Borsa Oggi, 20 gennaio 2022: le utilities guidano la riscossa del Ftse Mib

Luca Fiore

20/01/2022

20/01/2022 - 18:00

condividi

Chiusura con il segno più per la Borsa oggi, 20 gennaio 2022. Sul Ftse Mib spiccano in positivo le performance di Enel, A2A e Terna. Quinta seduta consecutiva di guadagni per il petrolio.

Borsa Oggi, 20 gennaio 2022: le utilities guidano la riscossa del Ftse Mib

Chiusura di seduta sopra la parità per la Borsa oggi: sul Ftse Mib spiccano le performance delle aziende di pubblica utilità con il +2,82% di Enel, il +2,18% di A2A ed il +1,88% di Terna.

Rimbalzo per Telecom Italia (+3,34%), che viene da tre sedute con il segno meno (secondo i rumor, il piano presentato dal Direttore Generale Pietro Labriola non prevedrebbe l’acquisizione da parte di KKR).

Alla quinta seduta consecutiva di guadagni, il future sul Brent sale dello 0,85% a 89,2 dollari al barile mentre sul valutario l’eurodollaro è stabile a 1,1337.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, lettera su Eni e Saipem

La giornata del Ftse Mib si è chiusa a 27.570 punti (+0,73%).

Nonostante l’inversione di marcia registrata nel corso della seduta dal greggio, Eni ha chiuso con un -0,97% e Saipem ha lasciato sul campo l’1,32%.

Parità per Moncler (+0,07%) dopo i forti rialzi di ieri e per UniCredit (-0,01%) che sarebbe vicina a cedere la controllata tedesca Wealthcap.

Rosso del 2,4% per lo spread a 137 punti base.

Aggiornamento ore 12:55: Ftse Mib, prese di beneficio sul comparto oil

A metà seduta il Dax avanza dello 0,17%, il Cac40 segna un -0,1% ed il Ftse Mib guadagna lo 0,43%.

In linea con l’andamento del petrolio, Eni scende dello 0,86%, Saipem perde l’1,82% e Tenaris l’1,4%.

Segno meno anche per Moncler (-0,41%), vittima di prese di profitto.

Contrazione dell’1,8% per lo spread a 137 punti base.

Future: indici Wall Street stimati in rialzo

Il derivato sul Dow Jones registra un +0,32%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,49% e il future sul Nasdaq sale dello 0,87%.

Aggiornamento ore 09:25: Ftse Mib, prese di beneficio su Moncler, Telecom Italia rimbalza

In avvio di seduta il Ftse100 e il Dax quotano in sostanziale parità (+0,05%), il Cac40 registra un -0,22% ed il Ftse Mib sale dello 0,32% a 27.458,72 punti.

Rimbalzo per Telecom Italia (+0,88%), che viene da tre sedute con il segno meno (secondo i rumor il piano presentato dal Direttore Generale Pietro Labriola non prevedrebbe l’acquisizione da parte di KKR), mentre Moncler (-0,96%) paga pegno alle prese di beneficio dopo il rally innescato ieri dai numeri del gruppo Richemont.

Poco mossa UniCredit (-0,15%) vicina, secondo Bloomberg, a cedere la controllata tedesca Wealthcap.

Con il Bund che consolida in quota 0% (0,01% in questo momento), lo spread con i nostri Btp perde l’1,7% a 137 punti base.

Borse Asia: Hong Kong in rally

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un +3,27%, il China A50 ha chiuso con un +1,77% e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un +0,14%.

Incremento dell’1,11% per Tokyo, dove il Nikkei si è fermato a 27.772,93 punti.

Wall Street: forte rosso dell’1% per S&P e Nasdaq

La seduta del Dow Jones si è chiusa con un -0,96%, lo S&P500 ha evidenziato un -0,97% ed il Nasdaq ha chiuso con un -1,15%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.