Spread Btp-Bund: discesa senza freni, rendimento sotto 3%

Lo spread tra Btp e Bund continua a scendere, mentre i titoli italiani si rendono ancora una volta protagonisti e Piazza Affari oscilla

Spread Btp-Bund: discesa senza freni, rendimento sotto 3%

Non si arresta la discesa dello spread Btp-Bund, differenziale tra rendimenti del decennale italiano e quelli del tedesco di pari scadenza che si è oggi riportato vistosamente sotto i 260 punti base.

Dopo i livelli toccati lo scorso fine settimana, e ancora dopo i tentativi di rialzo registrati nella giornata di lunedì 3 settembre, lo spread è tornato dunque ad affievolirsi e i mercati hanno guardato con minore preoccupazione alle intenzioni del Governo lega-Movimento 5 stelle.

I titoli di stato italiani hanno continuato a rendersi protagonisti anche oggi: il rendimento del decennale, che sul finire della scorsa settimana era schizzato oltre il 3,2%, è di nuovo scivolato sotto la soglia del 3%. La conseguenza? Lo spread tra Btp e Bund è sceso di nuovo.

I mercati hanno reagito con ottimismo alle parole di Matteo Salvini, che ha dichiarato di aver discusso le cifre, ma soprattutto i conti e i tempi per realizzare il programma di Governo nell’arco della legislatura e non, dunque, nei primi mesi della stessa (con tutte le conseguenze del caso sul deficit).


(Lo spread Btp-Bund oggi: dagli oltre 268 pb di ieri sera il differenziale si è progressivamente riportato su quota 258)

Spread Btp-Bund scende ancora: Piazza Affari tenta di resistere

Già nella giornata di ieri, martedì 4 settembre, la discesa tentata dal differenziale ha avuto un impatto positivo sul comparto bancario di Piazza affari.

I principali istituti di credito del Belpaese hanno registrato performance degne di nota nel corso della sessione, mentre il Ftse Mib è riuscito a resistere alle vendite che hanno invece colpito il resto dell’azionario europeo e i rendimenti del decennale sono scesi permettendo di delineare un quadro tecnico in via di miglioramento.

Una situazione pressoché simile a quella di oggi. Nelle prime ore del mattino, infatti, la Borsa Italiana è risultata l’unica a scambiare la di sopra della parità (seppur di poco) mentre gli indici principali del Vecchio Continente hanno continuato a perdere quota.

Le banche dal canto loro non hanno smesso di beneficiare di uno spread Btp-Bund in calo con Banco BPM, Ubi, BPER e Mediobanca a registrare le progressioni più evidenti.

Al momento della scrittura il rendimento del decennale italiano sta scendendo al 2,90%, mentre quello del tedesco di pari scadenza sale allo 0,38%. Lo spread tra Btp e Bund sta beneficiando di tale distanza e sta scendendo su quota 252 punti base (-7,25%), mentre il Ftse Mib sta segnando una progressione dell’1,2%.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti"

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

14 minuti fa

La vendita Versace sarà solo l’inizio? Il lusso italiano sempre più attraente

La vendita Versace sarà solo l'inizio? Il lusso italiano sempre più attraente

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

33 minuti fa

Allarme Italia: 1 borgo su 4 ha chiuso i battenti

Allarme Italia: 1 borgo su 4 ha chiuso i battenti

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

3 ore fa

UniCredit, grande fusione entro il 2019?

UniCredit, grande fusione entro il 2019?

Commenta

Condividi