Borsa Oggi, 1° luglio 2021: banche e petrolio spingono il Ftse Mib

Luca Fiore

01/07/2021

01/07/2021 - 17:54

condividi

Chiusura in rialzo per la Borsa oggi, 1° luglio 2021. Sul Ftse Mib spiccano in particolare i guadagni registrati dai titoli del comparto bancario e dalle azioni del settore energetico. Spread in riduzione.

Borsa Oggi, 1° luglio 2021: banche e petrolio spingono il Ftse Mib

Chiusura di seduta in aumento per la Borsa oggi: due i comparti che hanno spinto il Ftse Mib, quello bancario e quello energetico.

In attesa dei dati macro più attesi del mese, quelli sull’andamento del mercato del lavoro USA, focus sugli aggiornamenti relativi i nuovi contagi e sul meeting dell’Opec+.

In attesa di conoscere le decisioni del cartello, il future con consegna settembre sul petrolio Brent avanza dell’1,25% a 75,5 dollari al barile mentre l’eurodollaro è stabile a 1,1855.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib chiude in rialzo

La seduta del Ftse Mib si è chiusa a 25.286,06 punti, +0,73% sul dato precedente, mentre lo spread BTP-Bund ha evidenziato un rosso di quasi il 2% a 105 punti base.

Sul Ftse Mib le performance migliori sono state registrate dai titoli del comparto bancario (+2,51% di UniCredit, +1,73% per Banco BPM e +1,12% di Intesa Sanpaolo) e dagli energetici, che hanno approfittato dell’intonazione positiva del petrolio (+1,85% di Eni, +2,06% per Saipem, +1,91% di Tenaris).

Pirelli ha chiuso con un +0,55% dopo la notizia dell’accordo tra Camfin e Longmarch Holding per l’ingresso del veicolo nell’azionariato della holding mentre Unipol (-1,89%) ha dovuto fronteggiare le inevitabili prese di beneficio dopo il rally di ieri.

Sul completo, le azioni Juventus (+0,48%) hanno snobbato la notizia dell’aumento di capitale da 400 milioni.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib ritraccia parte dei guadagni

A metà seduta il Cac40 sale dello 0,45%, il Dax avanza dello 0,4% ed il Ftse Mib evidenzia un +0,22%.

La performance migliore sul paniere delle blue chip è appannaggio di UniCredit (+1,77%). Ieri l’istituto di Piazza Gae Aulenti ha collocato un’emissione di strumenti Additional Tier 1 destinata ad investitori istituzionali per un totale di 750 milioni di euro.

«Gli strumenti di tipologia Additional Tier 1 contribuiscono a rafforzare il Tier 1 Ratio e completano il Piano di funding di UniCredit per il 2021 per questa tipologia di strumento», riporta la nota diffusa dall’istituto.

Il processo di book building ha prodotto una domanda per oltre 2,25 miliardi consentendo di rivedere al ribasso la guidance, inizialmente indicata in area 4,875%, e di fissare la cedola a 4,45%.

Denaro anche su Banco BPM (+0,59%) e Intesa Sanpaolo (+0,43%).

Sotto la parità Pirelli (-0,35%) dopo la notizia dell’accordo tra Camfin e Longmarch Holding per l’ingresso del veicolo nell’azionariato della holding tramite apporto del 4% del capitale della società degli pneumatici.

Per quanto riguarda il comparto obbligazionario, lo spread BTP-Bund fa segnare un calo contenuto a 106 punti base.

Future Wall Street: prevista apertura in parità

A circa due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,09%, quello sullo S&P500 segna un +0,06% ed il future sul Nasdaq perde lo 0,15%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, CNH Industrial top performer

A Londra il Ftse100 inizia la seduta con un +0,96%, il Cac40 sale dell’1,1%, il Dax dello 0,94% ed il nostro Ftse Mib quota 25.361,8 punti (+1,03%).

A Milano le performance migliori sono registrate da CNH Industrial (+2,1%) e STMicroelectronics (+2,05%).

Segno più anche per Pirelli (+0,78%) dopo la notizia dell’accordo tra Camfin e Longmarch Holding per l’ingresso del veicolo nell’azionariato della holding tramite apporto del 4% del capitale della società degli pneumatici.

In attesa di dettagli sull’aumento di capitale da 400 milioni di euro, rosso dell’1,3% per le azioni Juventus.

Per quanto riguarda il comparto obbligazionario, lo spread BTP-Bund in avvio è poco mosso a 107 punti base.

Borse Asia: Nikkei chiude debole

L’Hang Seng registra un -0,53%, il China A50 ha chiuso con un +0,7% e l’australiano S&P/ASX 200 ha evidenziato un -0,65%.

Debole anche il giapponese Nikkei (-0,29%).

Wall Street: Nasdaq in rosso

Il Dow Jones ha terminato la seduta con un +0,61%, lo S&P500 ha segnato un +0,21% ed mentre il Nasdaq è sceso dello 0,17%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.