Borsa Oggi, 16 ottobre 2020: Ftse Mib positivo, BPER spicca il volo

La Borsa oggi, 16 ottobre 2020, ha chiuso in solido territorio positivo. Sul paniere principale spicca il +8% di BPER. Giornata di guadagni anche per Moncler e Fiat Chrysler. Spread in decisa contrazione

Borsa Oggi, 16 ottobre 2020: Ftse Mib positivo, BPER spicca il volo

Dopo le forti vendite di ieri, alla Borsa Oggi è riuscito l’atteso rimbalzo.

Nonostante le indicazioni dal fronte sanitario, le borse europee nella seconda parte hanno capitalizzato le notizie arrivate dagli Stati Uniti, dove Pfizer ha detto che potrebbe presentare richiesta per l’uso d’emergenza del suo vaccino alla fine di novembre.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, l’eurodollaro passa di mano invariato a 1,17163 (+0,09%) mentre, tra le commodity, un barile di Brent con consegna dicembre segna 42,97 dollari, -0,4% rispetto al dato precedente.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib tonico, BPER spicca il volo

L’ultima seduta della settimana del Ftse Mib si è chiusa a 19.389,68 punti (+1,7%) mentre lo spread Italia-Germania è sceso a 128 punti base (-6,1%).

Nel comparto bancario riflettori sempre puntati su Banco BPM (+2,86%), al centro di un processo che, oltre al Credit Agricole, potrebbe vedere coinvolte anche UniCredit (+0,65%) e BPER (+8,1%).

Focus anche su STMicroelectronics (+0,48%) che ha annunciato l’acquisizione di SOMOS Semiconductor, e su Leonardo (+2,04%) inizialmente penalizzata dalla notizia della condanna a 6 anni per l’ex presidente di MPS (-2,52%) e attuale Ad, Alessandro Profumo.

Le indicazioni arrivate dalle immatricolazioni di auto, in aumento dell’1,1% a settembre, hanno permesso a Fiat Chrysler di chiudere con un +4,23%, mentre, grazie ai conti presentati dalla francese LVMH, le azioni Moncler hanno terminato in aumento del 4,1%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: Ftse Mib, Banco BPM e Leonardo sotto i riflettori

Alle 13 il Ftse Mib segna un +0,56%, il Cac40 registra un +1,79% ed il Dax un +1,08%.

Segno meno per il differenziale Italia-Germania, in calo a 131 punti base (-2,6%).

Incremento dello 0,78% per Banco BPM che, secondo i giornali in edicola, oltre ai pretendenti francesi (Credit Agricole) potrebbe realizzare operazioni straordinarie anche con UniCredit (-1,2%) e BPER (+3,38%).

Focus anche su STMicroelectronics(+1,1%) che ha annunciato l’acquisizione di SOMOS Semiconductor, e su Leonardo (+0,84%) dopo la notizia della condanna a 6 anni per l’ex presidente di MPS e attuale Ad, Alessandro Profumo.

La società ha espresso piena fiducia nel manager rendendo noto che “non sussistono cause di decadenza dalla carica di Ad”.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

In scia con l’andamento delle borse europee, anche i listini statunitensi dovrebbero avviare le contrattazioni sopra la parità.

Al momento, il derivato sul Dow Jones registra un +0,12%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,1% e il future sul Nasdaq scambia in sostanziale parità (+0,04%).

Ftse Mib, aggiornamento ore 9:25: Leonardo sotto i riflettori dopo condanna di Profumo

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 16 ottobre 2020, quota 19.105,18 punti, +0,21% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania si attesta a 129,6 punti base (+2,4%).

Avvio di contrattazioni in positivo anche per il Cac40 (+1,45%), per il Dax (+0,61%) e per il Ftse100 (-1,35%).

Nel comparto bancario riflettori sempre puntati su Banco BPM (-0,03%). Oltre all’ipotesi di una fusione con gli asset italiani del Credit Agricole circolata ieri, secondo i giornali in edicola non è possibile escludere le strade che portano ad operazioni straordinarie con UniCredit (-1,86%) e BPER (+0,95%).

Focus anche su STMicroelectronics(+0,55%) che ha annunciato l’acquisizione di SOMOS Semiconductor, società di semiconduttori fabless (progettazione e vendita senza la fabbricazione), e su Leonardo (-3,83%) dopo la notizia della condanna a 6 anni per l’ex presidente di MPS e attuale Ad, Alessandro Profumo.

La società ha espresso piena fiducia nel manager rendendo noto che “non sussistono cause di decadenza dalla carica di Ad”.

Borse asiatiche: Tokyo chiude in rosso

L’indice Hang Seng segna un +0,93%, il China A50 ha terminato con un +0,28% ed il Nikkei ha chiuso con un -0,41%.

Rosso di mezzo punto percentuale per l’australiano S&P/ASX 200 (-0,54%).

Wall Street: indici poco mossi

Il Dow Jones ha terminato la seduta di ieri con un -0,07%, lo S&P500 ha chiuso con un -0,15% ed il Nasdaq ha segnato un -0,47%.

Segno più per Morgan Stanley (+1,36%) che ha terminato il terzo trimestre con un utile per azione di 1,66 dollari, contro gli 1,27 dollari precedenti e gli 1,28 dollari del consenso.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories