Borsa Italiana Oggi, 7 maggio 2021: Ftse Mib chiude positivo, Enel piatta

Luca Fiore

07/05/2021

07/05/2021 - 17:54

condividi

La seduta della Borsa Italiana oggi, 7 maggio 2021, si è chiusa sopra la parità. Sul Ftse Mib riflettori puntati su Enel dopo la presentazione dei risultati. Spread in rialzo.

Borsa Italiana Oggi, 7 maggio 2021: Ftse Mib chiude positivo, Enel piatta

Le indicazioni decisamente peggiori delle stime arrivate dal mercato del lavoro USA spingono al rialzo la Borsa Italiana che oggi ha chiuso sopra la parità.

Il Dipartimento del Lavoro USA ha annunciato che nel mese di aprile il tasso di disoccupazione è salito dal 6 al 6,1 per cento mentre le non-farm payrolls, le buste paga non agricole, sono cresciute di 266 mila unità, decisamente al di sotto delle +990 mila stimate dagli analisti (qui e quile notizie).

“I dati deludenti sul mondo del lavoro statunitense confermano le strategie ultra-accomodanti del presidente della FED, Jerome Powell”, ha commentato Filippo Diodovich, senior strategist di IG Italia. “E’ troppo presto per iniziare le exit strategy dalle misure non convenzionali portate avanti dalla commissione operativa dell’istituto centrale”.

Nel giorno del Social Summit, all’ordine del giorno c’è la proposta di Joe Biden di rimuovere le protezioni dei brevetti sui vaccini anti-Covid, riflettori puntati sull’agenzia di rating Moody’s, che questa sera si esprimerà sul nostro merito di credito.

Attualmente a “Baa3”, il giudizio sul nostro Paese dovrebbe essere confermato mentre l’outlook potrebbe passare da stabile a positivo.

Tra le materie prime, il future con consegna luglio sul petrolio Brent è stabile a 68 dollari al barile mentre, proprio a seguito delle indicazioni deludenti arrivate dalle payrolls, l’eurodollaro sale dello 0,65% a 1,21431.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, Enel chiude in parità

La settimana del Ftse Mib si è chiusa a 24.612,04 punti (+0,48%) mentre lo spread, a causa dell’innalzamento del rendimento dei nostri decennali, è salito del 3,6% a 113 punti base.

Dopo la presentazione dei conti, le azioni Enel (+0,01%) hanno chiuso in parità una seduta particolarmente volatile.

Hanno alzato il velo sui numeri dei primi tre mesi anche il Banco Bpm (-0,04%%) e Leonardo (-1,03%).

Rosso di oltre mezzo punto percentuale per Telecom Italia (-0,64%) che ha presentato un esposto alla Consob a causa delle voci di un abbandono da parte del governo del piano per la rete unica a banda ultralarga (che ieri ha prodotto il tonfo del titolo).

Aggiornamento ore 13: lieve segno meno per il Ftse Mib

Il Ftse Mib poco prima delle 13 scende dello 0,2%, il Cac40 è invariato ed il Dax avanza dello 0,9%.

In rialzo lo spread Btp-Bund che sale di poco meno di 2 punti percentuali a 111 punti base.

Dopo le forti vendite iniziali, le azioni Enel perdono l’1,05%. A fronte di un calo della redditività, il colosso elettrico ha confermato i target 2021 ed annunciato un incremento degli investimenti.

Andamento simile per Banco Bpm (-0,92%), che ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di 100 milioni di euro (consenso 85 mln), mentre i numeri di Leonardo (+1,49%) hanno evidenziato ricavi in crescita e redditività in miglioramento.

Poco mossa Telecom Italia (+0,07%) che ha presentato un esposto alla Consob in relazione alle voci di un abbandono da parte del governo del piano per la rete unica.

Future Wall Street: prevista apertura piatta

L’ultima seduta della settimana di Wall Street dovrebbe aprirsi in parità: il derivato sul Dow Jones registra un +0,03%, quello sullo S&P500 segna un +0,05% e il future sul Nasdaq un +0,08%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, Enel sotto i riflettori

Poco dopo l’avvio degli scambi il Ftse Mib quota 24.499,95 punti (+0,02%), il Cac40 segna un +0,07% ed il Ftse100 avanza dello 0,22%. Incremento più consistente per il Dax (+0,8%).

Lo spread Btp-Bund in avvio di seduta europea non fa registrare variazioni di rilievo a 108 punti base.

Dopo la presentazione dei conti dei primi tre mesi le azioni Enel perdono l’1,8%. Il colosso elettrico ha annunciato di aver chiuso il primo trimestre con un Ebitda ordinario in contrazione del 12,3% a 4,16 miliardi di euro. Il dato è in linea con il consensus degli analisti.

La società ha confermato i target 2021 ed annunciato di aver aumentato gli investimenti per accelerare ulteriormente il processo di decarbonizzazione del gruppo.

Debole Telecom Italia (-0,31%) che ha reso noto di aver presentato un esposto alla Consob in relazione alle voci di un abbandono da parte del governo del piano per la rete unica a banda ultralarga (che ieri ha prodotto il tonfo del titolo).

Parità per il Banco Bpm (-0,08%) che ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di 100 milioni di euro (consenso 85 mln), contro i +152 milioni di 12 mesi fa.

Borse Asia: lieve segno più per Tokyo

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un +0,07%, il China A50 ha terminato la seduta con un -0,98% ed il Nikkei ha chiuso con un +0,09%.

Incremento dello 0,27% per l’indice australiano S&P/ASX 200.

Wall Street: indici chiudono sopra la parità

Nella seduta di ieri il Dow Jones ha chiuso con un +0,93%, lo S&P500 ha segnato un +0,82% ed il Nasdaq un +0,37%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.