Denis Verdini: confermata condanna a 6 anni e mezzo

La Cassazione conferma la condanna a 6 anni e mezzo per l’ex senatore Denis Verdini nell’ambito della bancarotta di Credito Fiorentino

Denis Verdini: confermata condanna a 6 anni e mezzo

La corte di Cassazione ha confermato la condanna a 6 anni e mezzo di carcere già sentenziata in fase d’appello per l’ex senatore di Forza Italia e ALA Denis Verdini.

Una condanna che conclude l’iter giudiziario e impone ora un effettivo periodo di carcere per Verdini, che non ancora settantenne (li compirà il prossimo 8 maggio) dovrà necessariamente scontare almeno il tempo che lo separa dal compimento del 70esimo anno d’età.

Raggiunta quell’età infatti per legge potrà chiedere gli arresti domiciliari.
Verdini è stato dichiarato colpevole nell’ambito del processo relativo al crac di Credito Fiorentino.

In origine la condanna sarebbe dovuta essere di 6 anni e 10 mesi, dai quali sono stati però detratti 4 mesi di prescrizione.

Denis Verdini: confermata condanna a 6 anni e mezzo

Verdini assunse la presidenza del Credito Cooperativo Fiorentino nel 1992, guidando l’istituto nel suo periodo di maggiore crescita fino al 2010 e all’amministrazione straordinaria imposta dal Ministero dell’Economia per “gravi irregolarità”, le dimissioni e la conseguente bancarotta.

Secondo quanto rivelato a soli pochi minuti dalla sentenza dall’avvocato, Franco Coppi, Verdini non attenderà “alcun provvedimento” e si presenterà quindi in carcere, pronto a scontare la pena:

“Affronterà la situazione e si costituirà in carcere. Gli ho comunicato l’esito della sentenza, e non possiamo nascondere l’amarezza per la decisione che arriva dopo che era stato chiesto un nuovo processo”.

Argomenti:

Italia Bancarotta

Iscriviti alla newsletter

Money Stories