Wall Street: i titoli caldi di martedì 16 ottobre

I futures sui principali indici azionari statunitensi proseguono con segno positivo prima dell’apertura di Wall Street. L’Ufficio studi di Money.it ha selezionato i titoli più interessanti per l’operatività intraday e multiday

Wall Street: i titoli caldi di martedì 16 ottobre

I principali futures sugli indici azionari statunitensi continuano il loro andamento laterale dopo il sell-off della giornata del 10 ottobre. In particolare il future dell’indice Dow Jones sembra in procinto di rompere l’attuale modello di compressione di volatilità iniziato con la candela del 11 ottobre scorso.

Per un’operatività multiday si potrebbe attendere la rottura del massimo a 25.471 punti prima di dare il via a strategie di natura rialzista.

Per un’operatività intraday, sempre di tipo long, si possono attendere segnali rialzisti nei pressi del livello dinamico discendente di breve ora transitante a 25.405 punti che collega i massimi decrescenti delle recenti candele inside, oppure nei pressi del livello statico di breve a 25.465 punti.

Di seguito una lista dei titoli da monitorare nel corso della giornata selezionati dall’Ufficio studi di Money.it:

  • American Airlines Group: il titolo della maggiore compagnia aerea statunitense con la seduta di ieri ha dato i primi segnali di ripresa dopo l’ondata di vendite iniziate dal top a 43,89 dollari segnato il 21 settembre scorso. Con una rottura di 32,30 dollari i corsi potrebbero ritornare a ridosso del livello statico a 36 dollari lasciato in eredità dal minimo di swing segnato nella seconda decade di luglio. Tuttavia, se la giornata positiva di ieri dovesse essere smentita da un deciso ribasso delle quotazioni nella seduta odierna, i prezzi potrebbero facilmente proseguire al ribasso fino al test della trendline dinamica a quota 28,50 dollari.
  • Apple: il titolo del settore informatico sta al momento disegnando una figura di espansione visibile tracciando la trendline ascendente che collega i recenti massimi crescenti e la trendline discendente che collega i minimi segnati rispettivamente nel mese di settembre e nella prima decade di ottobre. Alla luce della candela piuttosto negativa di ieri, un eventuale proseguimento del calo dei prezzi nella giornata odierna potrebbe portare alla rottura del livello dinamico inferiore ed attirare così nuovi venditori a mercato. In tal caso, un obiettivo di profitto potrebbe essere identificato a ridosso di 194 dollari per azione.
  • Facebook: il titolo del social media più famoso al mondo sembra che voglia provare a riprendere vigore dai livelli attuali. Già con la candela positiva del 11 ottobre i prezzi hanno completato un primo segnale rialzista e con la seduta di ieri si è completato un pattern di compressione che potrebbe portare i corsi al test del livello dinamico discendente, livello che ha accompagnato questa recente fase discendente del titolo dopo il forte gap down di fine luglio.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.