Dichiarazione precompilata 2018, spese sanitarie e veterinarie: modalità tecniche di utilizzo

Dichiarazione precompilata 2018: l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di accesso e di rettifica dei dati in merito alle spese sanitarie e veterinarie detraibili.

Dichiarazione precompilata 2018, spese sanitarie e veterinarie: modalità tecniche di utilizzo

Dichiarazione precompilata 2018: con il provvedimento del 9 aprile 2018 l’Agenzia delle Entrate ha spiegato ai contribuenti quali sono le modalità per accedere e modificare i dati di spese sanitarie e veterinarie.

In vista della pubblicazione del modello 730 precompilato, che sarà reso disponibile a partire dal 16 aprile, l’Agenzia delle Entrate ha illustrato le nuove funzionalità previste per la predisposizione della dichiarazione dei redditi online.

Grazie ad un scambio di informazioni con il Sistema Tessera Sanitaria l’Amministrazione finanziaria è in grado di mettere a disposizione del contribuente il totale complessivo delle spese agevolabili, comprese quelle sostenute per i familiari a carico, al netto dei relativi rimborsi.

Una delle importanti novità introdotte a partire dal periodo d’imposta 2017 riguarda la possibilità per i contribuenti di modificare e integrare i dati relativi alle spese sanitarie (fatta eccezione per quelle per cui si è presentata l’opposizione) e alle spese veterinarie contenute nel modello 730 precompilato 2018.

Spese sanitarie nel modello 730 precompilato 2018

A partire dal 1° marzo successivo al periodo d’imposta di riferimento il Sistema Tessera Sanitaria fornisce all’Agenzia delle Entrate i dati necessari per procedere all’elaborazione della dichiarazione precompilata.

In particolare vengono trasmessi i dati relativi a:

  • le spese sanitarie che sono state sostenute dal contribuente o dal familiare a carico nel periodo d’imposta precedente e documentate da fatture, scontrini fiscali e ricevute di pagamento;
  • rimborsi che sono stati effettuati nell’anno precedente per prestazioni non erogate o parzialmente erogate.

Sono diverse le tipologie di spesa considerate come ad esempio le spese per acquisto di farmaci, di dispositivi medici con marcatura CE, di farmaci per uso veterinario ecc.

Una volta fornito il totale delle spese sostenute e dei rimborsi di ciascun soggetto, l’Agenzia delle Entrate attraverso dei sistemi automatici, elabora i dati determinando così l’importo complessivo delle spese agevolabili ai fini fiscali da utilizzare per la dichiarazione dei redditi precompilata.

I contribuenti quindi a questo punto potranno visualizzare il totale e delle spese sanitarie automaticamente agevolabili e dei relativi rimborsi aggregati.

A partire dal 2 maggio 2018, data in cui sarà possibile inviare e modificare il modello 730 precompilato, i soggetti interessati potranno decidere di rettificare o di integrare i dati relativi alle spese sanitarie sostenute.

Per modificare i dati delle spese sanitarie basterà accedere sul sito dell’Agenzia delle Entrate nell’area autenticata e, tramite i servizi in cooperazione applicativa (servizio web service puntuale) esposti dal Sistema Tessera Sanitaria, sarà possibile modificare o integrare i dati relativi alle spese sostenute e ai relativi rimborsi, fatta eccezione per i dati per i quali si è richiesta l’opposizione.

A seguito delle modifiche apportate dal contribuente, il Sistema Tessera Sanitaria crea una copia con i dati aggiornati e fornisce all’Agenzia delle Entrate, per ciascun soggetto, i nuovi totali da considerare.

Spese veterinarie

Come avviene per le spese sanitarie, il Sistema Tessera Sanitario fornisce all’Agenzia delle Entrate anche i dati relativi alle spese veterinarie sostenute da ciascun soggetto.

In particolare vengono messi a disposizione dell’Amministrazione finanziaria i seguenti dati:

  • spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche nel periodo d’imposta precedente e documentate da fatture, scontrini fiscali e ricevute di pagamento;
  • rimborsi effettuati nel periodo d’imposta precedente per prestazioni non erogate o parzialmente erogate.

Il contribuente quindi troverà il totale delle spese veterinarie e dei rimborsi nella dichiarazione precompilata e a partire dal 2 maggio 2018 potrà decidere di integrare o modificare i dati contenuti nella stessa.

Anche in questo caso sarà possibile modificare, integrare o eliminare i dati delle spese sostenute e, a seguito delle modifiche apportate dal contribuente, il Sistema Tessera Sanitaria crea una copia con i dati aggiornati delle spese e dei rimborsi e fornisce all’Agenzia delle Entrate, per ciascun soggetto, i nuovi totali degli importi detraibili.

Per ulteriori informazioni si allega di seguito il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 9 aprile 2018.

Provvedimento del 9 aprile 2018 dell’Agenzia delle Entrate
Modalità tecniche di utilizzo dei dati delle spese sanitarie e delle spese veterinarie ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, a decorrere dall’anno d’imposta 2017

Iscriviti alla newsletter "Fisco"

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.