Bundesliga riparte con tifosi di cartone e audio finto: cos’è successo

La Bundesliga è ripartita ma i tifosi stanno storcendo il naso per alcune iniziative come i cartonati al posto del pubblico e l’utilizzo di suoni registrati per riprodurre l’atmosfera dello stadio.

Bundesliga riparte con tifosi di cartone e audio finto: cos'è successo

Audio finto e tifosi di cartone? È questa la soluzione adottata dalle squadre di Bundesliga e dalle emittenti televisive per orchestrare il grande ritorno del calcio tedesco nell’emergenza coronavirus.

Due iniziative che hanno lasciato di stucco tanti tifosi abituati a un’esperienza completamente diversa. Alcuni gruppi organizzati hanno voluto manifestare il proprio dissenso, sottolineando come senza tifoserie alla fine il calcio non sia fondamentalmente la stessa cosa.

Bundesliga: tifosi di cartone e cori finti allo stadio

Il calcio tedesco è già ripartito mentre la Serie A attende ancora il parere del Governo. Le iniziative per consentire la ripresa della Bundesliga si sono moltiplicate, sia da parte dei club sia delle emittenti televisive. Così ci si ritrova catapultati in una versione 2.0, ai limiti della distopia, con tifosi di cartone e cori finti. Tra esultanze strozzate in gola per i calciatori, senza la possibilità di abbracciare i compagni, e norme di sicurezza anti-contagio, non è di certo lo sport cui eravamo abituati.

Durante la sfida tra Borussia Mönchengladbach e Bayer Leverkusen disputata lo scorso 23 maggio sono apparsi per la prima volta dei cartonati del pubblico, ogni sostenitore ha infatti sborsato ben 19 euro per vedersi riprodotto sugli spalti. Circa 13mila le sagome presenti tra cui anche quelle della dirigenza della società di casa e di alcune leggende del passato.

Le gare a porte chiuse comportano anche questo ma il fondo secondo molti tifosi sarebbe stato toccato dalle emittenti televisive, costrette a riprodurre audio virtuali, con tanto di cori e tamburi campionati per ricreare l’ambiente-stadio nonostante nessuno sia realmente presente. Chiaramente si tratta solamente di un’opzione che può essere selezionata o meno dall’utente. Si può infatti scegliere di ascoltare i suoni live dell’impianto vuoto, con il focus che verrà dirottato sulle indicazioni degli allenatori e sui movimenti del pallone.

Le proteste dei tifosi

Anche per questo diversi gruppi organizzati hanno voluto far sentire la propria voce per mezzo di striscioni abbastanza significativi. “Per il Borussia, contro le partite fantasma. Il calcio senza tifosi è niente!”, si è letto al Borussia-Park mentre a Paderborn, dove è andata in scena la sfida con l’Hoffenheim poi terminata in parità per 1 a 1, è apparsa la stessa scritta accompagnata da un altro messaggio: “Articolo Uno: la Bundesliga è al di sopra di tutto”.

Un’ulteriore conferma di quanto riferito dal quotidiano tedesco Bild, secondo cui in Germania la maggior parte delle persone non sarebbe d’accordo con il ritorno sul rettangolo verde. Solo il 31% si è schierato a favore in un recente sondaggio.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories