Borsa italiana oggi, 18 novembre 2020: Ftse Mib ancora in rialzo

Segno più per la Borsa italiana oggi, 18 novembre 2020. Grazie ai rialzi registrati dai titoli degli istituti bancari il Ftse Mib ha terminato la seduta sopra 21.600 punti. Spread stabile.

Borsa italiana oggi, 18 novembre 2020: Ftse Mib ancora in rialzo

Seduta positiva per la Borsa italiana oggi, 18 novembre 2020. Il focus, e non potrebbe essere altrimenti, resta sempre incentrato sulla pandemia: se in Europa si iniziano ad intravedere i primi risultati delle misure di contenimento, negli Stati Uniti la situazione sembrerebbe fuori controllo.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, l’eurodollaro quota poco mosso a 1,18676 (+0,06%) mentre il future sul Brent con consegna gennaio 2021 avanza dell’1,44% a 44,4 dollari il barile.

Bene anche lo statunitense WTI (+1,5% a 42,25$) grazie ai numeri relativi l’andamento delle scorte Usa, salite meno del previsto nell’ultima rilevazione (qui la notizia).

Borsa italiana oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib chiude con il segno più

In chiusura il Ftse Mib si è fermato a 21.622,66 punti (+0,88%) mentre lo spread Italia-Germania si è confermato a 116 punti base.

Comparto bancario sotto i riflettori dopo il report di Goldman Sachs intitolato «Local Picture: 3Q lacklustre profitability priced in; capital build key for distribution. Buy UCG, ISP and BPER».

Come evidente dal titolo, il colosso a stelle e strisce ha rilevato come la debolezza della redditività registrata nel terzo trimestre sia già stata prezzata consigliando di acquistare le azioni UniCredit (+0,89%), Intesa Sanpaolo (+1,31%) e il titolo BPER (+6,11%). In tutti e tre i casi Goldman Sachs ha incrementato i prezzi obiettivo.

Tra le performance migliori sul Ftse Mib troviamo anche CNH Industrial (+3,48%) dopo l’annuncio della nomina di Scott W. Wine alla carica di Chief Executive Officer.

Le azioni Generali hanno chiuso con un +0,71%. La società triestina ha annunciato di aver confermato i target finanziari al 2021 che prevedono:

  • una crescita dell’utile per azione tra il 6 e l’8 per cento;
  • un payout ratio tra il 55 ed il 65%.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib si conferma in rialzo

Il Ftse Mib in corrispondenza del giro di boa sale dello 0,78% a 21.601,80 punti, il Dax guadagna lo 0,2% ed il Cac40 lo 0,23%.

Sul paniere delle blue chip spicca il +2,99% di FinecoBank, il +2,81% di BPER ed il +0,96% di Banco BPM.

Tra le performance migliori del Ftse Mib troviamo CNH Industrial (+2,47%) dopo l’annuncio della nomina di Scott W. Wine alla carica di Chief Executive Officer.

Incremento dello 0,28% per Generali che ha confermato i target finanziari al 2021:

  • crescita dell’utile per azione tra il 6 e l’8 per cento;
  • payout ratio tra il 55 ed il 65%.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni a Wall Street, il derivato sul Dow Jones registra un +0,49%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,34% e il future sul Nasdaq sale dello 0,14%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib in rialzo

A Milano il paniere principale, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta di oggi, 18 novembre 2020, quota 21.547 punti, mezzo punto percentuale in più rispetto al dato precedente (+0,52%), mentre lo spread Italia-Germania arretra di un punto percentuale a 115 punti base.

Sotto la parità il Dax (-0,12%), il Cac40 (-0,16%) e il Ftse100 (-0,33%).

La performance migliore sul Ftse Mib è registrata da CNH Industrial (+2,68%) dopo l’annuncio della nomina di Scott W. Wine alla carica di Chief Executive Officer.

“Wine porta con sé una vasta esperienza nelle operazioni di fusione e acquisizione negli Stati Uniti, in Europa e in Asia”, ha sottolineato la società nel comunicato di annuncio.

Nel comparto industriale, -0,55% per Fiat Chrysler, ad ottobre le immatricolazioni di auto nell’Ue sono scese del 7,8% (+3,9% per FCA), e +0,57% di Brembo, che ha acquisito l’intero capitale dell’azienda danese SBS Friction.

In linea con l’andamento del paniere delle blue chip, le azioni Generali nei primi scambi guadagnano lo 0,46%. La società triestina ha annunciato di aver confermato i target finanziari al 2021 che prevedono:

  • una crescita dell’utile per azione tra il 6 e l’8 per cento;
  • un payout ratio tra il 55 ed il 65%.

Avvio di seduta all’insegna delle vendite per Tinexta (-7,43%) in scia della notizia che Quaestio Capital SGR, per conto del fondo chiuso alternativo «Quaestio Italian Growth Fund», ha ceduto 3.884.242 azioni ordinarie della società a 18,5 euro (al momento le azioni scambiano a 18,56 euro).

Borse asiatiche: a Tokyo l’unico segno meno

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng registra un +0,48%, il China A50 ha terminato con un +0,32% ed il Nikkei ha chiuso con un -1,1%.

Sopra la parità anche l’australiano S&P/ASX 200 (+0,51%).

Wall Street chiude la seduta sotto la parità

Svanito l’effetto rialzista legato all’annuncio del nuovo vaccino da parte di Moderna ed in scia dei numeri relativi i nuovi contagi, il Dow Jones ha terminato la seduta con un -0,56%, lo S&P500 ha segnato un -0,48% ed il Nasdaq ha messo a segno un -0,21%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories