Coronavirus, ISA sballati per il calo di fatture

A causa dell’emergenza Coronavirus è calato il fatturato di moltissimi imprenditori, e le conseguenze si ripercuotono sui risultati ISA e sul punteggio ottenuto nella pagella fiscale.

Coronavirus, ISA sballati per il calo di fatture

Coronavirus, a causa dell’emergenza sanitaria in atto e il blocco delle attività lavorative, con ogni probabilità i risultati ISA risulteranno sballati.

Come verrà visto il calo di fatture elettroniche, conseguenza del minore fatturato viste le misure di contenimento del contagio, dagli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale?

L’algoritmo degli ISA, per quanto moderno rispetto agli studi di settore, non riuscirà a valutare la situazione di crisi che tutta Italia sta vivendo: il risultato sarà quindi punitivo, con la perdita dei benefici premiali a cui si accede con un buon voto sulla pagella fiscale.

Sembra quindi che il secondo anno di applicazione degli ISA sarà ancora più complesso del primo, caratterizzato da continue proteste di commercialisti e associazioni.

Coronavirus, ISA sballati per il calo di fatture

Le conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus che l’Italia sta vivendo iniziano a farsi sentire, ma è solo un assaggio.

Proprio per cercare di ridurre al minimo i contagi, il Presidente Conte con il decreto dell’11 marzo ha predisposto la chiusura di tutte le attività commerciali e di vendita al dettaglio, quindi negozi, bar, pub, ristoranti, parrucchieri, centri estetici, servizi di mensa.

Una misura necessaria per fermare la diffusione pandemica del virus, ma con conseguenze devastanti per l’economia.

In attesa del decreto salva economia, atteso per venerdì 13 marzo, con le misure a sostegno di famiglie e imprese, gli imprenditori si chiedono che ne sarà dei loro ISA.

Il calo delle fatture elettroniche emesse, conseguenza della riduzione del carico lavorativo, con ogni probabilità verrà visto dall’algoritmo degli ISA come un fattore negativo, poiché per quanto moderno non è stato progettato per tenere in considerazione crisi di questo tipo.

La conseguenza immediata sarebbe un basso voto sulla pagella fiscale, con la perdita dei benefici premiali, a cui si ha diritto con un voto da 8 in su.

Coronavirus, ISA sballati per il calo di fatture: possibili soluzioni

Visto che la crisi economica interessa tutto il terrorio nazionale, è necessario che si pensi a delle soluzioni, affinché non ci siano strascichi finanziari per più tempo del necessario.

Una delle possibili soluzioni è intervenire sull’algoritmo, inserendo apposite correzioni.

In questo caso, i correttivi economici andrebbero applicati anche al periodo di imposta 2019, anche se l’emergenza Covid-19 è partita nel 2020: ad oggi, è difficile immaginare come faranno gli imprenditori e le partite IVA a rialzare ricavi e compensi in pochi mesi e migliorare così il loro punteggio di affidabilità fiscale.

Un buon punteggio nelle dichiarazioni dei redditi 2020 infatti potrebbe sbloccare i crediti di cui la Legge di Bilancio di quest’anno ha stabilito solo l’uso in compensazione orizzontale.

Una risoluzione più drastica sarebbe invece la disapplicazione temporanea degli ISA.

Un intervento meno deciso invece potrebbe essere la modifica della regolamentazione del regime premiale, o l’assetto del cosiddetto coefficiente individuale, il quale influenza il risultato degli ISA sulla base di un periodo temporale di otto anni.

Un periodo troppo lungo, soprattutto in vista delle conseguenze economiche che l’emergenza Coronavirus sta portando con sé.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories