Borsa italiana oggi, 17 novembre 2020: Ftse Mib chiude di poco sotto i 21.500 punti

Dopo un avvio debole, la Borsa italiana oggi ha terminato la seduta sopra la parità. Sul Ftse Mib, comparto bancario sotto i riflettori grazie alle notizie in arrivo dalla Spagna. Spread stabile.

Borsa italiana oggi, 17 novembre 2020: Ftse Mib chiude di poco sotto i 21.500 punti

Dopo un avvio debole, la Borsa italiana oggi, 17 novembre 2020 ha chiuso sopra la parità permettendo al Ftse Mib di terminare di poco sotto i 21.500 punti.

In corrispondenza dello stop alle contrattazioni in Europa, l’eurodollaro registra un rialzo dello 0,14% a 1,18682 mentre il future sul Brent con consegna gennaio 2021 arretra dello 0,9% a 43,4 dollari il barile.

Borsa italiana oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib chiude con un +0,55%

Il Ftse Mib ha chiuso a 21.435,11 punti, +0,55% sul dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania si è confermato a 117 punti base.

Comparto bancario sotto i riflettori dopo le notizie in arrivo dalla Spagna, dove Bbva e il Banco Sabadell, rispettivamente seconda e quinta banca del Paese, hanno avviato le negoziazioni in vista di una possibile fusione.

Mediobanca ha così chiuso con +3,19%, Banco BPM ha segnato un +2,58%, UniCredit un +1,63% ed Intesa Sanpaolo si è mossa in scia dell’andamento del paniere delle blue chip guadagnando mezzo punto percentuale.

Dopo aver annunciato un accordo per la fusione con Nets, Nexi (-0,41%), secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, starebbe pensando a nuove operazioni. In particolare, il quotidiano finanziario parla di un interesse verso la rete «merchant acquiring» di UBI Banca.

Contrastate le utilities: Hera ed A2A hanno terminato con un -2,05 e con un -0,93% mentre le azioni Terna e quelle di Enel hanno segnato un +0,26 ed un +0,28 per cento.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib in rialzo

Alle 13 il Ftse Mib registra un +0,28%, il Dax perde lo 0,47% ed il Cac40 lo 0,39%.

A Milano le performance migliori sono registrate da Atlantia e Diasorin, in rialzo rispettivamente del 3,35 e dell’1,96%. Bene anche Mediobanca (+1,15%) e Poste Italiane (+1,09%).

Segno meno per Nexi (-0,68%) che dopo aver annunciato un accordo per la fusione con Nets, starebbe pensando a nuove operazioni. In particolare, il Sole 24 Ore parla di un interesse verso la rete «merchant acquiring» di UBI Banca.

Future Wall Street: previsto avvio contrastato

In corrispondenza del giro di boa in Europa, il derivato sul Dow Jones e quello sullo S&P500 registrano un calo di circa mezzo punto percentuale mentre il future sul Nasdaq sale dello 0,24%.

Aggiornamento ore 10: Ftse Mib poco mosso

A Milano il paniere principale, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta di oggi, 17 novembre 2020, quota 21.268,34 punti, -0,23% sul dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania si conferma a 115 punti base.

Avvio all’insegna della debolezza anche per il Dax (-0,21%), per il Cac40 (-0,33%) e per il Ftse100 (-0,47%).

Dopo aver annunciato un accordo per la fusione con Nets, Nexi (+0,1%), secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, starebbe pensando a nuove operazioni. In particolare, il quotidiano finanziario parla di un interesse verso la rete «merchant acquiring» di UBI Banca.

Contrazione di oltre 20 punti percentuali per Avio (-20,57%) che ha reso noto che nel corso della missione Vega VV17, che trasportava i satelliti SEOSAT-Ingenio e Taranis, si è verificata un’anomalia che ha portato ad una conclusione prematura dell’operazione.

Borse asiatiche: Tokyo chiude con un +2%

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng registra un +0,12%, il China A50 ha terminato con un +0,1% ed il Nikkei ha chiuso con un +0,42%.

Sopra la parità anche l’australiano S&P/ASX 200 (+0,21%).

Wall Street chiude la seduta in positivo

Dopo l’annuncio del nuovo vaccino da parte di Moderna (+9,58%), il Dow Jones ha terminato la seduta con un +1,6%, lo S&P500 ha segnato un +1,16% ed il Nasdaq ha messo a segno un +0,8%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories