BCE

BCE

La Banca Centrale Europea (BCE o ECB in inglese, European Central Bank) è la banca centrale incaricata dell’attuazione della politica monetaria per i diciannove paesi dell’Unione Europea che hanno aderito all’euro e che formano la cosiddetta Eurozona.

È stata istituita in base al Trattato sull’Unione europea e allo statuto del sistema europeo di banche centrali e della Banca Centrale Europea, il 1° giugno 1998. Nel 1999 sono stati sanciti irrevocabilmente i tassi di conversione delle monete nazionali rispetto all’euro.

La BCE può emanare decisioni e formulare raccomandazioni e pareri non vincolanti. Deve inoltre essere consultata dalle altre istituzioni dell’Unione per progetti di modifica dei trattati che riguardino il settore monetario, oltre che per ogni atto dell’Unione riguardante materie di sua competenza.

La politica monetaria della BCE si applica ai seguenti paesi: Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna.

L’attuale presidente della BCE è l’italiano Mario Draghi.

BCE, ultimi articoli su Money.it

Elezioni europee 2019: quali cambiamenti in vista?

A pochi giorni da uno degli eventi più importanti del 2019, molti analisti prevedono che le elezioni UE porteranno ad un’ondata di rappresentanti populisti al Parlamento europeo. Secondo David Zahn, Head of European Fixed Income per Franklin Templeton Fixed Income Group, la capacità di modificare radicalmente l’indirizzo dell’UE da parte degli estremisti potrebbe essere limitata

Banca d’Italia: cos’è e cosa fa

Istituita nel 1893, la Banca d’Italia nel 1926 divenne l’unico istituto autorizzato all’emissione di banconote con potere di vigilanza sulle altre banche, assumendo così il ruolo di banca centrale della Repubblica italiana. Vediamo quali sono le sue attività, le sue funzioni e le cooperazioni con la CONSOB e l’Unione Europea

BCE: se necessario pronta a nuovo QE

Ad un evento a New York, il Vicepresidente della BCE, Luis De Guindos, ha affermato che l’istituto centrale potrebbe nuovamente ricorrere a misure di Quantitative Easing se fosse necessario. Indicazioni anche sul nuovo piano di TLTRO

|