Borsa Milano Oggi, 19 aprile 2021: Ftse Mib debole, balzo per le azioni Juventus

Luca Fiore

19/04/2021

19/04/2021 - 17:58

condividi

La Borsa di Milano oggi, 19 aprile 2021, ha chiuso la prima seduta della settimana di poco sotto la parità. Sul Ftse Mib si segnalano le vendite su CNH Industrial mentre sul completo le azioni Juventus fanno registrare un balzo. Spread a 102 punti base.

Borsa Milano Oggi, 19 aprile 2021: Ftse Mib debole, balzo per le azioni Juventus

La Borsa di Milano oggi ha chiuso la seduta di poco sotto la parità: sul Ftse Mib spicca la debolezza sulle azioni CNH Industrial mentre sul completo le azioni Juventus hanno messo a segno un balzo a due cifre dopo l’annuncio della creazione della Super League.

Dal fronte materie prime, il future con consegna giugno sul petrolio Brent perde lo 0,3% a 66,57 dollari al barile mentre l’eurodollaro avanza dello 0,36% a 1,20228.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib debole, Juventus spicca il volo

La prima seduta della settimana del Ftse Mib è terminata a 24.691,46 punti (-0,21%) mentre, nel giorno della partenza del Btp Futura, lo spread Btp-Bund ha segnato un lieve rialzo a 102 punti base.

Secondo l’agenzia Fitch potrebbe essere necessario un decennio per riportare il rapporto debito/pil ai livelli pre-Covid.

A frenare l’andamento del listino milanese è stata anche la distribuzione di dividendi. Oggi, tra le altre, hanno distribuito il dividendo le azioni Stellantis (-1%), Banco BPM (+0,38%), Campari (+0,74%), Ferrari (-0,99%), Unicredit (+1,24%) e CNH Industrial (-4,5%).

Quest’ultima paga pegno alla notizia dello stop alle trattative con la cinese Faw Jiefang relative al business On-Highway dell’azienda.

Sul completo seduta da record per le azioni Juventus (+17,85%) dopo l’annuncio che il club ha sottoscritto un accordo con altri top club europei per la creazione di una nuova competizione calcistica europea, la Super League.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib, forti vendite su CNH Industrial

In corrispondenza del giro di boa il Ftse Mib quota in rosso dello 0,08%, il Cac40 segna un +0,28% ed il Dax un +0,09%.

Rosso di quasi un punto percentuale per lo spread Btp-Bund a 100 punti base.

A frenare il nostro Ftse Mib rispetto agli altri indici europei è la distribuzione di dividendi che in avvio di settimana coinvolge, tra gli altri, Stellantis (-0,2%), Banco BPM (+1,29%), Campari (+0,73%), Ferrari (+0,26%), Unicredit (+1,06%) e CNH Industrial (-4,35%).

Quest’ultima paga pegno alla notizia dello stop alle trattative con la cinese Faw Jiefang relative al business On-Highway dell’azienda.

«CNH Industrial conferma che ha terminato le discussioni con FAW Jiefang relative al business On-Highway dell’Azienda e che continua a perseguire i piani esistenti in vista della separazione di queste attività nella prima parte del 2022».

Sul completo spicca il +8,8% delle azioni Juventus dopo l’annuncio che il club ha sottoscritto un accordo con altri top club europei per la creazione di una nuova competizione calcistica europea, la Super League.

Future Wall Street: prevista apertura piatta

Dopo i nuovi record della scorsa settimana, la seduta a Wall Street dovrebbe iniziare all’insegna della prudenza: il derivato sul Dow Jones registra un -0,14%, quello sullo S&P500 segna un -0,09% e il future sul Nasdaq un -0,04%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, Banco BPM in evidenza

Poco dopo l’avvio degli scambi il Ftse Mib quota 24.715,59 punti (-0,12%), il il Cac40 segna un +0,13%, il Dax un +0,16% ed il Ftse100 è invariato (-0,03%).

Lo spread Btp-Bund in avvio di seduta europea non fa registrare variazioni di rilievo a 101 punti base.

Secondo l’agenzia Fitch potrebbe essere necessario un decennio per riportare il rapporto debito/pil ai livelli pre-Covid. Comparto obbligazionario sotto i riflettori nel giorno della partenza del Btp Futura.

Sul Ftse Mib le performance migliori sono registrate da Stellantis (+1,35%) e Banco BPM (+1,08%). Oltre a queste due, staccano il dividendo anche Campari (+0,58%), Ferrari (+0,77%), Unicredit (+0,73%) e CNH Industrial (-4,46%).

Quest’ultima paga pegno alla notizia dello stop alle trattative con la cinese Faw Jiefang relative al business On-Highway dell’azienda.

Sul completo spicca il +7,18% delle azioni Juventus dopo l’annuncio che il club ha sottoscritto un accordo con altri top club europei per la creazione di una nuova competizione calcistica europea, la Super League.

“I club fondatori continueranno a partecipare alle rispettive competizioni nazionali e, fino all’avvio effettivo della Super League, Juventus ritiene di partecipare alle competizioni europee alle quali ha titolo di accedere”, riporta la nota della società bianconera.

“All’avvio effettivo della Super League ed a seguito della commercializzazione dei diritti audiovisivi relativi alla competizione, in base all’accordo è previsto che i club fondatori ricevano nel complesso un contributo di importo netto indicativamente pari a Euro 3,5 miliardi, che verrà erogato in un’unica soluzione”.

Borse Asia: Tokyo in parità

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un +0,32%, il China A50 ha terminato la seduta con un +2,16%% ed il Nikkei ha chiuso con un +0,01%.

Poco mosso anche l’indice australiano S&P/ASX 200 (+0,03%).

Wall Street: Nasdaq poco mosso in chiusura di ottava

Il Dow Jones ha chiuso l’ultima seduta della settimana con un +0,48%, lo S&P500 ha terminato con un +0,36% ed il Nasdaq con un +0,1%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.