Borsa Italiana: i titoli caldi di martedì 2 ottobre

Seduta caratterizzata dalle vendite sul FTSE Mib. L’Ufficio studi di Money.it propone una selezione fra i titoli più interessanti all’interno dell’indice italiano dal punto di vista operativo per l’attuale giornata di trading

Borsa Italiana: i titoli caldi di martedì 2 ottobre

Apertura pesante a Piazza Affari, con l’indice il FTSE Mib che apre in gap down a 20.337,14 punti, lasciando sul terreno l’1,32% rispetto alla chiusura di ieri.

A pesare sono ancora le tensioni a livello politico, con lo spread tra Btp e Bund che vola, attestandosi a 295,3 punti base.

In questo contesto, l’Ufficio Studi di Money.it offre la quotidiana carrellata sui titoli più interessanti da monitorare durante la seduta odierna:

  • BREMBO: l’andamento delle quotazioni reagisce in maniera chirurgica sul supporto dinamico disegnato collegando i minimi del 23 agosto a quelli del 10 settembre scorso. Se nella seduta odierna quota 11,54 euro dovesse venire superata, ci sarebbero buone possibilità di un ritorno di forza dei compratori. Tale rimbalzo potrebbe portare le quotazioni al test della resistenza dinamica che transita a 12,153 euro.
  • GENERALI ASSICURAZIONI: il titolo si sta avvicinando alla zona supportiva fornita dal passaggio della linea di tendenza che collega i minimi del 30 maggio a quelli del 3 luglio 2018. Nelle scorse sedute, i prezzi sono stati respinti dalla resistenza posta a 15,555 euro, zona che corrisponde all’inizio del gap down aperto dal 21 maggio scorso. I corsi potrebbero effettuare un rimbalzo su tale supporto, che consentirebbe al leone di Trieste di smarcarsi dalla pressione ribassista e riuscire a recuperare in un primo momento il gap di area 15,25 euro, per poi passare a quello posto a 16,04 euro. Appare dunque piuttosto interessante monitorare il comportamento dei prezzi al contatto della zona supportiva menzionata, considerando che la tendenza di breve periodo è lateral-rialzista.
  • MEDIOBANCA: i corsi della banca milanese continuano a mostrare debolezza, arrivando nel corso della seduta di ieri al supporto dinamico ascendete offerto dalla linea di tendenza che conta i minimi del 29 maggio e 2 luglio 2018. Tale linea ha già fatto fronte a ben tre attacchi da parte dei venditori e potrebbe rivelarsi anche in questo caso una valida catalizzatrice di acquisti. Occorrerà dunque osservare durante la seduta odierna se i corsi sfrutteranno quest’area per effettuare un rimbalzo, offrendo opportunità rialziste. Al contrario, la rottura di detta trendline determinerebbe con buona probabilità un’accelerazione ribassista.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.