Stop a sovrapprezzo sui bagagli a mano per Ryanair: lo ha deciso l’Antitrust

Il sovrapprezzo chiesto dalle compagnie aeree Ryanar e Wizz Air per i bagagli “induce in errore il consumatore” secondo l’Antitrust

Stop a sovrapprezzo sui bagagli a mano per Ryanair: lo ha deciso l'Antitrust

Stop ai sovrapprezzi di Ryanair e Wizz Air per i bagagli a mano.

Una decisione in grado di catalizzare in un attimo l’attenzione degli utenti di tutto il mondo quella imposta dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM), che ha sospeso le nuove regole sui bagagli stabilite dalle più note compagnie aeree low cost, Ryanair e Wizz Air.

Da domani infatti sarebbe entrata in vigore la policy che avrebbe consentito ai passeggeri di trasportare gratuitamente solo una borsa piccola da collocare sotto i sedili, chiedendo un sovrapprezzo per i trolley.

Stop a sovrapprezzo sui bagagli a mano per Ryanair e Wizz Air

Una decisione che costituisce per gli utenti “un onere non eventuale e prevedibile, che dovrebbe essere ricompreso nella tariffa standard” secondo quanto dichiarato dall’Antitrust, che ha parlato di un vero e proprio inganno ai danni del consumatore:

“La richiesta di un supplemento per un elemento essenziale del contratto di trasporto aereo, quale il bagaglio a mano, fornisce una falsa rappresentazione del reale prezzo del biglietto e vizia il confronto con le tariffe delle altre compagnie, inducendo in errore il consumatore”.

La conseguenza è che, per il momento, Ryanair e Wizz Air dovranno sospendere la già prevista richiesta di supplementi di prezzo - che sarebbe partita dal primo novembre - garantendo la gratuità di uno spazio, a bordo o in stiva, che equivalga a quello messo a disposizione “per il trasporto dei bagagli a mano nell’aeromobile”.

Le compagnie avranno ora cinque giorni per comunicare all’autorità le misure adottate allo scopo di seguire la decisione presa.

Tra i primi a commentare la decisione Altroconsumo, associazione a tutela degli utenti, che ha descritto le intenzioni delle compagnie aeree parlando di “pratica opaca” ed evidenziando la puntualità del provvedimento:

“Ai consumatori non possono essere imposti d’improvviso sovrapprezzi arbitrari senza chiarire quale sia il costo del contratto di viaggio per il volo. In un mercato sano e trasparente non deve succedere una cosa simile; Altroconsumo continuerà a monitorare eventuali pratiche scorrette a danno dei viaggiatori”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Ryanair

Argomenti:

Ryanair

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.