Borsa Italiana Oggi, 11 ottobre 2021: gli energetici non bastano, Ftse Mib chiude in rosso

Luca Fiore

11/10/2021

11/10/2021 - 17:57

condividi

Nonostante un comparto energetico tonico, segno meno in avvio di ottava per la Borsa Italiana oggi, 11 ottobre 2021. Sul Ftse Mib spicca, in negativo, la performance di Enel. Spread in aumento.

Borsa Italiana Oggi, 11 ottobre 2021: gli energetici non bastano, Ftse Mib chiude in rosso

La prima seduta della settimana della Borsa Italiana oggi si è chiusa in rosso nonostante i rialzi registrati sul Ftse Mib dai titoli del comparto energetico.

A spingere la domanda sul comparto oil è il +2,16% messo a segno dal future sul Brent, in aumento a 84,17 dollari al barile mentre l’eurodollaro è stabile a 1,15728 (+0,03%).

Nel corso della settimana riflettori puntati sull’avvio della nuova stagione delle trimestrali negli Stati Uniti e sui verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in calo di mezzo punto percentuale

La prima seduta della settimana del Ftse Mib è terminata a 25.930,46 punti, -0,46% rispetto al dato precedente.

Aumento di poco inferiore al punto percentuale per lo spread Btp-Bund, salito a 108 punti base.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib, lettera su Enel

A metà seduta il Cac40 ed il Dax arretrano di un quarto di punto percentuale mentre il Ftse Mib scende dello 0,86%.

Il paniere delle blue chip quota in rosso nonostante i rialzi tra i titoli del comparto energetico (+0,7% di Saipem, +1,82% di Tenaris e +1,03% di Eni).

La performance peggiore è registrata da Enel, in contrazione del 3,11%. Lettera anche su Terna (-1,51%) e su Hera (-1,25%).

Fitch Ratings ha migliorato l’outlook su Generali (-0,32%) da “stabile” a «positivo».

Incremento di quasi due punti percentuali per lo spread Btp-Bund, in aumento a 109 punti base.

Future Wall Street: prevista debolezza

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un -0,29%, quello sullo S&P500 perde lo 0,43% e il future sul Nasdaq lascia sul campo lo 0,66%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, denaro sul comparto oil

Il Ftse100 parte in aumento dello 0,28%, il Cac40 segna un +0,05%. il Dax un -0,12% ed il nostro Ftse Mib passa di mano a 26.033,82 punti (-0,07%).

Anche oggi sul Ftse Mib le performance migliori sono appannaggio dei titoli del comparto energetico con il +2,14% di Saipem, il +1,63% di Tenaris ed il +1,64% di Eni.

Denaro anche BPER Banca e UniCredit (+1,02% e +0,97%) mentre su Enel (-1,49%) ed Hera (-0,55%) a prevalere sono le vendite.

Con gli ultimi acquisti, Leonardo Del Vecchio detiene circa 5,4% di Generali (-0,21%). Fitch Ratings ha migliorato l’outlook sulla compagnia triestina da “stabile” a «positivo».

Nel settore dei titoli di Stato, lo spread Btp-Bund è stabile a 107 punti base.

Borse Asia: Tokyo consolida sopra i 28mila punti

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, quota in aumento dell’1,8%, il China A50 ha segnato un +0,8% e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un -0,28%.

Incremento dell’1,6% per Tokyo, dove il Nikkei ha chiuso a 28.498,20 punti.

Wall Street: indici chiudono deboli

L’ulitma seduta della settimana si è chiusa con il Dow Jones piatto (-0,03%), con lo S&P500 che ha segnato un -0,19% e con il Nasdaq in contrazione di mezzo punto percentuale.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.