Borsa Milano Oggi, 10 maggio 2021: le banche spingono il Ftse Mib

Luca Fiore

10/05/2021

10/05/2021 - 18:13

condividi

La Borsa di Milano oggi, 10 maggio 2021, ha chiuso la prima seduta della settimana sopra la parità grazie agli acquisti sui titoli bancari. Sul Ftse Mib spiccano in particolare le perfomance di BPER e di UniCredit. Spread in riduzione.

Borsa Milano Oggi, 10 maggio 2021: le banche spingono il Ftse Mib

Avvio di settimana sopra la parità per la Borsa di Milano oggi: sul Ftse Mib spicca l’andamento delle azioni BPER e di quelle UniCredit.

Le indicazioni negative arrivate venerdì dal mercato del lavoro USA, che di fatto allontanano il momento in cui la Federal Reserve ritirerà gli stimoli, rappresentano un fattore positivo per le borse sulle due sponde dell’Atlantico.

Salito nella prima parte a causa il cyber attacco che ha bloccato l’attività di un oleodotto negli Usa, il future con consegna luglio sul petrolio Brent quota in rosso dello 0,4% a a 68 dollari al barile. Invariato l’eurodollaro a 1,21591 (-0,03%).

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, comparto bancario in evidenza

La prima seduta della settimana del Ftse Mib si è chiusa a 24.802,90 punti (+0,78%) mentre lo spread Btp-Bund ha fatto segnare un rosso di oltre il 2% a 110 punti base.

Sul paniere delle blue chip le performance migliori sono state registrate dai titoli del comparto bancario: UniCredit ha segnato un +5,39%, Banco BPM un +2,76% e BPER Banca, nel giorno dei conti, un +3,87%.

Secondo i rumor circolati nel fine settimana, il termine per l’uscita del Tesoro dal capitale di MPS (-0,25%) potrebbe essere prorogato a giugno 2022 per favorire un accordo con UniCredit.

Denaro anche sui titoli del comparto energetico come Tenaris (+2,62%), Eni (+0,85%) e Saipem (+1,69%%).

Tonfo per le azioni Juventus (-5,02%), alle prese sia con la questione Super Lega (sulla squadra pende anche la minaccia di non partecipare al campionato nazionale) e sia con la sconfitta con il Milan che mette a rischio la partecipazione alla prossima Champions League.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib positivo a metà seduta

Il Ftse Mib poco prima delle 13 sale dello 0,3% mentre Cac40 e Dax scendono dello 0,2%.

Lo arretra di un punto percentuale a 112 punti base.

La performance migliore sul paniere delle blue chip è registrata dalle azioni BPER Banca (+2,55%) dopo la diffusione dei conti. Nel comparto bancario segno più anche per Banco BPM e UniCredit, in rialzo rispettivamente del 2,8 e del 2,82%.

La buona intonazione del greggio sta spingendo anche Tenaris (+2,49%), Eni (+0,56%) e Saipem (+0,89%).

Rosso del 2,9% per le azioni Juventus che, dopo gli scontri relativi la Super Lega con le autorità calcistiche europee, paga pegno alla sconfitta con il Milan.

Future Wall Street: prevista apertura poco mossa

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,26%, quello sullo S&P500 è invariato ed il future sul Nasdaq quota in rosso dello 0,3%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, BPER sotto i riflettori

Poco dopo l’avvio degli scambi il Ftse Mib quota 24.718,75 punti (+0,43%) mentre Cac40 (+0,05%), Ftse100 (-0,01%) e Dax (-0,08%) non fanno registrare variazioni di rilievo.

Lo spread Btp-Bund in avvio di seduta europea non fa registrare variazioni di rilievo a 113 punti base. Venerdì scorso Moody’s ha confermato il merito di credito sovrano dell’Italia a “Baa3” con outlook ribadito a “stabile”.

La performance migliore sul paniere delle blue chip è registrata dalle azioni BPER Banca (+3,87%) che ha chiuso i primi tre mesi dell’anno con un utile netto a 400 milioni di euro e ricavi superiori alle attese.

Denaro anche sui titoli del comparto energetico come Tenaris (+2,39%), Eni (+0,56%) e Saipem (+1,34%).

Secondo i rumor circolati nel fine settimana, il termine per l’uscita del Tesoro dal capitale di MPS (in parità) potrebbe essere prorogato a giugno 2022 per favorire un accordo con UniCredit (+1,83%).

Tonfo per le azioni Juventus (-4,2%), alle prese sia con la questione Super Lega (l’UEFA non sembrerebbe disposta a fare concessioni) e sia con la sconfitta con il Milan che mette a rischio la partecipazione alla prossima Champions League.

Borse Asia: Tokyo sale di mezzo punto percentuale

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un -0,27%, il China A50 ha terminato la prima seduta della settimana con un -0,54% ed il Nikkei ha chiuso con un +0,55%.

Incremento dell’1,3% per l’indice australiano S&P/ASX 200.

Wall Street: indici chiudono sopra la parità

Nella seduta di venerdì il Dow Jones ha chiuso con un +0,66%, lo S&P500 ha segnato un +0,74% ed il Nasdaq un +0,88%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.