Borsa Milano Oggi, 22 novembre 2021: Ftse Mib positivo, boom di Telecom Italia

Luca Fiore

22/11/2021

22/11/2021 - 18:05

condividi

Chiusura sopra la parità per la Borsa di Milano oggi, 22 novembre 2021. Sul Ftse Mib riflettori puntati sulle azioni Telecom Italia, in rialzo di oltre 30 punti percentuali. Focus anche sui tanti titoli che hanno staccato il dividendo. Dopo le forti vendite di venerdì, segno più per il petrolio Brent.

Borsa Milano Oggi, 22 novembre 2021: Ftse Mib positivo, boom di Telecom Italia

La Borsa di Milano oggi ha chiuso sopra la parità: sul Ftse Mib si segnala il balzo di Telecom Italia (+30,25% a 0,4513 euro) in scia dell’intenzione di KKR di promuovere un’Opa.

Oltre che il sentiment generale, a penalizzare il paniere delle blue chip oggi ci ha pensato anche lo stacco del dividendo da parte di 8 delle 40 azioni che compongono il Ftse Mib.

In corrispondenza del giro di boa da Washington è arrivata la notizia che il presidente USA Joe Biden ha confermato Jay Powell alla guida della Federal Reserve per altri 4 anni.

Dopo il -2,9% di venerdì, il future con consegna gennaio sul Brent sale dell’1,45% a 80 dollari al barile mentre sul valutario l’eurodollaro scende a 1,12624 (-0,16%).

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib alle prese con i dividendi

Poco mossi in avvio di settimana sia il Ftse Mib, che si è fermato a 27.382,87 punti (+0,17%), che lo spread Btp-Bund, a 118 punti base.

Ieri il Cda di TIM ha preso atto della volontà di Kohlberg Kravis Roberts & Co. (KKR), allo stato “non vincolante e indicativa”, di effettuare un’offerta pubblica di acquisto sul 100% delle azioni. Dal quartier generale di Vivendi hanno già fatto sapere che l’offerta “non riflette il valore reale” e quindi può essere classificata come “insufficiente”.

Tra le società che hanno staccato il dividendo troviamo Intesa Sanpaolo (+0,65%), Mediobanca (+2,63%), Poste Italiane (-0,21%) e Terna (-0,06%).

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib zavorrato dalle utilities

In corrispondenza del giro di boa il Dax segna un +0,14%, il Cac40 registra un +0,23% ed il nostro Ftse Mib scende dello 0,33%.

A penalizzare il paniere delle blue chip ci sta pensando il comparto delle aziende di pubblica utilità, con il -1,05% di Enel, il -0,82% di Terna ed il -0,56% di Hera.

Saipem (+0,49%) si conferma positiva dopo l’aggiudicazione dei un nuovo contratto in Brasile da 940 milioni di dollari.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

Il derivato sul Dow Jones registra un +0,37%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,39% e il future sul Nasdaq sale dello 0,42%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, +23% di Telecom Italia

Il Ftse100 parte con un +0,32%, il Dax segna un +0,15%, il Cac40 registra un +0,3% ed il nostro Ftse Mib quota poco mosso a 27.358,7 punti (+0,08%).

Ieri il Cda di TIM ha preso atto della volontà di Kohlberg Kravis Roberts & Co. (KKR), allo stato “non vincolante e indicativa”, di effettuare un’offerta pubblica di acquisto sul 100% delle azioni.

La Manifestazione d’Interesse sarebbe soggetta alla condizione del raggiungimento della soglia di adesione minima del 51% del capitale delle ordinarie e di risparmio. La Manifestazione d’Interesse è stata qualificata da KKR “amichevole”. Il prezzo indicato è pari a 0,505 per azione (+45,7% sulla chiusura di venerdì, 0,427 in questo momento).

Avvio positivo anche per Saipem (+1,92%) che si è aggiudicata un nuovo contratto in Brasile da 940 milioni di dollari.

Rosso di mezzo punto percentuale per lo spread con i titoli tedeschi, in calo a 118 punti base.

Borse Asia: Tokyo chiude poco mossa

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, quota in rosso dello 0,43%, il China A50 ha segnato un +0,2% e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un -0,59%.

Aumento dello 0,09% per Tokyo, dove il Nikkei ha chiuso a 29.774,11 punti.

Wall Street: segno più solo per il Nasdaq

L’ultima seduta della settimana del Dow Jones è terminata con un -0,75%, lo S&P500 ha terminato con un -0,14% ed il Nasdaq ha segnato un +0,4%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.