Cedolare secca, prima scadenza 16 giugno: saldo, acconto e aliquote. Ecco la guida alla tassa sugli affitti

Il 16 giungo scade il termine per il versamento del saldo della cedolare secca 2013 e dell’acconto per il 2014. Ecco una breve guida con tutte le scadenze e le aliquote

Nell’ingorgo fiscale previsto per giugno e luglio rientra anche il pagamento della cedolare secca. Entro il 16 giugno infatti è previsto il saldo dell’imposta sostitutiva per il 2013 e l’acconto per il 2014 o la prima rata d’acconto, se viene scelto il pagamento dilazionato. Ecco una breve guida al pagamento della cedolare secca.

Cedolare secca
La cedolare secca è un regime fiscale agevolato, introdotto nel 2011, che riguarda la tassazione del reddito del proprietario di immobili dati in affitto. Tale regime facoltativo consiste nell’applicazione di un’aliquota fissa agevolata che di fatto sostituisce:

  • Irpef e addizionali,
  • Imposta di registro,
  • Imposta di bollo.

Per l’anno 2013 erano in vigore due diverse aliquote per la cedolare secca: al 15% e al 21% a seconda del tipo di contratto scelto. Ma il decreto casa, approvato a marzo dal governo, ha introdotto delle modifiche a queste percentuali: fermo restando l’aliquota al 21%, quella più bassa scende dal 15% al 10% per gli anni 2014-2017. L’aliquota al 21% resta valida per i contratti stipulati a prezzo di mercato; mentre l’aliquota al 10% vale per i contratti di affitto a canone concordato (più basso di quello di mercato) 3+2.

Acconto e saldo: quando si paga?
Il versamento del primo acconto 2014 per la cedolare secca va effettuato:

  • entro il 30 novembre in un’unica rata;
  • oppure in due rate se l’importo è superiore a 257,52 euro:
    - prima rata acconto cedolare secca pari al 40% entro il 16 giugno
    - secondo acconto cedolare secca pari al 60%, entro il 30 novembre.

Il saldo della cedolare secca invece, è dovuto entro il 16 giugno dell’anno successivo oppure entro il 16 luglio con la maggiorazione dello 0,4%. In sostanza, se il saldo riguarda l’affitto per l’anno 2013 sarà pagato entro il giugno 2014, il saldo dell’anno 2014 si pagherà, in mancanza di ulteriori cambiamenti normativi, il 16 giugno 2015.

Da specificare: nel primo anno di regime di cedolare secca l’acconto non è dovuto dal momento che non è possibile stabilire la base imponibile di riferimento. Infine l’acconto non è dovuto quando l’anno di prima applicazione della cedolare secca è anche il primo anno di possesso dell’immobile.

Iscriviti alla newsletter

2 commenti

foto profilo

Anonimo • Giugno 2014

buon giorno.. volevo gentilmente un’ informazione.
da gennaio 2014 sto affittando un immobile.. quando devo pagare l’acconto?e il saldo? o devo fare tutto in via previsionale?
grazie

foto profilo

Anonimo • Giugno 2014

buon giorno.. volevo gentilmente un’ informazione.
da gennaio 2014 sto affittando un immobile.. quando devo pagare l’acconto?e il saldo? o devo fare tutto in via previsionale?
grazie

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories