Che cosa ha fatto Bilal Erdogan, il figlio del presidente che mette a rischio i rapporti Italia-Turchia

Che cosa ha fatto Bilal Erdogan, figlio del presidente della Turchia che ora rischia di mettere in crisi i rapporti con l’Italia? Ecco cosa è successo.

Erdogan attacca l’Italia e dichiara le relazioni diplomatiche con la Turchia fortemente a rischio a causa di un’inchiesta del bel paese proprio a carico del figlio del presidente turco. Ecco cosa è successo.

Bilal Erdogan, figlio del presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, è stato messo sotto inchiesta dall’Italia, cosa che ha fatto storcere il naso al già furibondo presidente turco dopo il fallito colpo di stato ai danni del governo.
Sul piatto della bilancia ci sono i rapporti già delicati fra l’Italia e la Turchia, ma ci sono anche i rapporti con l’Unione Europea, incrinatisi ancor di più in seguito al golpe fallito ai danni di Erdogan e del governo democratico della Turchia.

Ma come entra in tutto questo Bilal Erdogan? Che cosa ha fatto il figlio del presidente per rischiare di mettere in crisi i rapporti fra Turchia e Italia?
Ne ha parlato proprio lo stesso Erdogan, in un’intervista di Rai News 24 nella quale si è anche scagliato contro l’Unione Europea. Ecco che cosa è successo.

Bilal Erdogan: il figlio del presidente sotto inchiesta

Che cosa ha fatto Bilal Erdogan è la domanda che molti si stanno ponendo in queste ore delicate.
I rapporti fra Italia e Turchia sono infatti, a detta del presidente turco, appesi ad un filo, il tutto a causa del figlio di Recep Tayyp Erdogan. Ma che cosa ha fatto?
Bilal Erdogan, trasferitosi a Bologna nel 2015 per motivi di studio, è stato accusato di riciclaggio di denaro in seguito ad un esposto presentato da Murat Hakan Huzan, oppositore politico del padre, Recep Tayyip Erdogan.

“Se mio figlio tornerà in Italia sarà arrestato perché c’è un’inchiesta su di lui a Bologna e non se ne conosce il motivo. L’Italia dovrebbe occuparsi della mafia, non di mio figlio”,

ha tuonato il presidente della Turchia.

Erdogan contro Mogherini: non avrebbe dovuto parlare

In un’intervista rilasciata a Rai News 24, Erdogan non ha risparmiato nessuno, il tutto dopo il fallito colpo di stato che ha aperto le porte ad una delle più grandi epurazioni della Turchia moderna.
Stavolta, è stato il turno dell’Alto Rappresentante UE per la politica estera: Federica Mogherini.

“Mogherini, prima di tutto saresti dovuta venire in Turchia. C’è stato un golpe contro la democrazia che ha fatto 238 martiri e nessuno è venuto qui. Se venisse bombardato il Parlamento italiano che cosa succederebbe? La Mogherini, che è italiana, direbbe che hanno fatto bene a bombardarlo? Direbbe di essere preoccupata dai processi che seguirebbero?”,

ha affermato Erdogan.
Continua dunque la tesi di Erdogan, secondo la quale ci sarebbero le potenze occidentali dietro il fallito colpo di stato ai danni del governo democratico della Turchia.
Ovviamente la risposta di Bruxelles non si è fatta attendere ed è stato immediatamente sottolineato come la Mogherini abbia più volte condannato il colpo di stato ai danni della democrazia turca.

Insomma, per la Turchia non sono solo a rischio i rapporti con l’Italia, a causa dell’inchiesta bolognese ai danni di Bilal Erdogan, figlio del presidente, ma a quanto pare sono a rischio anche i rapporti con l’intera Europa.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.