El Niño 2019: quale impatto avrà sulle commodity agricole?

Secondo Nitesh Shah, Director Research di WisdomTree, il fenomeno meteorologico avrà ripercussioni positive sui prezzi dello zucchero, del cacao e del grano. Attesi invece impatti negativi sulle quotazioni di soia, mais e caffè Arabica

El Niño 2019: quale impatto avrà sulle commodity agricole?

L’Organizzazione Meteorologica Mondiale sconta un’elevata probabilità che El Niño torni a far parlare di sé. Questo fenomeno si presenta con una frequenza che varia dai 2 ai 7 anni e porta al riscaldamento della superficie dell’Oceano Pacifico.

Le conseguenze sono solitamente assimilabili ad eventi estremi, come inondazioni e siccità, oltre a contribuire all’aumento delle temperature in diverse parti della Terra.

Questo evento potrebbe avere un impatto significativo sull’industria agricola, con conseguente influenza sui prezzi delle commodities. Secondo Nitesh Shah, Director Research di WisdomTree, quest’ultimo fattore dipenderà “dall’ampiezza e dalla durata del fenomeno, nonché da fattori locali come il luogo di coltivazione e la preparazione degli agricoltori a condizioni estreme”.

Se le attese degli esperti meteo dovessero verificarsi, Shah ha una view positiva sul prezzo dello zucchero, del cacao e del grano. Con riferimento allo zucchero, le coltivazioni in India e Brasile potrebbero andare in difficoltà a causa di precipitazioni sotto la media e una maggiore siccità, fattori che ne farebbero aumentare il prezzo.

Il clima più secco dovrebbe colpire anche l’Indonesia, che detiene il 10% dell’offerta mondiale di cacao, facendone di conseguenza apprezzare le quotazioni. Un altro Paese che verrebbe colpito da El Niño è l’Australia, che ha una quota del 4% nella produzione globale di grano.

Il Director Research di WisdomTree ha un’ottica bearish sulla soia, sul mais e sul caffè Arabica.

“Il Brasile e l’Argentina, che insieme rappresentano quasi la metà dell’offerta mondiale di soia, probabilmente sperimenteranno condizioni di crescita favorevoli in caso di un El Niño. Di conseguenza, il fenomeno potrebbe influenzare negativamente i prezzi della soia” sostiene l’esperto. Per quanto riguarda il mais invece, “gli effetti di El Niño sul mais sono meno significativi, ma potrebbero essere leggermente positivi per le condizioni di coltivazione in Sud America e in alcune parti dell’Australia”.

L’offerta di caffè Arabica dovrebbe invece aumentare, in quanto Brasile, Messico, Colombia e America Centrale hanno condizioni di crescita favorevoli e le stesse piantagioni di caffè entreranno in fase di crescita riproduttiva.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Materie prime

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.