Ferrari: ok a spin-off da assemblea FCA. Sbarco su Borsa Italiana il 4 Gennaio 2016

L’assemblea degli azionisti di FCA ha approvato lo scorporo di Ferrari. Lo sbarco in Borsa del Cavallino è previsto per il 4 Gennaio 2016. FCA non lancerà opa ostile su GM.

L’assemblea degli azionisti di FCA ha approvato lo scorporo di Ferrari dalla società. L’Amministratore Delegato di FCA, Sergio Marchionne, ha dichiarato che lo sbarco su Borsa Italiana di Ferrari avverrà il 4 Gennaio 2016. Inoltre, l’ad di FCA ha allontanato le voci su un possibile lancio di un’opa ostile nei confronti di General Motors.

Spin-off Ferrari, Marchionne: si apre nuovo capitolo nella Storia di Ferrari

Nella giornata di oggi, l’assemblea degli azionisti di FiatChrysler ha approvato lo scorporo di Ferrari dalla società. Con la delibera dell’assemblea, Ferrari è pronta a sbarcare su Borsa Italiana evento che, secondo Marchionne, avverrà il 4 Gennaio 2016.

FCA in questo modo distribuirà l’80% delle azioni rimaste in suo possesso dopo la quotazione sulla Borsa USA del Cavallino.

L’ad di FCA si è mostrato molto ottimista nel discorso tenuto agli azionisti presenti all’assemblea, dichiarando che da oggi Ferrari inizia un nuovo capitolo della sua Storia.

Grazie allo spin-off, per Ferrari si aprono nuove prospettive visto che, secondo Marchionne, lo scorporo aumenterà la capacita di Ferrari di accrescere le caratteristiche che la rendono unica.

Inoltre, l’ad di FiatChrysler ha spiegato che l’operazione di spin-off è stata pensata per dare una migliore organizzazione a Ferrari e per dare una maggiore indipendenza sia finanziaria che di gestione delle strategie di business alla società.

Marchionne ha infine escluso altri spin-off per il momento.

Marchionne: no a opa ostile su GM e a nuovi spin-off

Incalzato dai giornalisti con domande su possibili aggregazioni di FCA, Marchionne ha risposto dicendo che per FiatChrysler una partnership al momento non è questione di vita o di morte.

L’ad ha dichiarato che nel mercato automobilistico è necessario un consolidamento che permetta di affrontare un aumento proibitivo dei costi generato dal miglioramento delle emissioni inquinanti e dalla costruzione di motori più performanti.

Sulla questione General Motors, il top manager ha spiegato che non verrà lanciata alcuna opa ostile sulla casa automobilistica americana poiché FCA è in cerca di un partner che sia desideroso di esserlo.

Nel commentare gli obiettivi di FCA, Marchionne ha dichiarato che si aspetta il raggiungimento dei target prefissati fino al 2018, anticipando tuttavia che a Gennaio la società presenterà un nuovo piano aggiornato nel quale è possibile che venga annunciato un ritardo nel lancio dei prodotti di Alfa Romeo e Maserati a causa dei cambiamenti macroeconomici in atto.

Tuttavia, Marchionne ha sottolineato che verranno incrementate le previsioni delle vendite dei suv di Jeep e che vi saranno alcune novità sui prodotti FCA.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.