Forex, effetto Iran: cambio euro-rublo verso i massimi storici

icon calendar icon person
Forex, effetto Iran: cambio euro-rublo verso i massimi storici

L’Iran torna alla carica nel mercato del petrolio e il valore del rublo precipita: il cambio EUR/RUB è ora vicino ai massimi di sempre

Il cambio euro-rublo raggiunge oggi i massimi di sempre con una forte impennata già in apertura di settimana: le notizie provenienti dall’Iran catturano non solo l’attenzione dei media, ma anche quella dei mercati, primo fra tutti il mercato del petrolio.

Ecco perché EUR/RUB è spinto al rialzo e cosa lega il cross tra le valute all’eliminazione delle sanzioni internazionali all’Iran.

Iran, verso la fine delle sanzioni internazionali

Secondo il rapporto dell’Aiea, l’agenzia internazionale per l’energia atomica, Teheran avrebbe rispettato tutti gli impegni per il settore nucleare presi con i cinque Paesi membri del Consiglio di Sicurezza dell’ONU (USA, Russia, Cina, Francia e Regno Unito) più la Germania. Questo ha portato nello scorso weekend alla firma di Obama per la progressiva eliminazione delle sanzioni economiche all’Iran da parte della comunità internazionale.

Petrolio, un nuovo competitor sul mercato

Con l’apertura verso i mercati internazionali, l’Iran sta per riproporsi come uno dei maggiori produttori e venditori di petrolio al mondo e questo rischia di far precipitare ancora il prezzo dell’oro nero. Secondo le stime di molti analisti, l’Iran potrebbe raggiungere presto la produzione di 600 mila barili di greggio al giorno, ma le intenzioni di Teheran mirano ad una presenza ancor più massiccia con circa 4,2 milioni di barili al giorno immessi nel mercato entro la fine del 2016.

La decisione iraniana non sarà facile: un’esportazione eccessiva rischierebbe di ridurre i ricavi per un deprezzamento che diventerebbe rischioso, proprio mentre grandi investimenti si rendono necessari per modernizzare le infrastrutture.

Sarà interessante seguire gli sviluppi della politica petrolifera persiana, ma nel frattempo si registrano già forti ripercussioni sul forex. Il rublo è tra le valute più penalizzate: gli idrocarburi costituiscono infatti circa il 50% delle entrate per la Russia e questo spiega la forte correlazione tra il rublo e il prezzo del petrolio.

Forex, crolla il rublo: EUR/RUB ai massimi dal 2014

Nel cambio euro-rublo, la settimana ha avuto inizio con un gap d’apertura considerevole che ha portato la quotazione ad impennarsi da 82.1397 a 85.3470 e a raggiungere così un livello che era stato toccato una sola volta nella storia, nel corso della forte volatilità registrata in dicembre 2014. La quotazione di EUR/RUB si trova oggi in un’area quasi inesplorata dal grafico dei prezzi, in prossimità della soglia psicologica di 90 rubli per un euro e del massimo storico di 95.90.

Chiudi [X]