Referendum costituzionale 2016: sì o no? Ecco quali libri leggere per farsi un’idea

Sì o no al referendum costituzionale 2016? Ecco qualche suggerimento sui libri da leggere per farsi un’idea.

Votare sì o no al prossimo referendum costituzionale 2016?

Quali libri occorrerebbe leggere per votare davvero informati in occasione del prossimo referendum costituzionale 2016, a prescindere che si pensi di votare no oppure si? Come votare sulla ratifica o meno del testo della riforma costituzionale che cambierebbe radicalmente la seconda parte della Costituzione italiana? Come comprendere quali elementi valutare per sapere se votare si o no?

Le ragioni del no e quelle del sì le possiamo leggere ed ascoltare continuamente in questi giorni ma siamo sicuri di averci veramente capito qualcosa? Votare al referendum costituzionale è importante perché rappresenta un momento di partecipazione attiva alla vita politica e sociale del nostro Paese.

Non si tratta di un referendum costituzionale banale (il terzo nella storia della Repubblica dopo quelli del 2001 e del 2006) ma rappresenta un crocevia fondamentale per il futuro di tutti noi.

Proprio per questo motivo è bene approfondire tutte le questioni e le tesi proposte dai fautori del no e da quelli del sì facendo riferimento ai tanti libri usciti in queste settimane in tema referendum costituzionale.

Ecco una rassegna dei libri da leggere per farsi un’idea approfondita su come votare al referendum costituzionale sul ddl Renzi-Boschi.

Referendum costituzionale 2016: i libri da leggere per farsi un’idea

In queste settimane le libreria si sono riempite di parecchi libri in materia costituzionale e referendaria. Effettivamente per farsi un’idea compiuta sul referendum costituzionale occorrerebbe approfondire i vari aspetti: in questo senso i libri da leggere sono tanti e in questa rassegna daremo conto dei più significativi.

Referendum costituzionale 2016, libri da leggere per farsi un’idea: perché votare no

Partiamo dai libri sul referendum costituzionale degli autori che suggeriscono di votare no. All’inizio la discussione sul referendum costituzionale non sembrava appassionare molto gli italiani, forse per il grande interesse verso altri temi come le amministrative, la crisi economica e la Brexit.

Tuttavia, nelle ultime settimane anche gli editori italiani si sono accorti che le ragioni del no (come quelle del si) possono rappresentare un interessante business editoriale.

Ecco quattro libri da leggere per farsi un’idea sul referendum costituzionale 2016 con autori e tesi orientati a votare no:

  • Le ragioni del NO. Guida al voto per il referendum costituzionale” di Duccio Facchini, edito da Altraeconomia, 96 pagine, costa 4 euro. Libro molto semplice e scorrevole, spiega con un linguaggio accessibile i nefasti effetti (secondo l’autore del libro) dell’eventuale, ma improbabile secondo i sondaggi, vittoria del SI;
  • Loro diranno, noi diciamo. Vademecum sulle riforme istituzionali di Gustavo Zagrebelsky e Francesco Pallante, edito da Laterza, 152 pagine, costa 10 euro ed è disponibile anche in ebook. Libro appassionato, contiene la lettera che il costituzionalista ha inviato a Maria Elena Boschi nel 2014 (all’inizio del percorso parlamentare della riforma) per argomentare le maggiori criticità del ddl Renzi-Boschi e del pericoloso combinato disposto Italicum-riforma costituzionale;
  • Perché No: tutto quello che bisogna sapere sul referendum e contro la schiforma Boschi-Verdini” di Marco Travaglio e Silvia Truzzi, edito da Paper First, 204 pagine, costa 12 euro. Si tratta di un libro che spiega bene la posizione di Travaglio e della famiglia del Fatto Quotidiano: no convinto a quella che viene definita una “schiforma costituzionale”;
  • La Costituzione e la bellezza” di Michele Ainis e Vittorio Sgarbi, edito da La Nave di Teseo, 347 pagine, costa 18 euro. Libro suggestivo di sedici capitoli in cui Michele Ainis disegna un inedito commento letterario della nostra Costituzione e Vittorio Sgarbi lo affianca scegliendo un’opera per ciascuno dei dodici principi fondamentali e dei quattro titoli che compongono la prima parte della Costituzione italiana.

Referendum costituzionale 2016, libri da leggere per farsi un’idea: perché votare si

Dall’altra parte della barricata ci sono tanti libri scritti da autori e con tesi orientate a votare sì al referendum costituzionali. Vengono definite posizioni pro Governo o pro Renzi ma è una definizione infelice. Se vincesse il SI non si farebbe un favore al Governo in carica o meglio, lo si farebbe ma non è questo l’effetto più importante che si verrebbe a creare.

Ecco altri quattro libri da leggere per farsi un’idea sul referendum costituzionale 2016 con autori e tesi questa volta orientati a votare si:

  • Liberiamo la politica. Prima che sia troppo tardi di Salvatore Vassallo, edito da Il Mulino, 192 pagine, costa 11,90 euro ed è disponibile anche in ebook. Libro fortemente orientato alla necessità di riforme, novità e cambiamento;
  • La transizione è (quasi) finita” di Stefano Ceccanti, edito da Giappichelli, 96 pagine, costa 11 euro. Qui siamo di fronte ad un costituzionalista che si pone in netta contrapposizione rispetto a Zagrebelsky e Rodotà, sottolineando l’importanza di completare il disegno di nuovo regionalismo attraverso la riforma del Senato e, nel contempo, l’eliminazione del bicameralismo perfetto;
  • Aggiornare la Costituzione. Storia e ragioni di una riforma di Guido Crainz e Carlo Fusaro, edito da Donzelli, 274 pagine, costa 16 euro. Qui siamo nel campo dell’analisi storica e sociologica delle ragioni del SI: l’attesa, i fallimenti passati, gli scenari futuri;
  • Italia, si cambia. Identikit della riforma costituzionale” di Giovanni Guzzetta, edito da Rubettino, 206 pagine, costa 13 euro. Qui le ragioni del sì vengono giustificate soprattutto con la necessità di superare difetti e limiti dell’attuale sistema/meccanismo di funzionamento della democrazia italiana.

Conoscere per deliberare: perché leggere i libri per votare consapevolmente al prossimo referendum costituzionale 2016

Ovviamente i libri sopra elencati, a favore del sì e del no al referendum costituzionale 2016, sono solo una parte del materiale disponibile nelle librerie per farsi un’idea consapevole su come votare al prossimo referendum costituzionale.

Quello che ci preme qui sottolineare è - in ogni caso - l’importanza di:

1) andare a votare, esercitando un fondamentale diritto-dovere del cittadino;
2) informarsi bene prima di votare.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.