Dichiarazione redditi: Modello 730, Unico o Unico Mini? Ecco la guida

La stagione della dichiarazione dei redditi è iniziata. Come devono comportarsi le persone fisiche nella scelta del modello da utilizzare? Modello 730, Unico o Unico Mini? Ecco la guida per il contribuente, che potrà scegliere in base alla sua peculiare situazione.

Modello 730/2013

Il Modello 730/2013, relativo all’anno di imposta 2012, è il modello per la dichiarazione dei redditi per i lavoratori dipendenti e pensionati e viene utilizzato per la dichiarazione dei seguenti redditi:

  • redditi di lavoro dipendente;
  • redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, quali quelli derivanti dai co.co.co o dai lavori a progetto;
  • redditi di terreni e fabbricati;
  • redditi di capitale;
  • redditi di lavoro autonomo senza partita IVA (esempio quelli inerenti allo sfruttamento economico di opere dell’ingegno);
  • redditi diversi, quali quelli relativi a terreni e fabbricati situati all’estero;
  • redditi soggetti a tassazione separata (esempio quelli percepiti dagli eredi e dai legatari).

Che vantaggi ha il Modello 730?

Il Modello 730 presenta diversi vantaggi:

  • è semplice da compilare perché non prevede l’esecuzione di calcoli;
  • non deve essere trasmesso personalmente all’Agenzia delle Entrate, perché questo onere grava sul datore di lavoro, l’ente pensionistico, il CAF o l’intermediario abilitato (commercialisti, consulenti del lavoro, esperti di contabilità);
  • i rimborsi scattano in tempi molto brevi: nella busta paga di luglio per i dipendenti, nella pensione di agosto o settembre per i pensionati. Se emerge un saldo a debito, le trattenute scattano sempre a luglio o agosto/settembre, a meno che lo stipendio o la pensione siano insufficienti per coprire il pagamento della somma dovuta. In tal caso questo importo, maggiorato dello 0,40% (interessi mensili), viene trattenuto nei mesi successivi, oppure rateizzato, su richiesta del contribuente, con interessi mensili dello 0,33%.

Modello Unico 2013 PF

Il Modello Unico 2013 PF (persone fisiche) è il modello unificato per la dichiarazione dei redditi e dell’IVA (non valida per i contribuenti che devono presentare l’IVA in forma autonoma). Chi deve presentare il Modello unico?

  • i contribuenti che nel 2012 hanno avuto redditi di impresa, anche in partecipazione, redditi di lavoro autonomo per cui è necessaria la partita IVA, redditi diversi non dichiarabili con il modello 730, redditi derivanti da trust, in qualità di beneficiario, plusvalenze provenienti dalla cessione di partecipazioni qualificate o dalla cessione di partecipazioni non qualificate in società che hanno residenza in Paesi a fiscalità privilegiata e i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati;
  • i contribuenti che nel 2012 e/o in quello della dichiarazione non sono residenti in Italia;
  • i contribuenti che nell’anno di presentazione della dichiarazione sono percettori di redditi di lavoro dipendente esclusivamente erogati da datori non obbligati alla ritenuta d’acconto (esempio collaboratoti familiari);
  • i contribuenti che devono fare anche una delle seguenti dichiarazioni: IRAP, IVA, Modello 770;
  • i contribuenti che devono fare la dichiarazione per contribuenti deceduti;
  • i contribuenti con contratto a tempo indeterminato, cessato al momento della presentazione della dichiarazione al professionista abilitato o al CAF.

Il Modello Unico PF può essere presentato anche da lavoratori dipendenti e pensionati per esigenze personali o quando la dichiarazione risulta a debito. Inoltre alcuni contribuenti che presentano il Modello 730 potrebbero aver necessità di presentare anche alcuni quadri del Modello Unico. Nello specifico:

  • Quadro RM: i contribuenti titolari o proprietari di diritto reale su immobili all’estero o attività finanziarie all’estero per il calcolo delle imposte specifiche IVIE e IVAFE;
  • Quadro RT: i contribuenti che hanno necessità di dichiarare plusvalenze finanziarie;
  • Quadro RW: i contribuenti che devono dichiarare gli investimenti all’estero e le attività estere di natura finanziaria (detenuti al 31 dicembre dell’anno precedente), e i trasferimenti effettuati durante l’anno precedente per un importo totale superiore a 10.000 euro.

Modello Unico Mini

Il Modello Unico Mini è una versione semplificata del Modello Unico PF, utile ai contribuenti che hanno situazioni meno complesse, in particolare quelli che:

  • non hanno modificato il proprio domicilio fiscale dal 1 novembre dell’anno precedente a quello della dichiarazione;
  • non possiedono partita IVA;
  • hanno percepito i seguenti redditi: redditi di terreni e fabbricati, redditi di lavoro dipendente o assimilati (assegni al coniuge, remunerazione dei sacerdoti), pensione, redditi provenienti da attività commerciali o da lavoro autonomo non esercitati abitualmente e quelli risultanti dall’assunzione di obblighi di fare, non fare e permettere;
  • vogliono beneficiare di detrazioni (esempio spese sanitarie) e deduzioni (esempio contributi previdenziali e assistenziali) per le spese sostenute e di detrazioni per carichi di famiglie (esempio figlio e/o coniuge a carico);
  • non sono tutori o eredi che devono presentare la dichiarazione per conto di altri;
  • non devono presentare una dichiarazione integrativa o correttiva nei termini.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.