Torna il Totocalcio: così lo Stato vuole aumentare le risorse per lo sport

Il sottosegretario Giancarlo Giorgetti avrebbe trovato l’intesa con i Monopoli per rilanciare il Totocalcio: l’obiettivo è restituire allo sport i proventi.

Torna il Totocalcio: così lo Stato vuole aumentare le risorse per lo sport

L’idea non è solo romantica ma anche pratica: riportare in auge il Totocalcio per aumentare così gli introiti da distribuire poi allo sport italiano, tanto che sarebbe stata già raggiunta un’intesa di massima con i Monopoli.

Deus ex machina di questa operazione è Giancarlo Giorgetti, il potente sottosegretario della Lega con dedica allo Sport che, dopo aver messo in cantiere la riforma del CONI, adesso vorrebbe ridare vita al glorioso Totocalcio.

Giorgetti rispolvera il Totocalcio

Forse non tutti lo sanno ma il Totocalcio esiste ancora. Così come per il Totogol, la gestione è affidata all’AAMS (i Monopoli di Stato) con la mitica schedina che adesso si può giocare online presso le piattaforme che ospitano il concorso.


La schedina del 15 dicembre

Le partite da 13 sono state aumentate a 14, questo già da diversi anni, con l’aggiunto del concorso chiamato “Il 9”, che consiste nell’individuare i risultati dei primi 9 incontri della schedina (quelli della Serie A, mentre per gli altri match ci sono incontri dei campionati esteri).

Fino a qualche anno fa il Totocalcio era non soltanto un autentico simbolo dell’Italia innamorata del pallone, ma anche un autentico tesoretto che poteva garantire al CONI ottime entrate da ridistribuire poi a tutto lo sport nostrano.

In sostanza fino al 2005 il Totocalcio grazie alle sue corpose entrate ha finanziato tutti gli sport considerati “minori”, permettendo così la loro sopravvivenza. Con l’avvento delle scommesse sportive prima in agenzia e poi online, adesso la schedina è diventata di nicchia e il suo apporto quasi impalpabile.

Il sottosegretario Giancarlo Giorgetti però sembrerebbe essere pronto a rispolverare un Totocalcio che, nei suoi anni d’oro, era arrivato ad avere anche un montepremi totale di oltre 34 miliardi di lire (record raggiunto nel 1993).

"Abbiamo definito con i Monopoli l’idea di restituire il Totocalcio al sistema dello sport - ha annunciato Giorgetti - Il Totocalcio così come è adesso è uno strumento morente. E’ un’idea romantica: oggi non rende più niente, ai concessionari non interessa più, ci sono altre forme di scommesse. Noi invece vorremmo restituire allo sport i proventi del Totocalcio”.

Il sottosegretario però ha lanciato anche una sorta di out out “tra oggi e domani questa idea può diventare realtà. Altrimenti così come è adesso può anche chiudere”. Insomma per il Totocalcio senza un restyling e un tentativo di rilancio, arriverà la chiusura definitiva.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Giancarlo Giorgetti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.