Berlusconi si smarca da Salvini e Meloni: futuro con Renzi?

Dopo la manifestazione di Roma, Silvio Berlusconi è sempre più distante dai suoi alleati Matteo Salvini e Giorgia Meloni: per Forza Italia in futuro ci potrebbe essere posto in un polo moderato magari insieme a Matteo Renzi?

Berlusconi si smarca da Salvini e Meloni: futuro con Renzi?

Dovevamo limitare al massimo il numero dei partecipanti per evitare il rischio di assembramenti e non dare cattivi esempi. Non si può fare la predica e poi essere i primi a trasgredire”. Parola di Silvio Berlusconi, che con un cinguettio su Twitter ha subito preso le distanze dalla manifestazione del centrodestra a Roma in occasione del 2 giugno.

Dopo i mesi difficili passati e i sacrifici che ancora si chiedono agli italiani a causa del coronavirus, di certo un assembramento del genere in barba al distanziamento sociale, i selfie e i tanti senza mascherina, sono stati fuori luogo tanto che anche Giorgia Meloni non ha nascosto qualche imbarazzo.

Quello sulla manifestazione di Roma non è stato però l’unico distinguo da parte di Berlusconi rispetto ai suoi alleati del centrodestra. L’ex premier a stretto giro ha anche mandato una carezza a Bruxelles, spiegando che “se l’Europa ci avesse abbandonato sarebbe stata una catastrofe per l’Italia”.

Se ci mettiamo poi anche il parere favorevole di Forza Italia nei riguardi del MES, la distanza politica tra gli azzurri e la linea intrapresa da Matteo Salvini e Giorgia Meloni sembrerebbe essere sempre maggiore, tanto che non è da escludere un clamoroso divorzio quando si tornerà alle urne.

Berlusconi si smarca da Salvini e Berlusconi

Rimasto in Costa Azzurra dove si trova dall’inizio dell’emergenza coronavirus, Silvio Berlusconi annusata l’aria che la manifestazione di Roma non sarebbe stata come prevista inizialmente, ha subito voluto sottolineare il suo dissenso per quello che è andato in scena nella capitale.

Da tempo però Forza Italia starebbe mostrando più di un segno di insofferenza verso la deriva populista presa dal centrodestra, che in pratica è coincisa con l’avvento di Matteo Salvini alla guida della coalizione.

Non è un caso che quando Giovanni Toti si è staccato dagli azzurri per fondare Cambiamo, si pensava che la mossa del governatore fosse il preludio a un nuovo centrodestra con Lega e Fratelli d’Italia ma senza Forza Italia.

Anche se in netto calo rispetto al passato, numeri alla mano Silvio Berlusconi può essere però ancora determinante per il centrodestra specie al Sud, anche se a riguardo molto dipenderà da quella che sarà la legge elettorale alle prossime elezioni.

Futuro con Renzi?

Lo scorso novembre Silvio Berlusconi ha lanciato il progetto L’Altra Italia, una sorta di confederazione centrista guidata da Forza Italia tesa a riunire tutte quelle forze politiche del centrodestra che in qualche modo non si riconoscono nel nuovo corso targato Matteo Salvini.

Da tempo però si parla anche di un possibile polo moderato e riformatore formato, oltre dalla parte più centrista di Forza Italia, anche dalla triade formata da Italia Viva, +Europa e Azione di Carlo Calenda.

Considerando che il Movimento 5 Stelle appare proiettato verso un’alleanza con il Partito Democratico, con Giuseppe Conte candidato premier, l’obiettivo di questo terzo polo sarebbe quello di sperare nel pareggio alle urne per essere poi determinante, con uno o l’altro schieramento, per la formazione di un nuovo governo.

Questo blocco moderato, sondaggi alla mano, potrebbe arrivare tranquillamente alla doppia cifra anche se visti i tanti galli presenti nel possibile pollaio non sarebbe facile mettere d’accordo i vari leader.

In nome della sopravvivenza politica, si potrebbe comunque giungere a un accordo visto che altrimenti per Matteo Renzi il rischio sarebbe quello di non superare la soglia di sbarramento mentre, per Silvio Berlusconi, quello di diventare una sorta di ruota di scorta della Lega.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories