattina e l’altra nel pomeriggio.

In totale le prove scritte saranno 93, perché bisogna considerare anche gli accorpamenti per ambiti di alcune classi di concorso.

Nonostante queste informazioni di carattere generale, il MIUR non ha pubblicato gli abbinamenti candidati/aula, e quindi la maggior parte di coloro che dovranno sostenere il prossimo Concorso Scuola 2016 dovranno aspettare ancora qualche giorno prima di capire dove dovranno sostenere lo scritto.

Infatti, come possiamo leggere nel comunicato del MIUR: “sui siti degli Uffici Scolastici Regionali (USR), saranno pubblicati gli elenchi dei candidati per ciascuna prova, con l’abbinamento candidato/aula. Gli elenchi saranno pubblicati gradualmente e comunque almeno 15 giorni prima dello svolgimento dello scritto”.

Per conoscere il luogo in cui bisognerà sostenere la prima prova del concorso a cattedre ogni candidato dovrà controllare periodicamente gli elenchi pubblicati dagli USR della propria regione.

Inoltre, ieri il MIUR ha inviato ai vari USR tutte le indicazioni operative su come verranno svolte le prove e alla fine dell’articolo trovate tutti i punti più importanti di questa comunicazione.

Concorso Scuola 2016: dove sostenere la prova scritta?

Per tenervi aggiornati sul luogo in cui dovrete sostenere la prima prova del Concorso Scuola 2016 abbiamo pensato di fare una lista in cui potrete scaricare tutti gli elenchi pubblicati dagli USR delle varie regioni.

Quindi, per controllare in tempo reale gli elenchi pubblicati dagli Uffici Scolastici non dovrete far altro che cliccare sulla regione in cui dovrete sostenere l’esame:

Abruzzo clicca qui
Calabria clicca qui
Campania clicca qui
Emilia Romagna clicca qui
Lazio clicca qui
Liguria clicca qui
Lombardia clicca qui
Marche clicca qui
Molise clicca qui
Piemonte clicca qui
Puglia clicca qui
Sardegna clicca qui
Sicilia clicca qui
Toscana clicca qui
Umbria clicca qui
Veneto clicca qui

Concorso Scuola 2016: le indicazioni del MIUR

Il MIUR ha inviato una nota agli Uffici Scolastici Regionali in cui ha elencato le indicazioni relative allo svolgimento delle prove scritte. Ecco quali sono i punti più importanti di questa nota:

  • i candidati svolgeranno la prova scritta direttamente al computer;
  • a parità di classi di concorso tutte le prove avverranno in contemporanea su tutto il territorio nazionale;
  • durante la prova scritta, nell’istituto scolastico sarà presente una Commissione Giudicatrice, il Comitato di Vigilanza, uno o più responsabili tecnici d’aula e il personale addetto a compiti di sorveglianza ed assistenza interna;
  • le operazioni di identificazione dei candidati iniziano alle 8:00 per il turno mattutino e alle 14:00 per il pomeridiano;
  • ogni candidato dovrà essere munito di un documento di riconoscimento in corso di validità, del codice fiscale e di copia della ricevuta del versamento dei diritti di segreteria da esibire e consegnare al momento delle operazioni di riconoscimento;
  • smartphone, tablet e notebook devono essere consegnati ai docenti incaricati della sorveglianza;
  • le prove scritte per i posti comuni sono composte da otto quesiti: 6 inerenti tematiche disciplinari, culturali e professionali, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento e 2 (ciascuno dei quali articolato in cinque domande a risposta chiusa) finalizzati a verificare la comprensione di un testo in lingua straniera.

Queste sono le linee generali, per tutte le altre informazioni sulle indicazioni del MIUR potete leggere la nota ufficiale.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories