Codice fiscale: come verificarlo con il nuovo servizio dell’Agenzia delle Entrate

Nuovo servizio dell’Agenzia delle Entrate che permette di verificare la correttezza del codice fiscale, e la sua correlazione con i dati anagrafici della persona fisica o la denominazione di una persona giuridica: ecco come usarlo correttamente.

L’Agenzia delle Entrate ha rinnovato i propri servizi mettendo a disposizione una nuova applicazione online che permette di verificare in modo semplice e immediato la correttezza del proprio codice fiscale. L’utilizzo è molto semplice: è infatti sufficiente digitare le 16 cifre e lettere che compongono il proprio codice nella pagina web del servizio (qui raggiungibile), e attendere pochi istanti per l’avvenuta verifica. Una volta verificato, il codice fiscale così controllato potrà essere utilizzato validamente per tutte le pubbliche amministrazioni, e per i soggetti pubblici e privati.

Il servizio di verifica online è infatti integrato mediante un confronto dei dati inseriti nell’applicativo con quelli che invece sono registrati nell’Anagrafe Tributaria. Ma vediamo, passo dopo passo, in che modo poter procedere alla verifica del proprio codice fiscale:

1) Collegarsi al sito “Servizio di verifica del codice fiscale”: è sufficiente seguire questo collegamento diretto. Sarà quindi possibile scegliere se verificare il codice fiscale di una persona fisica o di un soggetto diverso dalla persona fisica, verificare la corrispondenza tra il codice fiscale e i dati anagrafici di una persona fisica, o ancora verificare la corrispondenza tra il codice fiscale e la denominazione di un soggetto diverso da persona fisica.

2) Verifica codice fiscale: nella prima delle tre ipotesi, sarà sufficiente inserire il codice fiscale della persona interessata, e inserire nel campo “Codice di sicurezza” i caratteri che sono riportati a video. Cliccando su “invia” si otterrà un responso immediato. Nell’ipotesi in cui il codice fiscale sia stato inserito correttamente, l’esito sarà “CODICE FISCALE VALIDO”.

3) Verifica corrispondenza tra il codice fiscale e i dati anagrafici di una persona fisica: con questa seconda opzione sarà possibile confrontare la corrispondenza tra il codice fiscale e i dati anagrafici di un soggetto persona fisica, intendendo per tali il cognome, il nome, la data di nascita, la provincia di nascita e il sesso. Anche in questo caso sarà comunque necessario compilare il campo con il “Codice di sicurezza” e cliccare invio. In pochi secondi la procedura ci fornirà un riscontro positivo o negativo.

4) Verifica corrispondenza tra il codice fiscale e la denominazione di un soggetto diverso dalla persona fisica: in quest’ultima ipotesi sarà invece sufficiente inserire il codice fiscale di una persona giuridica, e la sua denominazione. La procedura dell’Agenzia delle Entrate effettuerà un incrocio dei dati, fornendo un esito positivo nell’ipotesi di congruità della correlazione.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Argomenti:

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.