Valeant Pharmaceuticals a rischio crack: inizia l’agonia di un gigante farmaceutico?

Valeant Pharmaceuticals, (ex) colosso canadese dell’Healthcare rischia di incorrere nel default dopo il nuovo taglio dell’outlook 2016. E’ la fine di un gigante?

Valeant Pharmaceuticals, una delle più grandi compagnie canadesi, rischia di finire in bancarotta. Nella seduta di martedì, la società ha comunicato di aver tagliato drasticamente le stime per il primo trimestre 2016 dopo averle già ridotte solo 5 mesi fa.

Valeant fino a circa un anno fa era considerata la più grande public company in Canada. Una gestione avventata fatta di acquisizioni e di aumenti spropositati dei prezzi dei farmaci e dei macchinari medici, hanno ben presto ridimensionato di parecchio la valutazione della società che adesso rischia anche il default.

Nella sola giornata di martedì, all’annuncio del taglio di guidance e di utili sotto le attese, il titolo di Valeant (quotato sul NYSE) ha perso quasi il 50% della quotazione rispecchiando così la delusione degli azionisti e l’aumentata probabilità di default.

Valeant Pharmaceuticals: taglio dell’outlook e conti 4° trimestre deludenti

Valeant Pharmaceuticals, gigante del pharma canadese (fino a poco più di un anno fa considerata la public company più grande del Paese), potrebbe incorrere in grossi problemi nel prossimo futuro.

Martedì la società ha annunciato il taglio della guidance 2016 (il secondo in soli 5 mesi) e ha reso noti i conti dell’ultimo trimestre 2015, risultati ben al di sotto delle attese di mercato.

Dai conti del 4° trimestre 2015 è infatti emersa una perdita di $336,4 milioni, contro un utile nello stesso periodo del 2014. L’utile per azione è risultato pari a $2,5 contro un’aspettativa di $2,64 per azione, deludendo così le aspettative di mercato.

Il fatturato è stato invece poco al di sopra del consenso visto che è risultato pari ad un ammontare di $2,79 miliardi contro le stime degli analisti di $2,74 miliardi.

Il maggior problema deriva invece dal taglio della guidance 2016 visto che per il trimestre in corso, Valeant ha detto di aspettarsi un utile per azione in un range compreso tra $1,3 e 1,55$, praticamente la metà delle stime di consenso viste a $2,66. Il taglio si allarga anche al fatturato del primo trimestre 2016, visto nel range di $2,3 e $2,4 miliardi anch’esso al di sotto delle attese ferme a $2,85 miliardi.

La nuova sforbiciata delle stime da parte di Valeant non è piaciuto agli analisti di Nomura i quali, intervenendo alla presentazione dei conti, hanno chiesto al management come gli azionisti possano nutrire fiducia nelle nuove stime visto che dalla positività mostrata a dicembre si è già passati ad una sorta di baratro.

Valeant Pharmaceuticals: l’ombra del default

Quello che in realtà preoccupa di più è l’abilità del colosso farmaceutico canadese di ripagare l’enorme debito da $30 miliardi accumulato nel corso degli anni per fare acquisizioni rivelatesi poi senza molto senso.

Il nuovo outlook 2016 mette in guardia i detentori delle azioni Valeant che adesso si chiedono se la società possa incorrere in qualche mancato pagamento che potrebbe far scattare le procedure di default.

Valeant Pharmaceuticals: la caduta di un gigante?

In passato Valeant fu criticata per le politiche poco etiche (definite in realtà “profondamente immorali” dal vice-presidente di Berskshire Hathaway, Charlie Munger) che si basavano sull’acquisizione di vecchie società farmaceutiche con conseguente aumento esponenziale dei prezzi dei farmaci.

Strategia, se così la si vuole chiamare, che non ha funzionato. A luglio 2015 la società era valutata $90 miliardi dal mercato, garantendo così a Valeant il primato per grandezza tra le case farmaceutiche canadesi e tra le public company del Paese.

Già ad ottobre la valutazione era scesa a $24,77 miliardi, pari ad un declino di circa l’80%. Ad oggi la capitalizzazione di Borsa è pari a circa $11 miliardi, quindi un 50% in meno rispetto ai valori di ottobre, ecco il grafico della caduta di un gigante:

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.