Spread Btp-Bund: discesa senza freni, rendimento sotto 3%

Lo spread tra Btp e Bund continua a scendere, mentre i titoli italiani si rendono ancora una volta protagonisti e Piazza Affari oscilla

Spread Btp-Bund: discesa senza freni, rendimento sotto 3%

Non si arresta la discesa dello spread Btp-Bund, differenziale tra rendimenti del decennale italiano e quelli del tedesco di pari scadenza che si è oggi riportato vistosamente sotto i 260 punti base.

Dopo i livelli toccati lo scorso fine settimana, e ancora dopo i tentativi di rialzo registrati nella giornata di lunedì 3 settembre, lo spread è tornato dunque ad affievolirsi e i mercati hanno guardato con minore preoccupazione alle intenzioni del Governo lega-Movimento 5 stelle.

I titoli di stato italiani hanno continuato a rendersi protagonisti anche oggi: il rendimento del decennale, che sul finire della scorsa settimana era schizzato oltre il 3,2%, è di nuovo scivolato sotto la soglia del 3%. La conseguenza? Lo spread tra Btp e Bund è sceso di nuovo.

I mercati hanno reagito con ottimismo alle parole di Matteo Salvini, che ha dichiarato di aver discusso le cifre, ma soprattutto i conti e i tempi per realizzare il programma di Governo nell’arco della legislatura e non, dunque, nei primi mesi della stessa (con tutte le conseguenze del caso sul deficit).


(Lo spread Btp-Bund oggi: dagli oltre 268 pb di ieri sera il differenziale si è progressivamente riportato su quota 258)

Spread Btp-Bund scende ancora: Piazza Affari tenta di resistere

Già nella giornata di ieri, martedì 4 settembre, la discesa tentata dal differenziale ha avuto un impatto positivo sul comparto bancario di Piazza affari.

I principali istituti di credito del Belpaese hanno registrato performance degne di nota nel corso della sessione, mentre il Ftse Mib è riuscito a resistere alle vendite che hanno invece colpito il resto dell’azionario europeo e i rendimenti del decennale sono scesi permettendo di delineare un quadro tecnico in via di miglioramento.

Una situazione pressoché simile a quella di oggi. Nelle prime ore del mattino, infatti, la Borsa Italiana è risultata l’unica a scambiare la di sopra della parità (seppur di poco) mentre gli indici principali del Vecchio Continente hanno continuato a perdere quota.

Le banche dal canto loro non hanno smesso di beneficiare di uno spread Btp-Bund in calo con Banco BPM, Ubi, BPER e Mediobanca a registrare le progressioni più evidenti.

Al momento della scrittura il rendimento del decennale italiano sta scendendo al 2,90%, mentre quello del tedesco di pari scadenza sale allo 0,38%. Lo spread tra Btp e Bund sta beneficiando di tale distanza e sta scendendo su quota 252 punti base (-7,25%), mentre il Ftse Mib sta segnando una progressione dell’1,2%.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti"

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.