Borsa Oggi, 6 maggio 2022: le banche spingono al ribasso il Ftse Mib

Luca Fiore

06/05/2022

06/05/2022 - 18:08

condividi

La settimana della Borsa oggi, 6 maggio 2022, si è chiusa in rosso. Sul Ftse Mib pesano in particolare le vendite sui titoli del comparto bancario. Terzo segno più consecutivo per il prezzo del petrolio.

Borsa Oggi, 6 maggio 2022: le banche spingono al ribasso il Ftse Mib

La settimana della Borsa oggi si è chiusa in rosso: sul Ftse Mib spiccano in particolare le vendite sui titoli del comparto bancario: UniCredit ha segnato un -4,08% mentre Intesa Sanpaolo ha chiuso con un -2,32%.

L’istituto guidato da Carlo Messina tra gennaio e marzo ha registrato un’ultima riga di conto economico di poco superiore al miliardo euro, sotto le stime a causa del rettifiche di valore sulle attività in Russia e Ucraina.

Indicazioni negative sono arrivate dalla guidance sull’utile 2022 che da un valore maggiore di 5 miliardi passa a "oltre 4 miliardi”.

Il day-after la peggiore seduta da inizio anno per Wall Street, l’attenzione degli operatori è stata monopolizzata dai numeri relativi il saldo delle buste paga nei settori non agricoli (non-farm payrolls) ed il tasso di disoccupazione Usa: il primo dato, stimato a +390 mila unità, si è attestato a 428 mila mentre il secondo, visto in ulteriore contrazione al 3,5%, si è confermato al 3,6%.

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il future sul petrolio Brent segna un +1,8% a 112,9 dollari al barile mentre l’eurodollaro quota 1,0579, +0,4% rispetto al dato precedente.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:45: Ftse Mib, Leonardo ritraccia i guadagni della prima parte

La giornata del Ftse Mib si è chiusa a 23.475,72 punti, -1,2% rispetto al dato precedente.

In rally nella prima parte in scia dei conti, Leonardo ha chiuso con un +0,31%.

Il colosso italiano dell’aerospaziale ha terminato il primo trimestre con ordini per 3,8 miliardi di euro (+10,8%), ricavi a 3 miliardi (+7,7%) ed un Ebita di 132 milioni (+38,9%). La guidance 2022 è stata confermata.

La società ha inoltre fatto sapere di essersi assicurata, in partnership con CRI Group (gruppo VASS), il contratto per la cyber security dell’agenzia europea eu-Lisa.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib piatto, Stellantis top performer

Poco prima delle 13 il Cac40 scende dell’1,18%, il Dax dell’1,08% ed il Ftse Mib quota invariato (-0,03%).

La performance migliore sul paniere principale è registrata da Stellantis (+3,71%) mentre Eni ed Enel salgono rispettivamente dell’1,58 e dello 0,74 per cento.

Future Wall Street: prevista apertura in calo

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un -0,17%, quello sullo S&P500 scende dello 0,39% e il future sul Nasdaq segna un -0,68%.

Aggiornamento ore 09:25: Ftse Mib, Mediobanca e Banco Bpm in controtendenza

Il Ftse100 in avvio scende dello 0,8%, il Cac40 segna un -1,5%, il Dax perde l’1,1% ed il Ftse Mib passa di mano a 23.581,85 punti, -0,75% sul dato precedente.

Tra i pochi segni più troviamo quello di Mediobanca (+0,3%), dopo che dalle comunicazioni Consob è emerso che Caltagirone è salito al 5,499% del capitale, ed il +0,51% di Banco Bpm che nel primo trimestre ha battuto le stime grazie a minori rettifiche su crediti.

Forte segno meno per Banca Mps (-2,88%) che ha chiuso il primo trimestre in utile per 9,7 milioni di euro, contro i +119 milioni del Q1 2021. -4,6% per il fatturato a 783 milioni.

In calo dello 0,3%, lo spread quota 198 punti base.

Borse Asia: segno più per Tokyo

L’indice Hang Seng segna un -4,06%, il China A50 ha chiuso con un -2,67% mentre l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un -2,16%.

Grazie ad un +0,69% a Tokyo il Nikkei si è fermato a 27.003,56 punti.

Wall Street: peggior seduta da inizio anno

Il timore di una stagflazione ha portato il Dow Jones a chiudere con un -3,12%, lo S&P500 ha terminato con un -3,56% ed il Nasdaq ha lasciato sul campo il 3,56%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.