Arriva Microsoft Mobile: Nokia perderà anche nome e marchio

Doloroso addio a quella che nell’immaginario comune è uno dei più diffusi e amati mobile brand: Nokia passa sotto il controllo di Microsoft

Quella di Nokia è un’agonia lenta ma inesorabile che porta con sé anche la perdita del nome. L’azienda finlandese produttrice di telefonini, infatti, dopo essere stata acquisita da Microsoft per 5 miliardi e mezzo di euro, nel Settembre 2013, subirà anche un ulteriore cambio oltre a quello della proprietaria. Si tratta di un cambio ben più doloroso perché, al di là di cifre e pacchetti, entra nell’immaginario collettivo e nel sentire comune, in particolare in quello degli acquirenti: lo storico marchio della galassia mobile andrà, infatti nel dimenticatoio e Nokia diventerà Microsoft Mobile.

È il coronamento di un’operazione di acquisizione che, seppur accolta molto bene dall’azionariato di Nokia, era risultata più complicata del previsto a causa di uno slittamento nella chiusura dell’accordo che era stato sottoposto a una processo d’esame oltremodo accurato e prolungato dalle autorità di regolamentazione dei mercati prima europee e statunitensi e, infine, cinesi.

Poi la svolta di Lunedì di scorso, quando, in un comunicato stampa era stata la stessa Nokia a rendere pubblica l’operazione di vendita della sua divisione principale “Dispositivi e Servizi” a Microsoft, un’operazione che sarà formalmente completata il prossimo 25 Aprile. Si tratta della conferma ufficiale di una notizia che era già stata fatta circolare da Brad Smith, avvocato generale di Microsoft, e che porterà all’ingresso ufficiale della Divisione Dispositivi e Servizi di Nokia nel gruppo Microsoft, Stephen Elop, precedente CEO di Nokia, alla guida della devisione.

Dopo i comunicati ufficiali, comunque, sono arrivate le comunicazioni ufficiose e le indiscrezioni circa il fatidico cambio di nome. Sempre di Nokia sarebbe, infatti, una nota in cui l’azienda finlandese informava i suoi fornitori di servizi e componenti per dispositivi circa il doloroso cambio che trasformerà Nokia Corporation in Microsoft Mobile. La nota a cui, molto probabilmente non si è voluto dare eccessivo risalto, non è tuttavia passata inosservata ed è stata scoperta dal sito Nokia Power User e, subito dopo, ripresa anche dall’importante blog americano Mashable.

Una vera e propria sostituzione di brand che segna l’ennesimo passo in avanti del colosso di Redmond nel mondo della telefonia e del mobile. Il gruppo fondato da Bill Gates, infatti, ossessionato dalle cifre raggiunte da Apple grazie a iPhone e iPad, ha deciso di rilevare Nokia proprio per avere la strada spianata in questo mercato. Lo dimostrano anche scelte mirate, avvenute negli scorsi mesi, come l’immissione sul mercato dei nuovi modelli del tablet Surface e dei primi tablet a marchio Nokia.

Si tratta comunque di una sfida difficile per Microsoft e per il suo nuovo CEO Satya Nadella, sia per le performance di vendita, non proprio esaltanti, ottenute dal tablet Surface nei mesi scorsi, sia per il calo di vendite nel settore dei pc, un altro chiaro segnale del fatto che ormai, la vera frontiera è quella del mobile e il vero punto di convergenza a cui la comunicazione si sta orientando è il tablet. Un settore dove Apple e Samsung al momento sembrano invincibili.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Argomenti:

Microsoft HTC Tablet

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.